Le intermittenze della morte

Voto medio di 3723
| 790 contributi totali di cui 651 recensioni , 137 citazioni , 0 immagini , 0 note , 2 video
Un paese senza nome, 31 dicembre, scocca la mezzanotte. E arriva l'eternità, nella forma più semplice e quindi più inaspettata: nessuno muore più. La gioia è grande, la massima angoscia dell'umanità sembra sgominata per sempre. Ma non è tutto così se ...Continua
Nerebiglie
Ha scritto il 10/12/18
La lettera viola
“Cecità” è del 1995, “Le intermittenze della morte” è del 2005. E’ plausibile che in 10 anni Saramago si sia scordato di aver già scritto lo stesso libro, a maggior ragione se si considera che l’autore nel 2005 aveva 80 e spiccioli anni. No, dai, non...Continua
PeppeLaura
Ha scritto il 01/12/18
Letto da: Laura. Non c'è niente da fare: Saramago, o piace o non piace. A me piace, tanto. Anche in questa storia c'è lui, la sua scrittura molto particolare che, seppur più difficile da seguire, ti appiccica alla storia. E poi ogni tanto le trovi: l...Continua
AdrianaT.
Ha scritto il 30/11/18
La morte è donna
Il giorno in cui la morte smise di ammazzare, a partire dall'industria delle Onoranze Funebri, le assicurazioni sulla vita e le gravissime implicazioni teologiche (no death no resurrection), scoppiò proprio un bel casino; un intero sistema sociale an...Continua
Lanoviaroja
Ha scritto il 30/10/18
... cosa vuoi scrivere ? E' bello, scritto bene, originale, divertente, surreale, ironico perfin poetico sul finale... con libri così, non si possono aprire dibattiti o contradditori. Non puoi muovergli nessun appunto, se non il gusto personale. Mi è...Continua
LeggoQuandoVoglio
Ha scritto il 01/10/18
8/10
"... se non riprenderemo a morire non abbiamo futuro." Le intermittenze della morte di Saramago è il titolo più acclamato dell'autore insieme a Cecità. Avendo apprezzato tantissimo quest'ultimo, devo ammettere di essermi approcciata alla lettura di q...Continua

Alice
Ha scritto il Apr 28, 2018, 17:51
A proposito, non resistiamo a rammentare che la morte, di per sé, da sola, senza alcun aiuto esterno, ha sempre ammazzato molto meno dell'uomo.
Pag. 113
Alice
Ha scritto il Apr 22, 2018, 19:41
Alla chiesa non si è mai chiesto di spiegare comunque, l'altra nostra specialità, oltre alla balistica, è stata di neutralizzare, con la fede, lo spirito curioso.
Pag. 22
wolenboeken
Ha scritto il Sep 14, 2016, 10:42
Su di noi, la morte conosce tutto, e forse è per questo che è triste. Se è vero che non sorride mai, è solo perché le mancano le labbra, e questa lezione di anatomia ci dice che, al contrario di ciò che ritengono i vivi, il sorriso non è una question...Continua
wolenboeken
Ha scritto il Sep 13, 2016, 08:07
La morte, di per sé, da sola, senza alcun aiuto esterno, ha sempre ammazzato molto meno dell'uomo.
wolenboeken
Ha scritto il Sep 12, 2016, 08:25
Che ne faremo dei vecchi, se ormai non c'è più la morte a spezzargli le velleità longeve.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Teofano
Ha scritto il Nov 03, 2015, 18:18
Chopin etude Op.25 No.9
Autore:
marcovalenti
Ha scritto il Dec 08, 2014, 18:32
Suite for Solo Cello no. 6 in D major
Autore: J.S. Bach

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi