Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le ragazze di Riad

By Rajaa Alsanea

(511)

| Others | 9788804564256

Like Le ragazze di Riad ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Quattro giovani studentesse universitarie, di famiglie ricche e privilegiate, alla ricerca del vero amore. La città in cui vivono, però, è Riad, capitale dell'Arabia Saudita, e la società nella quale si muovono impone loro un numero infinito di regol Continue

Quattro giovani studentesse universitarie, di famiglie ricche e privilegiate, alla ricerca del vero amore. La città in cui vivono, però, è Riad, capitale dell'Arabia Saudita, e la società nella quale si muovono impone loro un numero infinito di regole e comportamenti, spesso dettati dalla famiglia o dalla comunità che non tengono in considerazione i loro desideri. Attraverso resoconti di un'anonima narratrice, che invia i propri scritti via internet, l'unico mezzo di comunicazione privata possibile, prendono forma le storie di Qamra, in continua lotta contro le tradizioni familiari e contro la propria debolezza; di Michelle, per metà araba e per metà americana, incapace di sopportare le restrizioni della società saudita e per questo vittima della maldicenza; di Sadim, ferita da un amore che la condizionerà per la vita; e di Lamis, forte e determinata a conquistare sia l'uomo di cui si è innamorata sia la libertà in un altro paese. Ragazze che condividono la medesima estrazione ma che hanno desideri e caratteri differenti, e per questo riescono a creare una loro piccola comunità, a farsi forza l'una con l'altra, a imparare dagli errori altrui in un contesto che ne permette pochissimi a chi cerca l'indipendenza. Opera di una studentessa venticinquenne, "Ragazze di Riad" è un romanzo incredibilmente onesto sulla condizione femminile in una società come quella saudita, e per questo ha subito forti censure in patria. Ma è anche, e soprattutto, un racconto sulla ricerca dell'amore a tutti i costi.

77 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Bel libro: ci fa scontrare con una cultura totalmente diversa dalla nostra. E ci fa ricordare quanto siamo fortunate a poter amare chi ci scegliamo.

    Is this helpful?

    Tatu said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo! Questo libro ti fa letteralmente entrare nella quotidianità di quatto ragazze saudite ponendo l'attenzione su aspetti piccoli ma fondamentali che gli altri libri del genere spesso non affrontano.
    Davvero un libro toccante, mi dispiace ch ...(continue)

    Bellissimo! Questo libro ti fa letteralmente entrare nella quotidianità di quatto ragazze saudite ponendo l'attenzione su aspetti piccoli ma fondamentali che gli altri libri del genere spesso non affrontano.
    Davvero un libro toccante, mi dispiace che sia finito.

    Is this helpful?

    Jennifer Colombari said on Sep 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Perplessa

    Ben scritto e idea carina,lo sviluppo non altrettanto bello. A tratti noioso,viene raccontato male,non suscita interesse,educa quel poco che basta ma si limita a descrizioni della vita delle protagoniste. Non mi ha suscitato emozioni,premio comunque ...(continue)

    Ben scritto e idea carina,lo sviluppo non altrettanto bello. A tratti noioso,viene raccontato male,non suscita interesse,educa quel poco che basta ma si limita a descrizioni della vita delle protagoniste. Non mi ha suscitato emozioni,premio comunque l'idea..

    Is this helpful?

    Ale 98 S said on Dec 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Sant'Iddio! A noi - ragazze di Riad - sono state proibite troppe cose. Non toglieteci anche la benedizione dellamore!"

    “Tabù e trasgressione, ecco il Sex and the City delle musulmane”, riporta la fascetta in copertina. In alto a destra, la scritta “comedy”. La mia edizione è colorata, colori pastello ma soprattutto tanto rosa.
    Insomma, per qualche strano moti ...(continue)

    “Tabù e trasgressione, ecco il Sex and the City delle musulmane”, riporta la fascetta in copertina. In alto a destra, la scritta “comedy”. La mia edizione è colorata, colori pastello ma soprattutto tanto rosa.
    Insomma, per qualche strano motivo a me sconosciuto la Mondadori vuol far passare a tutti i costi questo libro come uno dei tanti chick-lit divertenti ma per forza di cose scontati. In realtà, la storia è molto meno frivola di quanto si possa immaginare.

