Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le notti di Salem

(edizione illustrata)

Di

Editore: Sperling & Kupfer (Super Bestseller)

4.0
(4775)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 653 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Ceco , Svedese , Olandese , Portoghese , Polacco , Russo , Chi tradizionale , Greco

Isbn-10: 8860617308 | Isbn-13: 9788860617309 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tullio Dobner ; Fotografo: Jerry N. Uelsmann

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Le notti di Salem?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una casa abbandonata, un paesino sperduto, vampiri assetati di sangue. Quando il giovane Stephen King decise di trapiantare Bram Stoker nel New England sapeva che la sua idea, nonostante le apparenze, era buona, ma forse neanche la sua fervida immaginazione avrebbe saputo dire quanto. Era il 1975 e, da allora, il racconto dell'avvento del Male a Jerusalem's Lot, meglio conosciuta come 'salem's Lot, non ha mai cessato di terrorizzare milioni di lettori, consacrando il suo autore come maestro dell'horror.

Questo piccolo classico contemporaneo viene ora riproposto in un'edizione illustrata arricchita da una nuova introduzione, due racconti e un sostanzioso apparato che raccoglie le pagine eliminate nella stesura finale.
Ordina per
  • 5

    Spettacolare e ansiogeno

    Sono partita da poco con King, e nel complesso tutti i libri che ho letto mi sono piaciuti molto, ma questo per ora è il mio preferito. Non sono un'amante dell'horror, ma anche se per ora ho letto pochi libri di questo autore, ho capito che più che far paura con le immagini raccapriccianti, King ...continua

    Sono partita da poco con King, e nel complesso tutti i libri che ho letto mi sono piaciuti molto, ma questo per ora è il mio preferito. Non sono un'amante dell'horror, ma anche se per ora ho letto pochi libri di questo autore, ho capito che più che far paura con le immagini raccapriccianti, King mette ansia ed adrenalina per le sue digressioni psicologiche e per la descrizione dei fatti che nella realtà accadono quotidianamente e che non hanno niente di sovrannaturale.
    Personalmente le scene che mi hanno messo più angoscia rispetto ai vampiri sono state quelle in cui i mariti picchiano e violentano le mogli fedifraghe e le mamme adolescenti picchiano i loro figli.
    E quindi la mia personale visione de "Le notti di Salem" è che King abbia voluto farci capire che l'orrore fittizio dei romanzi e dei film lo possiamo anche combattere e sconfiggere, ma l'orrore umano resterà sempre finché noi esisteremo su questa terra.
    Bellissimo romanzo, molto descrittivo ma molto avvincente.

    ha scritto il 

  • 0

    alla fine è storia di vampiri

    Confesso che l'ho comprato per il nome dell'autore e-dal titolo- pensavo più ad una storia di streghe che di vampiri. Però non è male, un pò prolisso ma efficace...i vampiri sono una garanzia di terrore! Comunque lo consiglio perchè mi sembra migliore di altri libri un "pò tirati per i capelli" d ...continua

    Confesso che l'ho comprato per il nome dell'autore e-dal titolo- pensavo più ad una storia di streghe che di vampiri. Però non è male, un pò prolisso ma efficace...i vampiri sono una garanzia di terrore! Comunque lo consiglio perchè mi sembra migliore di altri libri un "pò tirati per i capelli" di King.

    ha scritto il 

  • 4

    Romanzo d'esordio del re dell'horror, nella scrittura si sente un pò la grossolanità del primo romanzo, ma la storia si sviluppa in puro stile King, per chi ama questo scrittore non può certo farsi mancare questo libro.

    ha scritto il 

  • 3

    King alle prime armi

    Il libro con la sua mole di pagine fa fatica a decollare. Ci vuole molta pazienza prima di riuscire a finirlo. Le ultime 100 pagine sono molto belle e scorrono benissimo, ma quanta fatica prima di arrivarci. Sincereamente mi aspettavo di meglio, ma alcune scene sono davvero forti!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Premessa. Nonostante legga un po' di tutto, questo non è un genere che mi appassiona. Mesi fa m'incuriosì e ad agosto l'ho iniziato. Ho impiegato ben due mesi per finirlo. Lo prendevo, poi lo abbandonavo per giorni leggendo altri libri che finivo e lo riprendevo nuovamente. Le prime duecento pagi ...continua

    Premessa. Nonostante legga un po' di tutto, questo non è un genere che mi appassiona. Mesi fa m'incuriosì e ad agosto l'ho iniziato. Ho impiegato ben due mesi per finirlo. Lo prendevo, poi lo abbandonavo per giorni leggendo altri libri che finivo e lo riprendevo nuovamente. Le prime duecento pagine le ho trovate fin troppo lente e noiose, King si dilunga davvero molto, a mio avviso facendo anche calare l'attenzione del lettore. All'inizio ricordare tutti i personaggi è stato difficile, inoltre non riuscivo a capire quale direzione prendesse la storia. Dopo però la lettura è diventata più scorrevole ed interessante e gli eventi sono esplosi. Mi hanno colpito. Ho avuto paura dei vampiri, per poco non prendevo una croce per appendermela al collo o guardavo la finestra, e nel buio credevo potesse arrivare Barlow a grattare sul vetro per poter entrare. Sono consapevole della mia stupidità ma proprio questo terrore e la forte suggestione mi ha fatto rivalutare il libro, potendo affermare e confermare la grandiosità di King. Le pagine in cui parla di Salem's Lot mi sono piaciute tantissimo, il modo di vedere la città assediata. Ovviamente, speravo in una vita più lunga per i personaggi. A malincuore la sorte di Jimmy, Matt e padre Callahan me l'aspettavo ma non Susan, questa stupida ragazza fiondatasi, senza se e senza ma, nella “bara del vampiro”. Mark Petrie è stato il personaggio a cui mi sono affezionata maggiormente. L'intreccio fumetti e realtà, il non dubitare mai del potere del male e dei vampiri, la forza nel non parlarne, se non con le persone giuste, cercare di sconfiggerli nonostante la tremenda paura di un bambino.

    ha scritto il 

  • 3

    3 stelline e mezzo

    Un King un po' acerbo, in certi punti ho rasentato la noia. Non mi ha completamente rapita come mi aspettavo. La nota positiva è che parla di vampiri, vecchio stile, cattivi e senza cuore come dev'essere.

    ha scritto il 

  • 3

    Facciamoci un goccetto...

    Una noia pazzesca. Sarà che non è il mio genere, ma non ho provato nessuna sensazione particolare: né paura, né ribrezzo, né orrore.
    La scrittura non è male.Ma che mortuorio!Ho provato più brividi con "le novelle marinaresche di mastro Catrame", di Emilio Salgari. Encomiabile solo per gli s ...continua

    Una noia pazzesca. Sarà che non è il mio genere, ma non ho provato nessuna sensazione particolare: né paura, né ribrezzo, né orrore.
    La scrittura non è male.Ma che mortuorio!Ho provato più brividi con "le novelle marinaresche di mastro Catrame", di Emilio Salgari. Encomiabile solo per gli schei che è riuscito a portare a casa.

    ha scritto il 

Ordina per