Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le labrene

By Tommaso Landolfi

(218)

| Paperback | 9788845910821

Like Le labrene ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

La labrena, ovvero il comune "geco", "turpe bestia" nel cui sguardo sonocontenuti tutto il male e il dolore del mondo, è il perturbante emblema diquesti sette racconti, giocati tra il grottesco e il fantastico. Questa volta Continue

La labrena, ovvero il comune "geco", "turpe bestia" nel cui sguardo sonocontenuti tutto il male e il dolore del mondo, è il perturbante emblema diquesti sette racconti, giocati tra il grottesco e il fantastico. Questa voltail suo sguardo si diverte a irridere e a corrodere soprattutto le convenzionisociali e sentimentali della famiglia borghese: la vita di coppia con la suaroutine, il tradimento, il volto infernale dei parenti, lo straziantepatetismo del sesso nella vecchiaia.

9 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Landolfi mattatore, superstar.

    Is this helpful?

    Bob said on Jul 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ammetto la delusione, ho cercato Landolfi in libreria (ho chiesto "il mar delle blatte" ma c'erano solo "Le labrene") con le aspettative di un Indiana Jones letterario convinto di mettere le mani su un autore prezioso che complotti, incomprensioni e ...(continue)

    Ammetto la delusione, ho cercato Landolfi in libreria (ho chiesto "il mar delle blatte" ma c'erano solo "Le labrene") con le aspettative di un Indiana Jones letterario convinto di mettere le mani su un autore prezioso che complotti, incomprensioni e gelosie avevano relegato nello scaffale più alto e invece:
    1) Landolfi fa' di un italiano tutto suo (non inventato ma barocco, infarcito di lemmi da tempo dimenticati) la sua divisa stilistica, e il lettore ne soffre, inciampa spesso (e se questa critica gli era stata rivolta all'epoca della pubblicazione immaginate adesso che abbiamo ristretto ulteriormente l'insieme dei vocaboli utilizzati);
    2) volendo pure tralasciare il punto 1 (alla fine a uno stile ci si abitua) non trovo particolarmente originali i racconti del libro. Un Poe in chiave italica dove l'orrore fa posto all'ironia e al conflitto moglie-marito (dove Landolfi parteggia apertamente per il proprio sesso). Insomma scarsa originalità.
    Ovviamente non si può giudicare un autore da un solo libro, farò un' altra prova, ma al momento le impressioni sono queste.

    Is this helpful?

    Bert Camembert said on Apr 25, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    due parole..

    Caro Landolfi, vorrei ricercare nel mio misero vocabolario, mille parole per descrivere la tua scrittura perfetta, degna di un grande scrittore, quale sei stato tu.
    Adoro la tua provocazione, nella ricerca linguistica di termini rari e spesso di dif ...(continue)

    Caro Landolfi, vorrei ricercare nel mio misero vocabolario, mille parole per descrivere la tua scrittura perfetta, degna di un grande scrittore, quale sei stato tu.
    Adoro la tua provocazione, nella ricerca linguistica di termini rari e spesso di difficile comprensione.
    Fantasioso, ironico, bizzarro e quasi sempre stravagante, ma sempre, e sottolineo "sempre" perfetto!!

    Grazie per essere vissuto ed aver regalato alla letteratura italiana pagine indimenticabili!

    Is this helpful?

    Patrizia said on Aug 15, 2011 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Una narrazione a tratti acida, storta, impreziosita da un linguaggio unico, dove il preziosismo sta all'interno di un tessuto vivo. E la paura e l'angoscia e ogni sentimento, compreso lo stupore argomentativo, si tengono insieme come per magia.
    Per m ...(continue)

    Una narrazione a tratti acida, storta, impreziosita da un linguaggio unico, dove il preziosismo sta all'interno di un tessuto vivo. E la paura e l'angoscia e ogni sentimento, compreso lo stupore argomentativo, si tengono insieme come per magia.
    Per me un capolavoro che tocca cime vertiginose.

    Is this helpful?

    Massimo said on Mar 24, 2011 | 1 feedback

  • 4 people find this helpful

    Basterebbe dire che Landolfi è stato uno dei punti di riferimento di Calvino, un modello di confronto e apprezzato scrittore (si veda, in merito, "le più belle pagine", una raccolta di racconti di Landolfi scelte da Calvino). "Le labrene", il primo r ...(continue)

    Basterebbe dire che Landolfi è stato uno dei punti di riferimento di Calvino, un modello di confronto e apprezzato scrittore (si veda, in merito, "le più belle pagine", una raccolta di racconti di Landolfi scelte da Calvino). "Le labrene", il primo racconto che da il nome al libro, è sufficiente da solo a motivarne la lettura. Leggere questo libro (e l'autore in generale) è un'aprire la porta a quella buona letteratura italiana del Novecento fatta di Manganelli, Arbasino, Moravia e Sanguineti che troppo spesso viene posta in secondo piano. In libreria, si cercano quasi affannosamente autori italiani con stili originali, idee narrative bizzarre che guardano agli scrittori d'oltralpe e d'oltreoceano senza sapere che ne abbiamo tanta e di tanta qualità, con il piccolo particolare che magari è stata scritta trent'anni prima. Ecco, "le labrene" è questo. Originalità, cinismo, umanità. Assurdo kafkiano misto alla intimità borghese pasoliniana, il senso del grottesco di Poe che copula con il senso di inadeguatezza di Pavese. Scritto in maniera magistrale.

    Is this helpful?

    il_signor_D said on Apr 2, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (218)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 170 Pages
  • ISBN-10: 8845910822
  • ISBN-13: 9788845910821
  • Publisher: Adelphi
  • Publish date: 1994-01-01
  • Also available as: Hardcover , Others
Improve_data of this book