Le porte di Camelot

Le cronache di Camelot, vol.7

Di

Editore: Piemme

3.8
(362)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 366 | Formato: Altri

Isbn-10: 8838482934 | Isbn-13: 9788838482939 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Carena

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Le porte di Camelot?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un macabro benvenuto aspetta Veronica Varro al suo arrivo in Cambria, regno del suocero Ullic. Gabbie di legno sospese su un'enorme fossa di fuoco e all'interno di esse centinaia di uomini destinati a bruciare vivi. L'orrore di quella notte strappa a Veronica una muta promessa: avrebbe sottratto il figlio a quella barbarie. Così l'infanzia di Uther, futuro padre di Artù, trascorre divisa tra l'oscura e rude Cambria e Camelot, la raffinata corte materna. AIsuo fianco, il cugino Merlino, inseparabile amico e compagno di giochi. Ma la vita ben presto gli imporrà una difficile scelta.
Ordina per
  • 3

    In questo capitolo della saga di White seguiamo le vicende di Uther Pendragon, dalla sua nascita fino alla sua incoronazione come re. Egli cresce insieme al cugino Caio Britannico, meglio conosciuto ...continua

    In questo capitolo della saga di White seguiamo le vicende di Uther Pendragon, dalla sua nascita fino alla sua incoronazione come re. Egli cresce insieme al cugino Caio Britannico, meglio conosciuto come Merlino. La loro infanzia trascorrere tra Tir Mahnra, città natale del padre di Uther e Camelot, dove invece è nata la madre. I due luoghi non potrebbero essere più diversi: il primo, rude e selvaggio, in cui l'ordine e la disciplina dei soldati viene sempre in primo piano, e dove le stagioni sono dominati dal freddo e dal buio. Camelot invece è una città più moderna, le case sono calde e confortevoli, e qui Uther imparerà il valore della cultura. Questi due luoghi, di luce e ombre, sembrano rispecchiare perfettamente il carattere del futuro re, che diverrà si un grande e valoroso cavaliere, ma avrà in sé anche quel furore e quella parte selvaggia che lo caratterizzerà in ogni sua azione e battaglia, contribuendo a plasmarne il mito.

    ha scritto il 

  • 3

    Ohibò, ho sbagliato libro? C’è scritto VII…l’ordine è giusto…mah, leggiamo! Hai capito Whyte che ci fa lo scherzetto? Tutti che aspettavamo di leggere di Artù, della Tavola Rotonda, di Ginevra e, maga ...continua

    Ohibò, ho sbagliato libro? C’è scritto VII…l’ordine è giusto…mah, leggiamo! Hai capito Whyte che ci fa lo scherzetto? Tutti che aspettavamo di leggere di Artù, della Tavola Rotonda, di Ginevra e, magari anche di Lancillotto, e invece, torniamo indietro e ripercorriamo le vicende già note da un singolare punto di vista: Uther Pendragon, cugino di Merlino. 8

    ha scritto il 

  • 5

    Un macabro benvenuto aspetta Veronica Varro al suo arrivo in Cambria, regno del suocero Ullic. Gabbie di legno sospese su un'enorme fossa di fuoco e all'interno di esse centinaia di uomini destinati a ...continua

    Un macabro benvenuto aspetta Veronica Varro al suo arrivo in Cambria, regno del suocero Ullic. Gabbie di legno sospese su un'enorme fossa di fuoco e all'interno di esse centinaia di uomini destinati a bruciare vivi. L'orrore di quella notte strappa a Veronica una muta promessa: avrebbe sottratto il figlio a quella barbarie. Così l'infanzia di Uther, futuro padre di Artù, trascorre divisa tra l'oscura e rude Cambria e Camelot, la raffinata corte materna. AI suo fianco, il cugino Merlino, inseparabile amico e compagno di giochi. Ma la vita ben presto gli imporrà una difficile scelta.

    ha scritto il 

  • 5

    Un macabro benvenuto aspetta Veronica Varro al suo arrivo in Cambria, regno del suocero Ullic. Gabbie di legno sospese su un'enorme fossa di fuoco e all'interno di esse centinaia di uomini destinati a ...continua

    Un macabro benvenuto aspetta Veronica Varro al suo arrivo in Cambria, regno del suocero Ullic. Gabbie di legno sospese su un'enorme fossa di fuoco e all'interno di esse centinaia di uomini destinati a bruciare vivi. L'orrore di quella notte strappa a Veronica una muta promessa: avrebbe sottratto il figlio a quella barbarie. Così l'infanzia di Uther, futuro padre di Artù, trascorre divisa tra l'oscura e rude Cambria e Camelot, la raffinata corte materna. AI suo fianco, il cugino Merlino, inseparabile amico e compagno di giochi. Ma la vita ben presto gli imporrà una difficile scelta.

    ha scritto il 

  • 3

    Primo libro della linea Uther.
    Filone parallelo alla storia principale, dove vengono ricalcati i principali eventi della storia sotto l'ottica esclusiva di Uther.
    Nel complesso un buon libro, utile pe ...continua

    Primo libro della linea Uther.
    Filone parallelo alla storia principale, dove vengono ricalcati i principali eventi della storia sotto l'ottica esclusiva di Uther.
    Nel complesso un buon libro, utile per chiarire l'ascesa al trono del Re di Cambria.

    ha scritto il 

  • 4

    Vol 7

    Fa parte di una saga molto coinvolgente, le Cronache di Camelot , che narra la storia di Re Artù sullo sfondo della caduta dell'impero Romano in Britannia.

    In tutta la saga, Whyte non menziona m ...continua

    Vol 7

    Fa parte di una saga molto coinvolgente, le Cronache di Camelot , che narra la storia di Re Artù sullo sfondo della caduta dell'impero Romano in Britannia.

    In tutta la saga, Whyte non menziona minimamente la "magia" ma si concentra molto a livello storico.

    E' una saga che mi ha coinvolta particolarmente.

    Consigliata a chi ama la storia. Molto bella!

    ha scritto il