Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le livre des âmes

By

3.6
(3928)

Language:Français | Number of pages: 393 | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , Portuguese , Dutch , Spanish , Catalan

Isbn-10: 2749116724 | Isbn-13: 9782749116723 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Aimez-vous Le livre des âmes ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 5

    Ottimo, ancora meglio del primo "La biblioteca dei morti": si passa dai monaci di Vectis, a Calvino, a Shakespeare, a Nostradamus in un racconto fluido e "realistico". Veramente appassionante.

    dit le 

  • 4

    misteri, inseguimenti, sparatorie, enigmi da risolvere e tuffi nel passato!

    Questo secondo volume ovviamente va letto dopo "la biblioteca dei morti" è il suo esatto seguito, lo lessi anni fa quando uscì e ricordo che mi piacque tantissimo.
    Il genere è lo stesso: moderno thril ...continuer

    Questo secondo volume ovviamente va letto dopo "la biblioteca dei morti" è il suo esatto seguito, lo lessi anni fa quando uscì e ricordo che mi piacque tantissimo.
    Il genere è lo stesso: moderno thriller investigativo con molti colpi di scena e giallo storico con sfondo un mistero apocalittico, il genere mi ricorda molto Dan Brown che io amo!
    scritto molto bene, scorre facilmente e gli sbalzi tra presente e passato non confondono il lettore, anzi rendono la storia ancora più completa e interessante. cosa dire di più? se siete amanti di misteri, inseguimenti, sparatorie, enigmi da risolvere e tuffi nel passato questo libro fa per voi!

    dit le 

  • 5

    ottimo!

    Sequel della "biblioteca dei morti" di ottima qualità! cooper riesce a mantenere il ritmo con il primo libro, veramente ben scritto, un libro consigliatissimo con tutta la trilogia!

    dit le 

  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    3

    Un seguito meno emozionante rispetto al primo volume

    Ho trovato il seguito de "La biblioteca dei morti" meno avvincente rispetto al romanzo d'esordio di Cooper. Mi è piaciuta l'idea della caccia al tesoro nella magione inglese, anche se ho trovato un po ...continuer

    Ho trovato il seguito de "La biblioteca dei morti" meno avvincente rispetto al romanzo d'esordio di Cooper. Mi è piaciuta l'idea della caccia al tesoro nella magione inglese, anche se ho trovato un po' forzata l'introduzione, nella storia, delle figure di Giovanni Calvino e Nostradamus. Il finale molto lento, quasi strascicato. Molto sotto tono anche la descrizione di Nancy, la moglie di Will Piper che, nel primo episodio, godeva di maggiore forza di carattere (qui, invece, svolge il ruolo della mogliettina premurosa e ansiosa). Peccato, perché la storia poteva dipanarsi in modo più bello.

    dit le 

  • 4

    Non ha deluso le mie aspettative

    La lettura è stata sempre piacevole perchè, come il primo, è stato strutturato mediante capitoli brevi, per cui molto molto veloci da leggere.

    La trama è intrecciata, articolata quanto basta. Il seco ...continuer

    La lettura è stata sempre piacevole perchè, come il primo, è stato strutturato mediante capitoli brevi, per cui molto molto veloci da leggere.

    La trama è intrecciata, articolata quanto basta. Il secondo della trilogia mi ha divertito ma non conquistato come il primo, il terzo lo leggerò fra un mesetto. Fin'ora tutto sommato sono soddisfatto, sono certo peraltro che Will Piper lo vedremo prestissimo al cinema.

    dit le 

  • 4

    Enigma inquietante...

    Un libro che provoca emozioni intense...nel leggere si è come attirati in un vortice, che è poi il risveglio dell'interesse, mentre il mistero si infittisce...
    Molto affine o simile alla "Biblioteca d ...continuer

    Un libro che provoca emozioni intense...nel leggere si è come attirati in un vortice, che è poi il risveglio dell'interesse, mentre il mistero si infittisce...
    Molto affine o simile alla "Biblioteca dei morti", questo romanzo ha però la particolarità intrinseca di essere originale e in qualche maniera diverso dall'altro.
    Si narra di un misterioso libro che è stato scritto nel corso dei secoli con il sangue da scrivani con i capelli rossi e gli occhi verdi, forse messaggeri di Satana...Questo libro è custode di arcani segreti che può significare la rovina di alcuni uomini, che tentano di farlo sparire, di sopprimerlo...
    Il libro nel quale è descritto il destino di tutte le anime.
    Di tutti noi...
    Inquietante...e terrificante...
    Ne consiglio la lettura agli amanti del genere horror...
    Saluti.
    Ginseng666

    dit le 

  • 4

    Coinvolgente come il primo volume della trilogia

    Con questo secondo volume Cooper conferma la sua grande capacità di tenere il lettore incollato alle pagine. Un libro di passaggio in cui non ha perso lo smalto del volume precedente.
    La recensione co ...continuer

    Con questo secondo volume Cooper conferma la sua grande capacità di tenere il lettore incollato alle pagine. Un libro di passaggio in cui non ha perso lo smalto del volume precedente.
    La recensione completa sul mio blog
    http://libroperamico.blogspot.it/2015/01/recensione-42-il-libro-delle-anime-di.html

    dit le 

  • 4

    Il secondo best seller

    Nel secondo best seller Glenn Cooper, l'autore mantiene lo stesso stile del primo, riesce a catturare l'attenzione del lettore dalla prima fino all'ultima pagina.

    L'avventura di Will Piper continua, i ...continuer

    Nel secondo best seller Glenn Cooper, l'autore mantiene lo stesso stile del primo, riesce a catturare l'attenzione del lettore dalla prima fino all'ultima pagina.

    L'avventura di Will Piper continua, il protagonista subisce un cambiamento, da ubriacone che era nel primo romanzo, mette apposto la testa e si fa una nuova famiglia, sposando Nancy la sua segretaria dalla quale avrà un figlio.
    Viene richiamato, anche se in realtà è già in pensione, per seguire un "nuovo" caso, che si scopre essere la continuazione del caso Doomsday.
    Questo porterà l'agente Will ad allontanarsi dalla famiglia e dover affrontare nuovi pericoli e vecchi nemici.
    Unica pecca "La biblioteca dei morti" dava più suspance penso che il motivo principale sia che non ero ancora al corrente della storia e non conoscevo il modo di scrivere dell'autore.

    Nell'insieme però non mi ha per nulla deluso anzi lo consiglio per gli amanti come me del thriller!

    dit le 

  • 4

    Sto divorando questa trilogia. La cosa che più mi affascina di Cooper è che potrebbe permettersi di usare paroloni e invece scrive in modo diretto (badate "diretto", non "semplice"/"infantile"). Poi l ...continuer

    Sto divorando questa trilogia. La cosa che più mi affascina di Cooper è che potrebbe permettersi di usare paroloni e invece scrive in modo diretto (badate "diretto", non "semplice"/"infantile"). Poi la trama è davvero geniale. In questo libro è riuscito a mettere riferimenti a personaggi e ad eventi storici senza che stonassero. Un genio. Quest'uomo è un genio.
    I personaggi sono approfonditi rispetto al primo libro, soprattutto il protagonista, Will (non so bene se amarlo o odiarlo). Will è un uomo che ha fascino, ma è anche un perfetto idiota in certi momenti. Ma d'altronde è umano. Il personaggio che adoro di questi libri è Nancy e il cambiamento che ha avuto non ha fatto che farmela adorare ancora di più. E' una donna incredibilmente forte, nonostante la paura e le difficoltà che deve affrontare.
    Il libro - a differenza del primo - mi ha catturata fin dalla prima pagina. E il motivo è molto semplice. Non sono un'amante dei gialli e buona parte del primo libro ("La biblioteca dei morti") si concentrava sull'indagine di uno spietatissimo serial killer, Doomsday, con tanto di ricerca e analisi degli indizi e via discorrendo... come un tipico giallo. (E a me i gialli proprio non riesco a farmeli piacere, ma questi sono gusti personali). Invece, questo libro si apre subito con avventure e scene d'azione che mi hanno catturato dalla prima all'ultima pagina. E anche la parte un po' più noiosetta del romanzo (da pagina 100 a 230 circa) l'ho letta con piacere. E' la prima volta che mi capita che un sequel superi il primo libro e spero proprio di poter dire lo stesso del terzo ed ultimo romanzo della trilogia.

    dit le 

Sorting by