Le piccole memorie

Voto medio di 266
| 66 contributi totali di cui 46 recensioni , 20 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Una scrittura sensibile e delicata che racconta i suoni del vento e dell’acqua, materializza il greto argilloso del fiume e le tinte di una campagna disseminata di olivi. E poi restituisce i sogni e i colori della vita quotidiana di un ragazzino nel ...Continua
Magrathea
Ha scritto il 17/05/18
Il taglio doloroso di una pagina di carta
Indietro nel tempo quando erano altri tempi. E giochi semplici e vita ridotta all'osso. Anni '30, l'odore della guerra, e momenti di grande essenzialità. Su tutto i legami familiari, presenze ed assenze, l'analfabetismo ed i scherzi di iniziazione fr...Continua
senny89
Ha scritto il 27/11/17
SPOILER ALERT
Un libro di memorie del giovane Saramago quando viveva in Portogallo coi genitori e i nonni; sono tutta una serie di aneddoti, spesso slegati tra loro, con salti temporali avanti e indietro che non aiutano a capire bene lo svolgersi dell'infanzia del...Continua
fran_ces
Ha scritto il 18/03/17

la scrittura di Saramago mi incanta e rapisce. Il contenuto di questo libretto di un centinaio di pagine mi lascia a bocca asciutta. media tre stelline.

Piffipoffi
Ha scritto il 13/03/16

Saramago...un mago della penna.tutto ciò' che scrive e' magico.

utti
Ha scritto il 27/01/16

O Zé nunca pode ser considerado um escritor fácil, mas em este livro encontrei-lo demasiado cansativo. Não é uma história, são imagens que dão uma ideia do homem, mas ainda não chega.


Camilla
Ha scritto il Aug 26, 2012, 14:03
Sinceramente penso che il romanzo Tutti i nomi forse non sarebbe giunto a esistere quale lo possiamo leggere se io, nel 1996, non fossi stato tanto addentro a quel che succede nelle conservatorie dell'anagrafe... (in seguito alla ricerca dei document...Continua
Pag. 99
Camilla
Ha scritto il Aug 26, 2012, 13:53
Ecco, perchè risulti, l'itinerario esatto e definitivo dei nostri frequenti cambiamenti di residenza: un luogo conosciuto come Quinta do Perna-de-Pau, alla Picheleira, da dove cominciammo, poi Rua E, nell'Alto do Pina (che poi è divenuta Luìs Monteir...Continua
Pag. 93
Camilla
Ha scritto il Aug 26, 2012, 13:49
Ogni tanto, una o due volte al mese, si presentava in visita un loro (dei Barata, NdC) parente, doveva essere un nipote o un cugino, che si chiamava Julio, cieco, e che era ricoverato non so in che pensionato. Indossava un'uniforme di cotonina grigio...Continua
Pag. 89
Camilla
Ha scritto il Aug 26, 2012, 13:46
Fra Penha de França, dove abitavamo, e la scuola, sulla strada che è oggi l'Avenida General Roçadas e dopo Rua da Graça, c'erano due cinema, il Salao Oriente e il Royal Cine (...)
Pag. 88
Camilla
Ha scritto il Aug 26, 2012, 13:44
Al Gil Vicente si entrava da una rampa parallela alla stretta strada che va da Largo de Sao Vicente a Campo Santa Clara. Subito dopo il portone si apriva in un grande cortile, che era dove ci riunivamo per la ricreazione.
Pag. 86

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi