Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le parole per dirlo

By Marie Cardinal

(170)

| Paperback

Like Le parole per dirlo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

97 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Testimonianza coraggiosa e autentica sul percorso di psicoanalisi svolto dall'autrice, dai sintomi alla guarigione, dal suo mettersi in gioco alla scoperta di se stessa, dalla morte alla rinascita. La descrizione di 7 anni di cammino nei meandri dell ...(continue)

    Testimonianza coraggiosa e autentica sul percorso di psicoanalisi svolto dall'autrice, dai sintomi alla guarigione, dal suo mettersi in gioco alla scoperta di se stessa, dalla morte alla rinascita. La descrizione di 7 anni di cammino nei meandri dell'animo umano per guardare la realtà e abbattere paure e resistenze. Bellissimo, da leggere con calma per capire e metabolizzare ogni passaggio.

    Is this helpful?

    Simona said on Aug 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un classico. Letto ora. L'analisi, senza pudori. Una resa dei conti al femminile.

    Is this helpful?

    Barbara Setti said on Jun 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Letto tanti anni fa e probabilmente ero troppo giovane e superficiale per comprenderlo. Non ne ho un bel ricordo.

    Is this helpful?

    Marlene said on Jun 18, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    "Avevo molte storie da raccontare, molti aneddoti , ma della storia che abitava dentro di me, la cosa, questa colonna del mio essere, ermeticamente chiusa, piena di buio, in movimento, come facevo a parlarne? Era una colonna densa, spessa, percor ...(continue)

    "Avevo molte storie da raccontare, molti aneddoti , ma della storia che abitava dentro di me, la cosa, questa colonna del mio essere, ermeticamente chiusa, piena di buio, in movimento, come facevo a parlarne? Era una colonna densa, spessa, percorsa talvolta da spasmi, da affanni e da movimenti lenti come quelli dell'acqua nei sottofondi marini. I miei occhi non erano più finestre, benchè fossero aperti sapevo che li avevo chiusi, che erano solo due fette di globi oculari"

    "Sapevo anche che le parole che venivo a riversare a fiumi, tre volte a settimana, erano diverse dalle loro, che ognuno aveva la propria storia, altrettanto penosa, altrettanto irrisoria, altrettanto incomprensibile per gli altri , altrettanto intollerabile per loro"

    "Dovevo riuscire a vedere senza vedere, senza sentire"

    "Forse la mia paura, una volta espressa, mi avrebbe annientata? Forse la mia paura, una volta espressa, sarebbe stata giudicata insignificante? Forse la mia paura, una volta espressa, mi avrebbe tolto qualsiasi importanza o forse la mia paura, una volta espressa, si sarebbe rivelata non tanto come paura quanto come una tara vergognosa?"

    "Molto più tardi avrei imparato che il pensiero non si affaccia spontaneamente alla porta del nascosto, non basta voler penetrare nell'inconscio perchè la mente venga dietro. Il pensiero temporeggia, va avanti poi indietro, esita, sta in agguato ma poi quando viene il momento giusto si ferma davanti alla porta come un cane da punta, rimane paralizzato, poi è il padrone che deve fare alzare la selvaggina"

    "Dimenticare è come chiudere una serratura estremamente complicata, che però è soltanto una serratura, non è una gomma e non è una spada, non cancella e non uccide, tiene chiuso e basta"

    "Che sia a causa di quei momenti che nel corso della mia vita fino ad oggi le mie riflessioni mi hanno sempre riportato alla mia condizione un frammento dell'universo? Che sia a causa dell'armonia di quelle notti antiche che accetto la mia esistenza solo quando sento che è cosmica? Che sia a causa dell'intesa che esisteva tra me e lei che mi sento felice soltanto quando ho l'impressione di partecipare a un tutto?"

    "La felicità esiste lo sapevo, l'avevo sempre saputo, la felicità semplice, piena. La felicità alla quale avevo sempre riservato un grande spazio e che finalmente dopo tanti anni mi invadeva improvvisa, inaspettata. Più di trent'anni passari ad aspettarla!"

    "Vieni, guardiamcoi, non cessare di guardarmi, ora entreremo nelle onde, conosco una striscia di sabbia bianca dove non potrai farti male, dovrai soltanto lasciarti andare. Ricordati, mio dolce, mio caro, che il mare è buono se non lo fermi, vuole solo lambirti, accarezzarti, portarti, cullarti. Lascialo fare e vedrai che ti piacerà. Altrimenti ti farà paura. Aggrappati alla schiuma, senti sotto i piedi la sabbia che scappa insieme all'onda? Scappa con la sabbia, ora lascia che la corrente ti prenda la schiena. Oplà, una capriola! Tuffati, tuffati! Lasciati avvolgere, massaggiare dall'acqua. Superate le onde nuoteremo verso il largo. Ti prego, continua a guardarmi."

    Is this helpful?

    Babydreams said on May 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    E' la storia di un'analisi riuscita in cui la protagonista parla delle parti più intime e nascoste di se stessa, anche se poi non mi sembra così profonda, parla dei suoi sogni e li interpreta, riesce a dare una svolta positiva alla sua vita.
    Per lei ...(continue)

    E' la storia di un'analisi riuscita in cui la protagonista parla delle parti più intime e nascoste di se stessa, anche se poi non mi sembra così profonda, parla dei suoi sogni e li interpreta, riesce a dare una svolta positiva alla sua vita.
    Per lei la psicoanalisi porta ad una nuova nascita.
    Alla fine perfettamente guarita si congeda dall'analista. Di lui dice "Maledetto ometto, è rimasto mascherato fino alla fine", ed esce dallo studio con "una voglia di vivere e di costruire grossa come il pianeta"

    Is this helpful?

    Aldo Rita said on Mar 30, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Autobiografico, delicato, commovente e coinvolgente...un viaggio nei meandri dell'animo.
    Un lungo e difficile cammino introspettivo...fino al raggiungimento della consapevolezza....e quindi alla RINASCITA.
    "non potremmo mai amarci .....
    non potremm ...(continue)

    Autobiografico, delicato, commovente e coinvolgente...un viaggio nei meandri dell'animo.
    Un lungo e difficile cammino introspettivo...fino al raggiungimento della consapevolezza....e quindi alla RINASCITA.
    "non potremmo mai amarci .....
    non potremmo mai relazionarci....
    non potremmo mai realizzarci.....
    se prima non comprenderemo e accetteremo chi siamo e chi siamo stati..."
    Questo è il messaggio che ho "letto" tra le righe di questo indimenticabile libro!

    Is this helpful?

    KATIUSCIA said on Mar 27, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (170)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 291 Pages
  • ISBN-10: A000016630
  • Publisher: Bompiani
  • Publish date: 1979-11-01
  • Also available as: Hardcover , Softcover , Others
Improve_data of this book