Le livre des âmes

By

3.6
(4076)

Language: Français | Number of pages: 393 | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , Portuguese , Dutch , Spanish , Catalan

Isbn-10: 2749116724 | Isbn-13: 9782749116723 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Aimez-vous Le livre des âmes ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    Decisamente migliore del primo, a mio avviso. Pur mantenendo l'idea di partenza, inverosimile quanto si vuole ma funzionale come motore narrativo, questo romanzo si arricchisce di elementi ancora più ...continuer

    Decisamente migliore del primo, a mio avviso. Pur mantenendo l'idea di partenza, inverosimile quanto si vuole ma funzionale come motore narrativo, questo romanzo si arricchisce di elementi ancora più inverosimili, ma non per questo meno efficaci, anzi. Basta aggiungere il tema della caccia al tesoro, e il gioco è fatto. È la parte centrale del romanzo, secondo me, quella che funziona meglio e che tiene il lettore incollato alle pagine. La parte iniziale e quella finale costituiscono un corollario abbastanza "lento" (come buona parte del romanzo precedente) che si dipana un po' stancamente tra brevi riepiloghi degli eventi narrati nel volume precedente e sprazzi di azione "all'americana". Una lettura non impegnata, ma sicuramente piacevole.

    dit le 

  • 5

    Engancha desde el principio

    Continuación de La biblioteca de los muertos. Suspense predecible, en ocasiones, pero que te atrapa desde el principio. Le doy muy buena nota. Tener en cuenta que el tercer libro no sería El Fin de lo ...continuer

    Continuación de La biblioteca de los muertos. Suspense predecible, en ocasiones, pero que te atrapa desde el principio. Le doy muy buena nota. Tener en cuenta que el tercer libro no sería El Fin de los Escribas (2011) si no La Hora de la Verdad (2013).

    dit le 

  • 5

    Fa-vo-lo-so!

    Io non so, come faccia Glenn Cooper ad avere questa capacità di mischiare la storia reale, successa davvero, con quella inventata da lui!
    Ho apprezzato questo libro, più del primo!
    Più scorrevole, più ...continuer

    Io non so, come faccia Glenn Cooper ad avere questa capacità di mischiare la storia reale, successa davvero, con quella inventata da lui!
    Ho apprezzato questo libro, più del primo!
    Più scorrevole, più contemporaneo!
    Fantastico davvero!

    dit le 

  • 0

    Il titolo rimanda chiaramente al 1° libro, LA BIBLIOTECA DEI MORTI (anche per goderne della fama e del successo), e lo da un personaggio importante, Giovanni Calvino per il quale la parola-chiave non ...continuer

    Il titolo rimanda chiaramente al 1° libro, LA BIBLIOTECA DEI MORTI (anche per goderne della fama e del successo), e lo da un personaggio importante, Giovanni Calvino per il quale la parola-chiave non può che essere 'predestinazione'. E' una caccia al tesoro ideata da uno scrittore che si firma W. SH., caccia che si svolge per sonetti e al giorno d'oggi, per cercare e trovare l'origine e il fine ultimo della Biblioteca, anche se quel che si scopre è solo una data...tranquilli, non è quella del 2012! Il libro ispira una considerazione sociologica, anche: il sapere le date di morte di un gran mucchio di persone potrebbe aiutare a prevedere e a prevenire disastri e guerre, mettendo a punto un'ottima ed efficace macchina dei soccorsi a livello planetario? Utopia? Davvero il nostro destino è già segnato? Tante le domande che lascia dietro sè, quasi come fosse un saggio.

    dit le 

  • 4

    Mi è piaciuto piu questo secondo libro rispetto al primo.

    I personaggi sono sempre quelli, da questo punto di vista i difetti del primo libro rimangono,
    però il ritmo è stato piu incalzante quindi anc ...continuer

    Mi è piaciuto piu questo secondo libro rispetto al primo.

    I personaggi sono sempre quelli, da questo punto di vista i difetti del primo libro rimangono,
    però il ritmo è stato piu incalzante quindi anche la parte che si svolge nel presente è stata piu coinvolgente.

    dit le 

  • 3

    Mah, migliore del precedente, ma giusto di un pelo. C'è forse quel minimo di suspence in più che rende la lettura un po' più avvincente e mantiene vivo il giusto interesse.
    Will è un personaggio a cav ...continuer

    Mah, migliore del precedente, ma giusto di un pelo. C'è forse quel minimo di suspence in più che rende la lettura un po' più avvincente e mantiene vivo il giusto interesse.
    Will è un personaggio a cavallo tra l'essere un imbecille totale e un tipo simpatico. Ma pende di più dalla parte dell'imbecille, mi sa. XD
    Da leggere solo perché si è letto il primo e allora si deve continuare il discorso.

    dit le 

  • 3

    6.5/10

    Rispetto al precedente (La biblioteca dei morti) è nettamente inferiore.
    L'unico vero e proprio pro che ho riscontrato è che la trama ti prende molto e vuoi sempre vedere come va avanti.
    I pregi che a ...continuer

    Rispetto al precedente (La biblioteca dei morti) è nettamente inferiore.
    L'unico vero e proprio pro che ho riscontrato è che la trama ti prende molto e vuoi sempre vedere come va avanti.
    I pregi che aveva il precedente, purtroppo questi li ha persi in parte.
    Con il voler inserire a forza degli elementi storici importanti ha reso la trama più ridicola e forzata.
    Lo stile è semplice, non parliamo certamente di un grande scrittore.
    L' elemento che più ha inciso sul calo di livello rispetto al precedente è la presenza di diverse incongrueze della trama, sono poche e non sono fondamentali, ma una bella controllata ci sarebbe stata meglio.
    In ogni caso ho anche il libro successivo e ho molta voglia di leggerlo per vedere dove va a parare, perciò la valutazione finale non può che essere positiva.

    dit le 

Sorting by