    Se è vero che le protagoniste appartengono tutte alla classe più agiata della capitale dell’Arabia Saudita e che una delle loro attività preferite sia senza dubbio lo shopping, è anche vero che di “comedy” c’è ben poco.
    Attraverso i resoconti di una narratrice anonima, che comunica attraverso delle email, facciamo la conoscenza di quattro ragazze saudite. Qamra, Sadim, Michelle e Lamis si conoscono da una vita ma non potrebbero essere più diverse caratterialmente. Ma a parte la già citata passione per lo shopping, a unirle sarà la personale ricerca dell’amore in un paese che sembra averlo dimenticato, oscurato, seppellito sotto una coltre di rigide regole di comportamento da rispettare in pubblico e in privato.
    Qamra è la prima a sposarsi, e a caro prezzo. Sadim faticherà a lungo prima di ottenere il suo finale felice, tuttavia non così sensazionale come aveva sempre sognato. Michelle, la più radicale delle quattro, ha origini americane ed è per questo che sente tutto il peso dello scontro fra civiltà e tradizioni opposte che la formerà e ne determinerà le scelte di vita. Tra tutte, solo Lamis coronerà il sogno di trovare e sposare il primo vero amore.
    Per tutta la durata della storia ero pronta a prendere le difese delle protagoniste che non fanno altro che circondarsi di ragazzi e uomini interessanti e apparentemente stregati dai loro modi piuttosto non convenzionali, ma che di fronte alla prospettiva di legarsi per sempre a queste ragazze (e soprattutto indipendentemente dal loro background culturale), si rivelano tremendamente codardi e riluttanti al cambiamento, pronti a difendere e a solidificare le tradizioni.
    Nessuno d’altronde vuole per moglie un’araba di origini americane, né tantomeno una ragazza che prova il desiderio di concedersi al promesso sposo prima delle nozze effettive.

    Proprio quando è sembrato così facile cogliere l’essenza di un paese regolato dall’Islam, quando ero sicura di poter distinguere i comportamenti “giusti” da quelli “sbagliati”, ecco che si presenta il rovescio della medaglia: Rashid, il marito di Qamra, ha accettato di sposarla unicamente per esaudire i desideri dei suoi genitori. Lui ha trovato già l’amore della sua vita negli Stati Uniti, dove sta studiando; lei è dolce, forte e soprattutto ricambia i suoi sentimenti da molti anni. Ma sia l’autrice che il finto pubblico che legge la newsletter sembrano schierarsi dalla parte di Qamra, rispedita a Riad incinta (forse il vero motivo per biasimare Rashid) e coi documenti per il divorzio.
    Troppo impegnati a giudicarli in base a ciò che manca loro per essere occidentali ci dimentichiamo che sono già esseri umani completi. Qual è dunque la verità?

    E’ una storia che si legge in poco tempo. Tuttavia, trovo che l’autrice abbia dato voce solo a una fetta della popolazione giovanile, quella più abbiente ed evidentemente quella che conosce meglio, essendo lei stessa figlia di medici ed avendo conseguito gli studi universitari in patria e all’estero in prestigiosi istituti.
    Quali sono i pensieri dei poveri, degli analfabeti? Cosa pensano dell’amore quelle ragazze che, a differenza delle protagoniste, non hanno il privilegio di essere accompagnate tutti i giorni all’università da un autista privato? E quelli dei ragazzi che possono solo sognare di ottenere un dottorato all’estero?
    A questo punto c’è da chiedersi quali siano le colpe della società saudita, e soprattutto se essa sarà mai in grado di riconoscerle ed entro quali termini.
    Gli interrogativi rimangono aperti, e ad oggi non sembra esserci una soluzione. Una mente occidentale, forse, non potrà trovarla. Rimane solo un augurio carico di speranza:
    “Quanto all’amore, lotterà ancora per cercare di spuntare alla luce del giorno, in Arabia Saudita. Si può percepire nei sospiri degli uomini annoiati seduti da soli nei caffè, negli occhi delle donne velate che camminano per le strade, nelle linee telefoniche che, dopo mezzanotte, sbocciano alla vita, nelle canzoni e nelle poesie tristi, troppo numeroso per essere cantate, scritte dalle vittime dell’amore non sanzionato dalla famiglia, dalla tradizione, dalla città: Riad”. (p.330)

    Is this helpful?

    Giuls said on Jul 16, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un pò parca con le mie 2 stelle. Forse la sua scrittura semplice mi ha lasciato con l'amaro in bocca. Di sicuro è stato interessante scoprire alcuni retroscena della vita in Arabia Saudita. Ma non mi è bastato.

    Is this helpful?

    Simona said on Nov 11, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo!
    Cosa mi è piaciuto di più è riuscire a conoscere la cultura dell'Arabia Saudita tramite una ragazza saudita. Si tende a voler cambiare la loro cultura a immagine e somiglianza della nostra. Dal loro punto di vista non è così terribile. S ...(continue)

    Bellissimo!
    Cosa mi è piaciuto di più è riuscire a conoscere la cultura dell'Arabia Saudita tramite una ragazza saudita. Si tende a voler cambiare la loro cultura a immagine e somiglianza della nostra. Dal loro punto di vista non è così terribile. Sicuramente viene penalizzato il vero amore e questo fa soffrire sia le donne che gli uomini, ma soprattutto le donne.
    Con qualche lacrima e qualche risata la protagonista racconta come vivono l'amore le ragazze di Riad e le conseguenze della loro ricerca nei confronti del Vero amore quando si scontra con le tradizioni e gli usi locali.
    Stupende le poesie che ci rivelano una cultura romantica e sognatrice anche se la libertà di amare è ancora lontana, ma forse non così tanto.

    Is this helpful?

    Sheila said on Sep 15, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (511)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others
  • ISBN-10: 8804564253
  • ISBN-13: 9788804564256
  • Publisher: Mondadori
  • Publish date: xxxx-xx-xx
  • Also available as: Paperback , Hardcover
Improve_data of this book

Collection with this book