Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le mille e una notte

Prima versione integrale dall'arabo

(73)

| Boxset | 9788806352875

Like Le mille e una notte ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

136 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Libro consigliato a chi ama le storie fantastiche, ricche di aneddoti magici: queste si incastrano tra loro in un perfetto gioco di scatole cinesi, tanto che, a volte, si finisce per dimenticare quale sia la storia principale.
    Ho trovato raramente de ...(continue)

    Libro consigliato a chi ama le storie fantastiche, ricche di aneddoti magici: queste si incastrano tra loro in un perfetto gioco di scatole cinesi, tanto che, a volte, si finisce per dimenticare quale sia la storia principale.
    Ho trovato raramente dei racconti noiosi, tra quelli narrati nel libro; ho apprezzato tantissimo gli elementi magici, quali, per esempio, la lampada di Aladino, il tappeto volante, il cavallo incantato, che, in sostanza, sono i motivi che mi hanno spinto a leggere le Mille e una notte.
    Su tutto il libro aleggia una certa aria misogina, abilmente, però, controbilanciata dalla presenza di donne astute e rette, come la narratrice Shahrazàd.

    Is this helpful?

    Amelia Peabody said on Sep 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Le mille e una notte" è forse la più straordinaria raccolta di storie di tutta la letteratura. Il pretesto che dà luogo alla narrazione e che è all'origine del titolo è ben noto: il sultano Shahriyàr, per vendicarsi dell'infedeltà della prima moglie ...(continue)

    "Le mille e una notte" è forse la più straordinaria raccolta di storie di tutta la letteratura. Il pretesto che dà luogo alla narrazione e che è all'origine del titolo è ben noto: il sultano Shahriyàr, per vendicarsi dell'infedeltà della prima moglie, fa uccidere al mattino le spose con le quali ha trascorso una sola notte. Shahrazàd, la saggia e colta figlia del visir, giovane di grande bellezza, decide di porre fine alla strage; perciò si offre come sposa al sultano, e riesce a scampare alla morte, e a salvare la vita di chissà quante altre donne, grazie alla sua intelligenza e al suo fascino: racconta a Shahriyàr una serie interminabile di bellissime storie, incastonate l'una nell'altra in un sapientissimo gioco di scatole cinesi. Per mille e una notte il crudele sultano ascolta rapito le avventure di dolci principesse, potentissimi re, geni dagli straordinari poteri, personaggi il cui nome è ormai divenuto celebre, come Aladino, Sindibàd il marinaio o Ali Babà. Al termine della narrazione Shahriyàr, ormai innamorato di Shahrazàd, rinuncia alla sua legge disumana e... "da tutti i paesi dell'impero salirono mille lodi e mille benedizioni al sultano e alla deliziosa Shahrazàd, sua sposa".

    Is this helpful?

    Alehcim said on Aug 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le mille e una notte

    Terminato quel capolavoro che è il Conte di Montecristo, sono stato subito assalito da un corposo appetito per le atmosfere arabe, orientaleggianti, per gioielli e sultani. Il passo successivo è stato quello di guardare con una certa voluttà a Le mil ...(continue)

    Terminato quel capolavoro che è il Conte di Montecristo, sono stato subito assalito da un corposo appetito per le atmosfere arabe, orientaleggianti, per gioielli e sultani. Il passo successivo è stato quello di guardare con una certa voluttà a Le mille e una notte, raccolta di storie in cui ho bramato di ritrovare quelle atmosfere e quelle ambientazioni che Dumas ha riprodotto in maniera così seducente. Di tempo ne è passato (quasi dieci anni da quando ho finito il Conte di Montecristo) e finalmente mi sono deciso a saziare questo mio appetito. Devo dire che ero indeciso tra l'edizione Einaudi e quella Mondadori (quella in tre volumi, non quella barbara in un unico ingombrante e poco gestibile tomo). Alla fine, visto che tutti i classici nella mia biblioteca hanno marchio Mondadori, ho deciso di optare per quest'ultima.

    Is this helpful?

    david said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    4 mesi sono bastati fortunatamente per terminarlo. Non dico che non mi sia piaciuto.. anzi, le storie sono incredibili, raccontate in modo eccellente, sembra di rivivere quel tempo e quella storia.. il problema è che sembrano TUTTE uguali! I protagon ...(continue)

    4 mesi sono bastati fortunatamente per terminarlo. Non dico che non mi sia piaciuto.. anzi, le storie sono incredibili, raccontate in modo eccellente, sembra di rivivere quel tempo e quella storia.. il problema è che sembrano TUTTE uguali! I protagonisti dei racconti non fanno altro che perdersi nei piaceri dell'amore, vivono notti da sogno e sconfiggono i fantasmi della fame con pietanze succulente e vini profumati.

    Una vera nota negative? Non so se questo dipende dalla mia versione delle mille e una notte.. ma dopo l'ultima storia (Aladino) non c'è nessun riferimento a Shahrazād !! Che fine ha fatto?? Mah!

    Is this helpful?

    Nicoletta (scambio solo ebook) said on Apr 30, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    facciamo il punto?

    Sono sicura di non portare a termine i quattro volumi della raccolta, anche se abbandonare il gdl mi darà quei sensi di colpa adolescenziale di scolara inefficiente. È una questione d'età e di memoria retrograda che prende il sopravvento sull'anterog ...(continue)

    Sono sicura di non portare a termine i quattro volumi della raccolta, anche se abbandonare il gdl mi darà quei sensi di colpa adolescenziale di scolara inefficiente. È una questione d'età e di memoria retrograda che prende il sopravvento sull'anterograda dalla cinica libertà. Detto questo non posso che stupirmi, da occidentale, quale livello di cultura avessero raggiunto quei Fred e Wilma di Bagdad del XII secolo! Niente a che vedere con quello della buon' anima di Saddam Hussein a cui l'Occidente ha mostrato da che parte fosse spirato il vento della civiltà in quest'ultimo millennio.
    Detto pure questo, le quattro stelle per la modernità del testo: assoluta circolarità del tempo in cui regna la parola e il suo rappresentarsi in immagini. Non si può non tacere sulla condizione femminile e della sua libertà sessuale e economica e, bellissima, la convivenza tra le tre religioni monoteiste: non solo tolleranza, che è meglio dell'intolleranza, ma che non è sinonimo di fratellanza!

    Is this helpful?

    Maria Francesca e basta said on Feb 9, 2014 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book