Le quattro casalinghe di Tokyo

Voto medio di 2587
| 530 contributi totali di cui 518 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Nel turno di notte di una fabbrica lavorano quattro amiche logorate dalla vita casalinga e coniugale. Il loro sistema nervoso è sottoposto a una continua tensione. La prima a cedere è la più giovane, la graziosa Yayoi, madre e moglie esemplare. Una n ...Continua
Francesco
Ha scritto il 19/05/18
SPOILER ALERT
Un finale... singolare!
Ho trovato questo romanzo di Natsuo Kirino per caso, in biblioteca. Incuriosito dal titolo e dalla trama ho deciso di prenderlo in prestito e nel complesso l'ho trovato scorrevole ed interessante. Premetto che il libro, prima di essere criticato, va...Continua
Tonino
Ha scritto il 14/05/18

Storia crudele, cattiva, un sottoproletariato giapponese dove manca soprattutto l'umanità. Un libro scritto con asciuttezza e con un'atmosfera cupa. Il finale poi è tarantiniano, splatter. Mi è piaciuto molto.

pingu
Ha scritto il 25/04/18
Donne sole
Ho provato una grande solitudine nel leggere questo romanzo preso per caso in biblioteca. Solitudine freddezza indifferenza e sofferenza distinguono i vari protagonisti che appaiono e scompaiono nella trama che colloca tutti in un posto speciale. Tan...Continua
Johnny
Ha scritto il 24/04/18
Trova quasi il passo, la Kirino, per accordarsi completamente a ciò che io vorrei sempre leggere da lei, in questo romanzo. Il mio giudizio, infatti, va scisso abbastanza radicalmente in due parti: una relativa alla coppia di protagonisti del raccont...Continua
Piscycat
Ha scritto il 03/04/18
proviamo a reinserire il commento... ci vuole pazienza nella vita come pare volercene nel proseguire questo libro, in principio. Se si vince l'avversione iniziale ad un ritmo a dir poco lento, allora si scopre che il tributo che chi scrive dedica ad...Continua

Marta7
Ha scritto il May 10, 2018, 14:09
C’è una certa somiglianza tra la sensazione di aver perso la strada e non sapere dove andare e la consapevolezza di non avere più la possibilità di tornare indietro. Ci si sente assolutamente liberi. Sul volto di Satake comparve un sorriso
Marta7
Ha scritto il May 10, 2018, 14:09
Di nuovo fu sopraffatta dal senso di sconfinata solitudine del giorno prima. E tutto questo perché aveva oltrepassato un confine, perché aveva fatto a pezzi un cadavere e lo aveva buttato via, e perché cercava persino di annullarne il ricordo.
Marta7
Ha scritto il May 10, 2018, 14:08
Imai aveva studiato gli atti e le analisi di casi precedenti; quelli in cui gli assassini erano donne avevano due fattori in comune: l’improvvisazione e la solidarietà.
Marta7
Ha scritto il May 10, 2018, 14:08
«Perché c’è sempre qualcosa che non va esattamente come si desidera. È colpa del destino», aveva risposto serio Satake porgendole un biglietto da diecimila yen piegato con cura.
Marta7
Ha scritto il May 10, 2018, 14:07
Era come se Masako fosse circondata da una barriera che impediva alla gente di avvicinarla, come se portasse una specie di “sigillo” che contraddistingue chi lotta da solo contro il mondo intero.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi