Le parole per dirlo

Voto medio di 729
| 111 contributi totali di cui 102 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Incubi, angosce, paure della morte e della vita. È un male che paralizza, inibisce, confonde, fa perdere coscienza di sé, annulla il senso delle proprie azioni. La famiglia, i ruoli, la condizione di donna, la società, la morale. E a monte un'infanzi ...Continua
Agrotere
Ha scritto il 12/09/17
"Dimenticare è come chiudere una serratura estremamente complicata, che però è soltanto una serratura, non è una gomma e non è una spada, non cancella e non uccide, tiene chiuso e basta". Un libro bellissimo, che ogni donna dovrebbe leggere. Doloroso...Continua
evelyn
Ha scritto il 27/11/16
Le parole per dirlo
Alcuni passaggi sono indubbiamente intensi ed intrisi del dolore dell'Io narrante (questo giustifica l'assegnazione di tre stelline): una storia di abuso psicologico agghiacciante. Tuttavia il racconto è ripetitivo, a tratti noioso, pesante, verso la...Continua
alice
Ha scritto il 07/09/16
Immagino che i primi libri della Cardinal (quelli che ella scrisse dopo aver compreso, come in un'illuminazione, il potere purificante delle parole giuste, la capacità, della scrittura, di lavare il cuore, le viscere, il cervello, di espellere i fumi...Continua
zombie49
Ha scritto il 22/02/16
Sette anni in analisi
A trent’anni la protagonista, forse la stessa Marie Cardinal, è sull’orlo del suicidio o della malattia mentale, ossessionata da fobie, ipocondria, paranoia, malattie psicosomatiche, quando decide di rivolgersi a uno psicoanalista. Iniziano così anni...Continua
Ransie
Ha scritto il 15/09/15

trovato per caso nella casa di mare...una scoperta straordinaria, commovente e vero fino a non farti respirare...però devi essere sufficentemente serena per immergerti in questa analisi


Diana
Ha scritto il Aug 07, 2015, 10:31
Mi prendevo per una scrittrice? No, andiamo, non era possibile, non io. Una scrittrice, io? Scrivere io? Anche una cattiva scrittrice? Che idea! Sicuramente un altro scherzo dell'analisi. Stavo tanto meglio che credevo che tutto mi fosse possibile.
Diana
Ha scritto il Aug 07, 2015, 10:30
Durante tutta l'analisi e ancora oggi non ho mai smesso di meravigliarmi di fronte al lavoro stupendo che avviene tra il conscio e l'inconscio. Api instancabili. L'inconscio si calava nel profondo del mio essere a cercare ricchezze che mi appartenev...Continua
Diana
Ha scritto il Jul 31, 2015, 09:17
Ogni volta che ho aperto una di quelle porte terrificanti mi sono accorta che il meccanismo della serratura era meno complicato di quanto pensassi e che laddove pensavo di trovare il terrore, la tortura, l’orrore, scoprivo soltanto una bambina sconvo...Continua
Diana
Ha scritto il Jul 31, 2015, 09:16
Dimenticare e' come chiudere una serratura estremamente complicata, che però e' soltanto una serratura, non e' una gomma, non e' una spada, non cancella e non uccide, tiene chiuso e basta.
Fabianaitaly
Ha scritto il Feb 11, 2011, 12:44
Durante tutta l'analisi e ancora oggi non ho mai smesso di meravigliarmi di fronte al lavoro stupendo che avviene tra il conscio e l'inconscio. Api instancabili. L'inconscio si calava nel profondo del mio essere a cercare ricchezze che mi apparteneva...Continua
Pag. 232

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi