Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le quattro casalinghe di Tokyo

By Natsuo Kirino

(1363)

| Softcover | 9788854503229

Like Le quattro casalinghe di Tokyo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nel turno di notte di una fabbrica lavorano quattro amiche logorate dalla vita casalinga e coniugale. Il loro sistema nervoso è sottoposto a una continua tensione. La prima a cedere è la più giovane, la graziosa Yayoi, madre e moglie esemplare. Una n Continue

Nel turno di notte di una fabbrica lavorano quattro amiche logorate dalla vita casalinga e coniugale. Il loro sistema nervoso è sottoposto a una continua tensione. La prima a cedere è la più giovane, la graziosa Yayoi, madre e moglie esemplare. Una notte, in un impeto di rabbia, strozza con una cintura il marito, tornato a casa ubriaco dopo aver dilapidato tutti i risparmi con una ragazza cinese abbordata in un bar. Yayoi chiede aiuto a Masako, l'amica più intelligente e coraggiosa, che a sua volta coinvolge Yoshie, una donna angariata da una figlia adolescente capricciosa e da una suocera invalida.

534 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Cinque stelline per questo noir molto splatter anche se il titolo in italiano lascia un po' a desiderare ed è alquanto fuorviante. I giapponesi non mi deludono mai!

    Is this helpful?

    Giuli said on Sep 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tre stelle e mezza.

    Non amo i libri lunghi e non sono appassionata di thriller, ma questo libro l'ho letto in poco più di due settimane, complice anche una vacanza scandita da giornate piovose.
    Quattro colleghe insoddisfatte della loro vita, le difficoltà economiche che ...(continue)

    Non amo i libri lunghi e non sono appassionata di thriller, ma questo libro l'ho letto in poco più di due settimane, complice anche una vacanza scandita da giornate piovose.
    Quattro colleghe insoddisfatte della loro vita, le difficoltà economiche che ne condizionano l'esistenza, l'omicidio del marito di una di loro, l'occultamento del cadavere. Questo l'incipit della storia che farà emergere il lato peggiore delle quattro donne e le trascinerà nel mondo del crimine, da cui non sarà facile uscirne...vive!
    E un ritratto del Giappone non proprio lusinghiero: una società maschilista e sessista che non premia le donne sul lavoro, l'interesse sessuale di uomini maturi per le ragazzine, il razzismo nei confronti dei lavoratori stranieri.
    Un racconto molto crudo, a volte macabro, a volte poco realistico (spero che le indagini sugli omicidi vengano condotte un po' meglio nella realtà) e sul finale un po' esagerato direi.
    Poi accendi la tv e al telegiornale senti la notizia di un uomo fatto a pezzi ritrovato in un trolley … pare un professore ucciso da due ragazzi.

    Is this helpful?

    Danih2o said on Aug 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    家家有本難念的經,但女人在家庭的地位卻永遠是最無聲弱勢的一群,那不是因為她們不夠強悍,而是因為傳統隱忍求全的性格,殺人分屍固然是本書最具話題性的鋪陳、也成功地在過程中被撩撥起了感官震撼,但看完本書更深切的感受卻是桐野夏生身為女性作家,卻也不放過筆下的女性角色,任她們從現實逃到書裡依舊擺脫不了人生的苦楚,從前段書寫的四人家庭狀況會讓人感受到不少女人面對現實環境與社會觀感下所承受到的莫大壓力與責任束縛,到殺人分屍過程的無奈反叛與結局安排的掙脫禁錮方式,在在都更突顯這群家庭主婦不被理解的孤寂與悲哀。

    Is this helpful?

    Jrue said on Aug 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Nipponicamente interessante... Lontano dal nostro sentire, certo, ma interessante

    Is this helpful?

    Marina mm said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    vicende lontanissime eppure vicine

    Leggere gli autori giapponesi mi dà sempre l'impressione di dare un'occhiata ad una società diversa e incomprensibile. Questo romanzo, lungo ma ben costruito, non fa eccezione. Però mi ha colpito particolarmente perchè fra le varie vicende rannate, a ...(continue)

    Leggere gli autori giapponesi mi dà sempre l'impressione di dare un'occhiata ad una società diversa e incomprensibile. Questo romanzo, lungo ma ben costruito, non fa eccezione. Però mi ha colpito particolarmente perchè fra le varie vicende rannate, alcune al limite del grottesco, la situazione familiare della protagonista, donna di valore ridotta ad un lavoro umile da anni di delusione personale e professionale, che vive sola all'interno della sua famiglia, con un marito altrettanto isolato e lontano ed un figlio arroccato in camera sua che non rivolge la parola ai genitori da anni. Una condizione alienante che mi fa pensare ad una delle perosne che ho amato e amo di più al mondo: Masako arriva ad un soffio dalla morte per riuscire a riprendersi e a ricominciare a vivere. Ci riuscirà quest'altra persona, che nulla ha da invidiare alla protagonista di un romanzo asiatico?

    Is this helpful?

    Birdalec said on Aug 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Al di là della traduzione apparentemente a caso del titolo (l'originale era "Out") che vuole richiamare forse Desperate Housewives o Sex&the City in qualche modo, questo romanzo è veramente eccezionale.
    La Kirino rifiuta le immagini patinate del Giap ...(continue)

    Al di là della traduzione apparentemente a caso del titolo (l'originale era "Out") che vuole richiamare forse Desperate Housewives o Sex&the City in qualche modo, questo romanzo è veramente eccezionale.
    La Kirino rifiuta le immagini patinate del Giappone che vengono sempre proposte, soprattutto a noi occidentali potenziali turisti, e mostra una realtà ben diversa dalla grazie e dall'eleganza che io stessa tendo ad associare a questo paese. Si parla di sessismo, del difficile mondo delle donne lavoratrici obbligate a svolgere compiti servili per i colleghi uomini come preparare il tè, a ricordare che sono donne e che potranno fare una carriera limitata e sottopagata rispetto al sesso forte, a prescindere dalle competenze; donne che dopo i trenta sono spesso considerate inutili e inguardabili; donne che dopo aver sopportato angherie sul posto di lavoro devono pure subire mariti che si sentono "aggrediti" nella loro virilità dall'attività lavorativa delle mogli, come se aiutare al bilancio familiare fosse un'offesa personale; donne usate come giocattoli. Ma vediamo anche il razzismo/nazionalismo caratteristici di questo paese, anche per i mezzosangue, a cui non viene mai perdonato di avere un genitore di un'altra nazionalità (come se te li scegliessi), e che pur avendo diritto alla cittadinanza giapponese (condizione difficilissima da ottenere, se pensate che pur sposando un giapponese e spostandovi a vivere là rimanete per la legge degli "ospiti stranieri") sono ghettizzati e tenuti a distanza, o guardati come fenomeni da baraccone esotici. O il Giappone delle sale da gioco e dei night club, altri aspetti poco pubblicizzati.
    L'autrice punta il dito su tutte queste cose e orchestra una storia cinica ma eccezionale. Adoro il fatto che nessuno dei personaggi sia considerabile come "buono": ho molto rispetto per gli autori che osano creare un giro di personaggi marci, per un motivo o per l'altro, e non li giustifica mai. Sono i personaggi che provano a giustificarsi, rendendosi ancora più meschini o disperati. Mi è piaciuto moltissimo, e metto in lista gli altri romanzi della Kirino perché sono molto curiosa di leggere altro di suo. ^^

    Is this helpful?

    Rowena said on Jul 17, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book