Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le maschere

By Luigi Malerba

(79)

| Others | 9788804393665

Like Le maschere ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

12 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Mentre Roma attende l'arrivo dalla Spagna del nuovo papa Adriano VI,due cardinali lottano senza esclusione di colpi per conquistare la carica di camerlengo,ma troppa astuzia può nuocere a entrambi..
    Mi aspettavo meglio,la ricostruzione storica è un p ...(continue)

    Mentre Roma attende l'arrivo dalla Spagna del nuovo papa Adriano VI,due cardinali lottano senza esclusione di colpi per conquistare la carica di camerlengo,ma troppa astuzia può nuocere a entrambi..
    Mi aspettavo meglio,la ricostruzione storica è un po' annacquata,resta un tono abbastanza lepido nel caratterizzare i personaggi ma non credo sia il capolavoro di Malerba.

    Is this helpful?

    paolo said on Jan 24, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Pagg 194-195:
    «Ci mancava questa, di avere un fratello con il Diavolo addosso. Bell'affare.»
    «A me succede questo bell'affare, mica a te. Adesso ho bisogno di questo Codronchi che deve visitarmi e dire se ho veramente un Demonio nella panci
    ...(continue)

    Pagg 194-195:
    «Ci mancava questa, di avere un fratello con il Diavolo addosso. Bell'affare.»
    «A me succede questo bell'affare, mica a te. Adesso ho bisogno di questo Codronchi che deve visitarmi e dire se ho veramente un Demonio nella pancia.»
    «Anche tu hai sentito dire che sta nella pancia?»
    «Ma sì, pare che i diavoli entrano nel corpo da dietro e si infilano nell'intestino.»
    «Ma che schifo.»
    «Pare che da dietro entrano e da dietro se ne vanno, così dice il Priore del mio Convento. Ho anche cercato di scacciarlo con i semi di finocchio.»
    Fiorenza sgranò gli occhi per lo stupore.
    «Hai cercato di scacciare il Demonio con i semi di finocchio? Cos'è, una stregoneria?»
    «Ma no, c'è un antico libro di medicina, il Regimen Sanitatis della Scuola Salernitana che dice: "Semen foeniculi fugat spiracula culi". Significa che i semi di finocchio fanno espellere aria dal di dietro e, insieme all'aria, ho pensato io, forse anche il Demonio.»

    ***
    Malerba è uno di quegli scrittori che basta un libro per farli diventare i miei piùppreferiti, e scatenare la mania di collezionismo della loro opera omnia, se solo si potesse. Perché in giro, di Malerba, si trova praticamente GNENTE. Mica è giusto.

    Is this helpful?

    Ilaria said on Oct 20, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Cardinale e carnevale

    Cardinale e carnevale, in questo binomio c'è tutto il romanzo.
    Anche se frutto di finzione, per me c'è molto più realismo in questo romanzo che in tante vulgate storiche della Roma del Cinquecento, decadente e crapulona.

    Is this helpful?

    Rossoprimo said on Jul 3, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La narrazione della Roma Rinascimentale e Papalina, quando i Papi erano veramente "Papa Re", è corrosiva ed avvincente al tempo stesso.
    Una corte papale divisa all'ombra degli imperi del 500. Libro che farebbe da degno corollario ad una narrazione ci ...(continue)

    La narrazione della Roma Rinascimentale e Papalina, quando i Papi erano veramente "Papa Re", è corrosiva ed avvincente al tempo stesso.
    Una corte papale divisa all'ombra degli imperi del 500. Libro che farebbe da degno corollario ad una narrazione cinematografica di Luigi Magni.

    http://reflexioilbibliofilo.wordpress.com/2012/02/05/lu…

    Is this helpful?

    Reflexio said on Jan 25, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Morto un papa se ne fa un altro. Un momento, non è così semplice.

    Alla morte di papa Leone X occorsa nel dicembre del 1521 i cardinali si riunirono in conclave per eleggere il successore ma non riuscirono a mettersi d’accordo visto che si erano fo ...(continue)

    Morto un papa se ne fa un altro. Un momento, non è così semplice.

    Alla morte di papa Leone X occorsa nel dicembre del 1521 i cardinali si riunirono in conclave per eleggere il successore ma non riuscirono a mettersi d’accordo visto che si erano formate due fazioni, una che simpatizzava per Carlo V e una favorevole al Re di Francia Francesco I. Dopo svariate votazioni andate a vuoto e con la popolazione che mostrava segni d’impazienza fu fatto il nome di tale Adriano Florensz di Utrecht, sconosciuto ai più, ma che nondimeno era considerato una soluzione in grado di tagliare la testa al toro e di non scontentare nessuno. Adriano fu dunque eletto ed assunse il nome di Adriano VI. Tuttavia i cardinali si pentirono di averlo eletto si dal momento stesso nel quale ne annunciarono l’elezione alla folla radunata in piazza San Pietro, folla che mostrò chiari segnali di disappunto alla notizia che il nuovo papa non era presente poiché era fiammingo e si trovava al momento a Tortosa in Spagna. Oltre a questo incominciarono ad arrivare a Roma voci piuttosto preoccupanti circa l’intenzione di Adriano VI di apportare modifiche agli assetti della chiesa soprattutto in ambito di cariche e prebende varie. Fu proprio in questi giorni di incertezza con la sede vacante in attesa del nuovo pontefice che stava raggiungendo Roma non senza difficoltà logistiche che si svolge la storia di questo romanzo che vede protagonisti due importanti cardinali: Cosimo Rolando Della Torre e Valerio Ottoboni, entrambi con l’ambizione di raggiungere la carica di Camerlengo, carica molto prestigiosa in grado di dare a chi la possiede enorme potere e, non da ultimo, un significativo arricchimento economico. I due sono disposti a tutto pur di raggiungere il loro obbiettivo, e quando dico tutto intendo dire tutto!

    Malerba tratta in questo piacevole romanzo della doppia-morale esistente allora (ma siamo sicuri solo allora?) in seno alla chiesa romana mettendo in evidenza la dote principale che deve possedere un alto prelato: l’ipocrisia. È fondamentale apparire in una certa maniera, ma poi quando le luci dei riflettori sono spente ci si può lasciare andare a qualsivoglia nefandezza pur di inseguire il potere ed il maledetto denaro (maledetto lo dico io)!

    Sono pronto a scommettere che non sarà questo il libro che vi cambierà la vita ma non ho difficoltà a credere che vi farà passare qualche ora piacevole.

    Is this helpful?

    Dan78 said on Jun 20, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (79)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 312 Pages
  • ISBN-10: 8804393661
  • ISBN-13: 9788804393665
  • Publisher: Mondadori
  • Publish date: 1994-01-01
  • Also available as: Hardcover
Improve_data of this book