Le mille bocche della nostra sete

di | Editore: Mondadori
Voto medio di 104
| 46 contributi totali di cui 22 recensioni , 24 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
È l'estate del 1946. Emma compie diciotto anni e suo padre organizza una grande festa nel parco della loro villa in campagna; per Marzia, alla sua prima uscita mondana dopo il collegio in Svizzera, i festeggiamenti e la vitale sfrontatezza della coet ...Continua
Roxy Russo
Ha scritto il 25/04/15
Quando ho finito di leggere questo libro sono rimasta senza parole.. sono un pò scettica riguardo agli autori italiani, ma questo mi ha davvero colpita, è una storia semplice,pura e non scende mai nel volgare. Guido Conti mi ha saputa emozionare senz...Continua
  • 1 mi piace
Ametista
Ha scritto il 03/08/14
In un'estate degli anni quaranta Emma e Marzia si incontrano ad una festa e da quel momento nasce un'amicizia la cui forma muterà. Tra l'acqua del fiume, sotto un sole rivelatore, un giardino pullulante di vita estiva ed una casa dalla tante stanze,...Continua
  • 2 mi piace
Sof
Ha scritto il 27/02/14
Questo libro ha lasciato in me un velo di malinconia e di tristezza. Non saprei nemmeno spiegare per quale motivo, mi è entrato dentro con un'irruenza tutta particolare che mi ha lasciata senza fiato. Molto bello, intenso .. particolarissimo l'altern...Continua
  • 2 mi piace
*Mpina*
Ha scritto il 24/02/13
" << Ho paura di amarti>> avrebbe voluto dire, ma poi non seppe pronunciare le parole. Era l'amore quella tempesta di sentimenti, di emozioni, e di tensioni così forti che le attraversavano la carne?" "Ebbe un'improvvisa voglia di pianger...Continua
  • 1 mi piace
lunastorta
Ha scritto il 17/12/12
SPOILER ALERT
La storia è travolgente, un amore senza limiti, che conosce però il giudizio doloroso degli altri. L'amore tra due donne raccontato da un uomo, che però sa raccontarlo, sa farlo rivivere. Una storia anche troppo reale, una realtà che - in certe circo...Continua

Speechless
Ha scritto il Sep 25, 2011, 01:16
Tu sei nei miei pensieri e lì nessuno ti può toccare. Non so come farò quest’inverno. L’inverno mi fa paura. Ho paura di aver perso anche la felicità della neve come ho perso l’infanzia in collegio. Tu sei il sasso che ha infranto il vetro.
Speechless
Ha scritto il Sep 25, 2011, 01:15
La loro storia era finita così, senza un sorriso, senza un saluto, come fosse stata un’estranea.
Pag. 249
Speechless
Ha scritto il Sep 25, 2011, 01:14
Ma c'è una verità che non riesco a cancellare, cara Emma, è che io non posso dimenticarti. La mia anima respira davvero solo quando pronuncio il tuo nome, anche dopo tanto tempo. L'amore non è forse l'esperienza della parte eterna di noi? O è solo l'...Continua
Pag. 229
Speechless
Ha scritto il Sep 25, 2011, 01:11
Ti desidero qui, vicino a me, e scriverti è il solo modo per riunirmi a te. Attraverso queste lunghe lettere che voglio mandarti ogni giorno, anche se non ricevo nessuna risposta.
Pag. 217
Speechless
Ha scritto il Sep 25, 2011, 01:10
Perché la vita ci ha fatto conoscere? Perché è stata tanto crudele nell'averci fatto incontrare? il mio distacco da te è poca cosa a confronto. L'averti incontrata è stata la mia vera condanna, perché sono consapevole che io non potrò più vivere senz...Continua
Pag. 216

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi