Le ragazze

Voto medio di 858
| 218 contributi totali di cui 184 recensioni , 34 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Evie voleva solo che qualcuno si accorgesse di lei. Come tutte le adolescenti cercava su di sé lo sguardo degli altri. Un'occasione per essere trascinata via, anche a forza, dalla propria esistenza. Ma non aveva mai creduto che questo potesse accader ...Continua
Tonino
Ha scritto il 21/05/18
Un racconto scomodo, disturbante, molto duro. A me non è piaciuto tantissimo perché ho faticato ad entrare nella mente di una giovanissima hippy degli anni settanta. Però devo dare atto che questa autrice, molto giovane anche lei, scrive bene. Beniss...Continua
Sara Booklover
Ha scritto il 20/05/18
Infatuazione e ossessione
Inizialmente sono rimasta spiazzata dallo stile di scrittura eccessivamente ricco, ridondante e carico di similitudini e soprattutto i primi capitoli li ho trovati un po' difficili perché la storia parte senza preamboli e tutte quelle frasi accompagn...Continua
Una stanza tutta...
Ha scritto il 05/05/18
SPOILER ALERT
California del '69, un' estate cocente e una ragazzina in piena crisi adolescenziale. Evie, ha 14 anni e la voglia di essere notata e accettata dagli altri. L'insicurezza e la voglia di ribellione faranno incontrare Evie e un gruppo di "ragazze" dai...Continua
Romanticamente...
Ha scritto il 29/03/18
Quello della Cline è un romanzo liberamente ispirato alla vita di Charles Manson, della sua setta nello Spahn Ranch e al massacro di Cielo Drive. Ciò che rende diverso questo romanzo dai tanti che hanno raccontato quelle vicende, è l’attenzione punta...Continua
Alma
Ha scritto il 24/03/18

Non sono riuscita a finirlo. Forse un giorno lo riprenderò. Non mi ha preso più di tanto


SuppaAle
Ha scritto il Apr 15, 2018, 15:02
Una caduta senza attrito, lo shock di quando si manca un gradino.
Ailairia Di Meo
Ha scritto il Apr 25, 2017, 11:12
Per una ragazza era inevitabile: ci si rassegnava a qualunque risposta. Se ti incazzavi eri una pazza, se non reagivi eri una mignotta. L’unica cosa che potevi fare era sorridere dall’angolino in cui ti avevano incastrata. Stare allo scherzo anche se...Continua
Martalch
Ha scritto il Apr 13, 2017, 11:59
Tutto il tempo che avevo passato a prepararmi, gli articoli che mi insegnavano che in realtà la vita era solo una sala d'attesa finché qualcuno non ti notava: i maschi lo stesso tempo l'avevano passato a diventare sé stessi.
Pag. 25
Martalch
Ha scritto il Apr 13, 2017, 11:57
Vedevo che sentirsi il mio sguardo addosso la rendeva nervosa. Era un'ansia che capivo. Quando avevo la sua età non sapevo bene come muovermi, se stavo camminando troppo veloce, se gli altri notavano quanto ero impacciata e rigida. Come se tutti stes...Continua
Pag. 13
arya
Ha scritto il Mar 07, 2017, 19:27
Mentre pagavo le bollette, facevo la spesa e andavo dall'oculista i giorni si sbriciolavano uno dopo l'altro come il lento erodersi della parete di una scogliera. La vita era un continuo arretrare dal ciglio del burrone.
Pag. 330

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi