Le intermittenze della Morte

Voto medio di 3569
| 873 contributi totali di cui 730 recensioni , 141 citazioni , 0 immagini , 0 note , 2 video
In un non meglio identificato Paese, allo scoccare della mezzanotte di un 31dicembre, s'instaura l'eternità, perché nessuno muore più. L'avvenimento suscita a tutta prima sentimenti di giubilo e felicità, ma crea anche scompiglio in ogni strato ... Continua
Ha scritto il 30/06/17
Inizio faticoso....le prime 100 pagine le ho lette senza slancio e le ho trovate molto meno efficaci della seconda parte che invece è stata divertente e piacevole. Trama intrigante. Molto carino il finale.
  • Rispondi
Ha scritto il 28/06/17
Noioso
  • Rispondi
Ha scritto il 23/06/17
Dal "mio" Saramago mi aspettavo qualcosa di più. Una prima parte lenta e noiosa, consistente in uno studio antropologico-sociologico-economico degli effetti della scomparsa della morte in un paese indeterminato. Una seconda parte migliore, più ..." Continua...
  • 32 mi piace
  • 11 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 06/06/17
Delusione
Finora il Saramago che mi è piaciuto meno. Anzi, molto ma molto meno degli altri che avevo letto e assai apprezzato. L'idea è anche intrigante, ma da un certo punto in poi evapora letteralmente.
  • Rispondi
Ha scritto il 16/05/17
E se la morte decidesse di scioperare?
" E se la morte decidesse di scioperare? Come reagiremmo?" Sembra un po la domanda che Saramago ci pone. Il 31 dicembre di un anno non definito, in una nazione non definita la morte (con la m minuscola )decide di non fare più il suo mestiere e di ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Sep 14, 2016, 10:42
Su di noi, la morte conosce tutto, e forse è per questo che è triste. Se è vero che non sorride mai, è solo perché le mancano le labbra, e questa lezione di anatomia ci dice che, al contrario di ciò che ritengono i vivi, il sorriso non è una ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 13, 2016, 08:07
La morte, di per sé, da sola, senza alcun aiuto esterno, ha sempre ammazzato molto meno dell'uomo.
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 12, 2016, 08:25
Che ne faremo dei vecchi, se ormai non c'è più la morte a spezzargli le velleità longeve.
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 31, 2015, 23:50
Las palabras también tienen su jerarquía, su protocolo, sus títulos de nobleza, sus estigmas plebeyos.
Pag. 259
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 29, 2015, 23:57
La vida es una orquesta que siempre está tocando, afinada, desafinada, un titanic que siempre se hunde y siempre regresa a la superficie [...].
Pag. 220
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Ha scritto il Nov 03, 2015, 18:18
Chopin etude Op.25 No.9
Autore:
  • Rispondi
Ha scritto il Dec 08, 2014, 18:32
Suite for Solo Cello no. 6 in D major
Autore: J.S. Bach
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi