Le montagne della follia

Voto medio di 1326
| 143 contributi totali di cui 132 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Eliaspallanzani
Ha scritto il 30/01/18
Soccombere alla nostalgia. Una volta il nome del traduttore sulle copertine dei libri non si metteva. Evidentemente questa mancanza di rispetto turbava i traduttori, e un po' alla volta a furia di gomitatine ce l'hanno messo. Una oggi, una domani. Ov...Continua
Carlo Menzinger
Ha scritto il 13/01/18
VIAGGIO AL CENTRO DI UN’ANTARTIDE ALIENA
Sono arrivato alla mia quarta lettura di Howard Phillips Lovecraft (Providence, 20 agosto 1890 – Providence, 15 marzo 1937) e, forse, alla migliore “Le montagne della follia” (1931), sebbene non possa certo definirsi un romanzo moderno, al punto che...Continua
Giona
Ha scritto il 08/11/17
Seguendo gli indizi del Necronomicon...
La letteratura è il luogo della diversità, anzi della ‘diversitudine’. E’ letteratura tutto ciò che in poco o molto ti fa scoprire qualcosa che non sapevi, ma lo fa non secondo un piano informativo, non necessariamente, ma piuttosto ampliando le poss...Continua
Outis
Ha scritto il 12/12/16
Carina l'idea e l'ambientazione ma realizzata così così
È il primo Lovecraft che leggo ma dicono che il meglio lo ha dato nei racconti, quindi solo dopo averne letto qualcuno potrò farmi un’idea più chiara. Sicuramente il suo stile è strano e originale con tutti i suoi blasfemo e mostruoso applicati a qua...Continua
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
wolenboeken
Ha scritto il 21/11/16

Continuo a trovare perfetto lo stile di Lovecraft, ma le trame non mi prendono per niente, non so che farci.

  • 1 mi piace

Azrael
Ha scritto il Nov 18, 2010, 16:43
Danforth era completamente fuori di sé, e la prima cosa che ricordo del resto del viaggio fu che lo sentii cantare storditamente una sorta di nenia isterica che io solo al mondo ero in grado di attribuire a qualcosa d'altro che a pura follia. Quel ca...Continua
Pag. 166
  • 1 commento
Azrael
Ha scritto il Nov 18, 2010, 16:26
Ma Danforth, sollevato dall'incarico e in uno stato di estrema eccitazione nervosa, non riusciva a mantenersi calmo. Lo sentivo girarsi e contorcersi mentre guardava indietro la terribile città che si allontanava, le cime scavate o costellate di cubi...Continua
Pag. 174
  • 1 commento
Azrael
Ha scritto il Nov 18, 2010, 16:20
In quel momento, le sue grida si erano limitate alla ripetizione di un'unica parola folle dall'origine fin troppo ovvia: Tekeli-li! Tekeli-li!
Pag. 176
  • 1 commento
Azrael
Ha scritto il Nov 15, 2010, 16:27
Ogni incidente di quel volo di quattro ore e mezzo è vivo nei miei ricordi a causa del suo influsso decisivo nella mia vita. Segna la perdita, all'età di cinquantaquattro anni, di quella pace e dell'equilibrio che acquisisce una mente normale attrave...Continua
Pag. 55
  • 1 commento
Rosangela
Ha scritto il Jul 22, 2010, 09:32
In quel momento il dominio della ragione sembrava irrefutabilmente scosso perchè quei labirinti avevano delle configurazioni che escludevano ogni tipo di rifugio confortevole del razionale.
Pag. 41

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi