Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le perfezioni provvisorie

I grandi autori di Noir, 4

By Gianrico Carofiglio

(117)

| Hardcover

Like Le perfezioni provvisorie ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

1038 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Provvisoriamente perfetto

    L'avvocato Guerrieri che si improvvisa investigatore è una bella variante sul tema. Un po' telefonato il finale ma la storia fila bene.

    Is this helpful?

    Gio said on Oct 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    31-2014

    Decisamente apprezzo come scrive Carofiglio. Pulito, razionale, descrittivo ma senza inutili fronzoli. In breve come avrei voluto scrivere io se mai avessi tentato la carriera di scrittore. Le perfezioni provvisorie narra un'altra vicenda dell'avvoca ...(continue)

    Decisamente apprezzo come scrive Carofiglio. Pulito, razionale, descrittivo ma senza inutili fronzoli. In breve come avrei voluto scrivere io se mai avessi tentato la carriera di scrittore. Le perfezioni provvisorie narra un'altra vicenda dell'avvocato Guerrieri, a metà tra cronaca giudiziaria e thriller, con splendidi scorci di Bari e riflessioni post-quarant'anni. Consigliato.

    Is this helpful?

    said on Oct 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La "vena umana"

    C'è chi dice che ogni romanzo, dal Thriller politico all'horror-splatter, oltre alla vera propria "trama di genere", debba avere una vena umana che ti faccia venir voglia di leggere la storia.

    Non ho mai letto nulla di Carofiglio (credo solo raccont ...(continue)

    C'è chi dice che ogni romanzo, dal Thriller politico all'horror-splatter, oltre alla vera propria "trama di genere", debba avere una vena umana che ti faccia venir voglia di leggere la storia.

    Non ho mai letto nulla di Carofiglio (credo solo racconti in qualche antologia) e non so se sappia creare o meno una trama "gialla". Di sicuro qui la trama gialla non è degna di elogi, e mi è parso che la cosa Carofiglio lo sapesse bene e l'abbia relegata in secondo piano.

    Però, pur essendo un giallo da Topolino, la vena umana è perfetta e realistica, il protagonista è delineato perfettamente.

    Non mi sento di consigliarlo, ma nemmeno di dire che fa schifo solo perchè non ti frega assolutamente nulla di cosa sia successo alla vittima, e quando lo scopri dici "ah, va bèh". Alla fine ti frega di sapere cosa passa per la testa di Guerrieri, e tanto mi è bastato.

    Is this helpful?

    Poddeddu said on Sep 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Buon libro italiano

    Sicuramente migliore del romanzo breve precedentemente letto, questo libro l'ho trovato scorrevole e divertente.
    L'avv. Guerrieri con le sue continue citazioni sia cinematografiche che letterarie riesce a interessare il lettore e a volte il protagon ...(continue)

    Sicuramente migliore del romanzo breve precedentemente letto, questo libro l'ho trovato scorrevole e divertente.
    L'avv. Guerrieri con le sue continue citazioni sia cinematografiche che letterarie riesce a interessare il lettore e a volte il protagonista del libro di Carofiglio fa anche divertire con battute sagaci.
    Quindi il libro è piacevole basta non considerarlo un libro giallo nel senso compiuto del termine, qui capire il colpevole risultava facilissimo e il dubbio giunge fin troppo presto.
    Occorre considerare il mistero come un contorno e la vita e le congetture di Guerrieri il vero motore conduttore del romanzo per poterne godere a pieno.
    Si legge, ma non è un dovere!

    Is this helpful?

    Jack Burton said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    carino, lettura piacevole, scrittura leggera e divertita. Scorre via facile facile come un bicchier d'acqua. Del rubinetto, 'che quella di fonte è altra cosa

    Is this helpful?

    Effimera said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Li ho voluti leggere in sequenza, uno dietro l'altro. L'avvocato Guerrieri è diventato il mio compagno di vacanza, ed è stato sorprendente. A pagina 15 del primo romanzo sono stata sul punto di chiudere tutto per una frase costruita male che mi sembr ...(continue)

    Li ho voluti leggere in sequenza, uno dietro l'altro. L'avvocato Guerrieri è diventato il mio compagno di vacanza, ed è stato sorprendente. A pagina 15 del primo romanzo sono stata sul punto di chiudere tutto per una frase costruita male che mi sembrava insopportabile, ed è oltremodo inconsueto che io non l'abbia fatto. A pagina 51 mi ha conquistata con un aggettivo perfetto. A pagina 185 del secondo romanzo mi sono innamorata del personaggio, e non c'è più stato nulla da fare. Sarà senz'altro per tutti i dettagli che abbiamo in comune, il Guerrieri ed io - il giro di boa dei quarant'anni, pochissimi amici, e "quella stronza idea di smettere di fumare". Quella sottile solitudine sentimentale che lo avvolge tra una storia e l'altra, ma anche la naturalezza con cui si lascia coinvolgere. I pensieri del risveglio, l'insonnia, il senso dell'umorismo, l'essere un uomo di sinistra. Il suo senso etico. La sua passione onnivora estesa alla musica, al cinema, alle persone, alla buona cucina. Tutto concorre a renderlo un uomo amabile. Desiderabile. E certo, i suoi casi sono costruiti bene, intorno a circostanze e personaggi estremamente verosimili, grazie al fatto che Carofiglio sia magistrato. Ma costruiti anche in maniera affascinante, da scrittore scafato, non banale - la suspence amalgamata al suo modo di cucinarsi una cena, di approcciare o meglio lasciarsi approcciare dalle donne, di affrontare le crisi di panico, di ricordare l'infanzia. Di stemperare la solitudine comprando libri e dischi e cenando in un locale che pagherei non so che cosa per averlo qui. Questo mi ha sorpresa, perchè di Carofiglio conoscevo la professione ma ignoravo la sua voracità di lettore appassionato e onnivoro. Che è sicuramente responsabile del suo stile. E insomma, ragazzi. Difficile, tenere a mente che il Guerrieri nella realtà non esista. Che peccato. Speriamo almeno che Carofiglio abbia in mente ancora infinite storie da scrivere intorno a lui.

    Is this helpful?

    Dania said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book