Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le parole magiche di Kengi il Pensieroso

Di

Editore: Il battello a vapore

3.9
(38)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 237 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8838437491 | Isbn-13: 9788838437496 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Children , History

Ti piace Le parole magiche di Kengi il Pensieroso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Tra il Tigri e l’Eufrate

    Ogni tanto mi piace leggere qualche libro per ragazzi e sistemando la libreria mi sono ritrovata questo piccolo romanzo tra le mani.
    Anche se si tratta di una lettura leggera e consigliata ad una fascia di età compresa tra i 10 e 12 anni, io mi sento di consigliarlo a tutti.

    Lo stile ...continua

    Ogni tanto mi piace leggere qualche libro per ragazzi e sistemando la libreria mi sono ritrovata questo piccolo romanzo tra le mani.
    Anche se si tratta di una lettura leggera e consigliata ad una fascia di età compresa tra i 10 e 12 anni, io mi sento di consigliarlo a tutti.

    Lo stile è semplice e veloce.
    La storia è suddivisa in due parti ed in capitoli, per la precisione venti.
    L’autore ha deciso di inserire anche un breve dizionario con alcune spiegazioni ed illustrazioni utili al lettore.

    Passiamo alla trama del libro.

    Come avrete già capito, Kengi è il protagonista principale del libro, è un giovane contadino al quale piace sempre sognare ad occhi aperti.
    Kengi per tutti era un ragazzino troppo debole e con la testa fra le nuvole.
    Questo ragazzino però è anche molto generoso, gentile e sempre disponibile.
    Un giorno andando al fiume a prendere l’acqua vide una grossa nave mercantile.
    Dalla grande imbarcazione cadde un uomo e Kengi non esitò neanche un momento ed andò a salvarlo.
    Subito dopo aver salvato l’uomo decise di scappare siccome aveva paura di venir incolpato di qualcosa che non aveva fatto.
    Da questo momento però la vita di questo giovane salvatore cambierà drasticamente.

    Si tratta di un breve libro molto coinvolgente ed interessante.
    Una storia che fa capire che con la buona volontà tutti noi possiamo cambiare il nostro destino.

    Cosa aggiungo? Leggetelo, non ve ne pentirete!

    ha scritto il 

  • 5

    una sorpresa

    ho letto il libro perché fa parte dei compiti delle vacanze della creatura di 10 anni di cui mi occupo, mi ha assolutamente sorpreso: una lettura perfetta per la sua età. scritto bene e con passione. I temi sono diversi e tra tutti c'é questo amore per le parole che vibra in ogni pagina. Lo consi ...continua

    ho letto il libro perché fa parte dei compiti delle vacanze della creatura di 10 anni di cui mi occupo, mi ha assolutamente sorpreso: una lettura perfetta per la sua età. scritto bene e con passione. I temi sono diversi e tra tutti c'é questo amore per le parole che vibra in ogni pagina. Lo consiglio vivamente a chi si occupa di bambine/i, come proposta e stimolo alla lettura. unico appunto: la copertina non gli rende giustizia!

    ha scritto il 

  • 4

    Ho letto questo romanzo da bambino e mi ha colpito moltissimo, magica l'atmosfera babilonese e appassionante la storia del protagonista. Uno dei libri che mi è rimasto dentro.

    ha scritto il 

  • 4

    bello

    Non so perchè, ma l' antico Egitto mi ha sempre affascinata, sarà per le sue storie avvolte dal mistero, sarà per tutte le tradizioni che aveva questo popolo. Penso che Kengi sarebbe stato disposto a tutto per imparare a scrivere...e se anch' io mi fossi trovata nelle sue condizioni...beh, penso ...continua

    Non so perchè, ma l' antico Egitto mi ha sempre affascinata, sarà per le sue storie avvolte dal mistero, sarà per tutte le tradizioni che aveva questo popolo. Penso che Kengi sarebbe stato disposto a tutto per imparare a scrivere...e se anch' io mi fossi trovata nelle sue condizioni...beh, penso che avrei fatto lo stesso

    ha scritto il 

  • 4

    Kengi è un orfano, allevato dagli zii e destinato dalla sua stessa nascita a vivere e morire come contadino, nonostante il suo sogno sia un altro: quello di scoprire la magia delle tavolette d'argilla e diventare uno scriba. Ma si sà, gli dei alle volte si prendono gioco dei destini degli uomini ...continua

    Kengi è un orfano, allevato dagli zii e destinato dalla sua stessa nascita a vivere e morire come contadino, nonostante il suo sogno sia un altro: quello di scoprire la magia delle tavolette d'argilla e diventare uno scriba. Ma si sà, gli dei alle volte si prendono gioco dei destini degli uomini e qualche volta, complice il salvataggio di un ricco mercante, possono riservare alcune sorprese.

    ha scritto il 

  • 4

    Lessi questo libro da piccolo e ricordo che per diversi anni lo annoverai tra i più belli che avessi letto. L'amore sviscerato per la scrittura, per la lettura che si incarnavano in Kengi passavano come per osmosi dal libro a me. Lo amai. Mi spinse a leggere, a bramare con maggiore forza la lettu ...continua

    Lessi questo libro da piccolo e ricordo che per diversi anni lo annoverai tra i più belli che avessi letto. L'amore sviscerato per la scrittura, per la lettura che si incarnavano in Kengi passavano come per osmosi dal libro a me. Lo amai. Mi spinse a leggere, a bramare con maggiore forza la lettura. Penso che qualsiasi bambino con un briciolo di passione per i libri non possa non leggerlo con piacere.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    anche se è un libro per ragazzi possiamo tranquillamente classificarlo come "romanzo storico". Ambientato ai tempi degli antichi Sumeri ad Ur parla di un ragazzo e del suo amore per la scrittura. Libro molto bello: non solo per la perfetta ambientazione storica (l'autore infatti ci cala direttame ...continua

    anche se è un libro per ragazzi possiamo tranquillamente classificarlo come "romanzo storico". Ambientato ai tempi degli antichi Sumeri ad Ur parla di un ragazzo e del suo amore per la scrittura. Libro molto bello: non solo per la perfetta ambientazione storica (l'autore infatti ci cala direttamente nella vita quotidiano dell'epoca) ma anche per l'amore per la scrittura che il libro trasmette. Un libro che può far riuscire a capire ai ragazzi il dono immenso che hanno ricevuto da chi gli ha insegnato a leggere e a scrivere e di come sia una ricchezza di per se, senza la quale seremmo molto più poveri.
    Tre stelline perchè in fin dei conti sono un adulto che ha letto un libro per bambini... mi sarebbe veramente piaciuto leggerne una versione "più matura"

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Kengi delle meraviglie!

    E' stata una lettura piacevolissima e a tratti appassionante. Non è solo la storia avventurosa di un ragazzino di tredici anni che si trova a salvare la vita ad un uomo potente e a ottenere così, come premio per questo gesto, la realizzazione di un suo sogno segreto. E' una parabola sulla lettur ...continua

    E' stata una lettura piacevolissima e a tratti appassionante. Non è solo la storia avventurosa di un ragazzino di tredici anni che si trova a salvare la vita ad un uomo potente e a ottenere così, come premio per questo gesto, la realizzazione di un suo sogno segreto. E' una parabola sulla lettura, sui misteri del desiderio intrinseco in alcuni di scoprire cosa è scritto, e l'appropriarsi del significato delle parole, dei segni, della scrittura stessa. E' anche una tenerissima e delicata storia di amicizia e forse di amore, comunque di solidarietà e sostegno. E' la storia dolce e anche un po' amara, ma a lieto fine, del passaggio dall'età infantile all'età adulta con tutte le difficoltà e le peripezie che bisogna attraversare per approdarvi.
    Un libro che consiglio a tutte le mamme che non sanno che libro acquistare per le vacanze, da far leggere ai propri figlioletti. Io adesso sto riprendendone la lettura ad alta voce, per il figlio più piccolino. E anche al piccolo la storia di Kengi e delle sue parole magiche, sta piacendo moltissimo.

    ha scritto il