Le lettere da Capri

Voto medio di 170
| 24 contributi totali di cui 18 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 10/05/17
Questa pubblicazione e il suo autore, ingiustamente noto al grande pubblico soltanto per le sue “capacità cinematografiche”, sono stati una dilettevole e piacevolissima sorpresa. Superando la robusta concorrenza di scrittori come Buzzati e ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 01/11/16
Detroit...abbiamo un problema, o anche Iggy Pop prima di Iggy Pop
pag. 270 "E io voglio essere il tuo cane e nulla più. (...) mi metterai al collo la tua cintura!
Ha scritto il 06/08/14
"Mi ero comportato bene. La guerra, al contrario, di quanto si crede, ingentilisce gli animi. Gli orrori che ci circondano, le stragi, le morti, producono reazioni benefiche; impediscono le confusioni dei sentimenti; rimettono ogni cosa a posto nel ...Continua
Ha scritto il 16/07/13
Vicenda interessante, a tratti ( soprattutto a meta' del libro) avvincente. La mano del famoso simpatico autore, e' felice, anche se lo stile ha fatto i suoi anni,e trattandosi di un autore italiano, non si puo' dare la colpa al traduttore.C'era chi ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 15/01/13
" (...) porta al parossismo le contraddizioni, siano sentimentali o morali, affondando (...) in situazioni sostanzialmente torbide, melmose, nelle quali ciascuno esprime il peggio di sé. Perché conta, a questo proposito, il desiderio profondo, ...Continua

Ha scritto il Nov 14, 2016, 19:51
Ci crediamo umili. E, da quel momento, siamo rovinati.
Ha scritto il Nov 24, 2010, 11:58
Ma se tu la amassi violentemente non sentiresti il bisogno di regalarle nulla di costoso. Basterebbe un fiore, un ricordino. Anzi, il regalo avrebbe maggior pregio amoroso quanto minore ne fosse quello economico.
Ha scritto il Nov 24, 2010, 11:58
E le lettere, erano filastrocche rituali; formule necessarie alla mia privata libidine: nulla più. Soltanto, che avevo bisogno di scriverle, e di vedermele scritte davanti, abracadabra insulso e irresistibile.
Ha scritto il Nov 24, 2010, 11:57
Com'è possibile che l'immaginazione di un piacere sia più forte di questo piacere stesso?
Ha scritto il Nov 24, 2010, 11:57
Non mi ricordo di aver mai accarezzato, visto, frugato, studiato, amato e inventato Dora come in quel periodo.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi