Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le radici classiche della storiografia moderna

Di

Editore: Sansoni

3.3
(3)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8838313946 | Isbn-13: 9788838313943 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Ti piace Le radici classiche della storiografia moderna?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Pare che Arnaldo Momigliano stesso amasse citare il vecchio aneddoto di quel professore che si era costruito una solida reputazione per essere stato invitato a tenere le ""Sather Lectures..."" e che l'aveva perduta proprio tenendo quelle lezioni. Quanto a lui, nato nel 1908, dal '38 'émigré' cosmopolita conteso tra le più prestigiose università del mondo, quando nel 1962 fu invitato a Berkeley a tenerle, era già nel pieno della sua maturità intellettuale, e scelse un tema - questo de ""Le radici classiche della storiografia moderna"" - di amplissimo respiro, teso a tratteggiare, nell'inimitabile stile dello storico erudito, un pò eccentrico e dotato di sottile ironia, lo 'state-of-the-art' del pensiero e della metodologia storica. E questo un pò a dispetto della sua già sconfinata produzione scientifica che, dopo le prime monografie, si era espressa in articoli e saggi molto specialistici, a volte estremamente sintetici, in cui pareva manifestarsi al meglio la sua natura di risolutore di enigmi piuttosto che di teorico e di classsificatore. E' forse per questo che le ""Lezioni"", contrariamente alla prassi per la quale immediatamente Momigliano pubblicava i risultati delle sue investigazioni, rimasero inedite per quasi trent'anni e vedono la luce solo ora, postume, a cura di Riccardo Di Donato. Proprio al problema posto da questa tardiva pubblicazione è dedicata la ""Prefazione all'edizione italiana"" di Di Donato, mentre l'""Avvertenza"" ricostruisce la genesi di quest'opera, alla quale Momigliano a più riprese mise mano, senza mai considerarla veramente conclusa."
Ordina per