Le relazioni pericolose

Di

Editore: Newton Compton (I Classici Superten 14)

4.1
(3520)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 252 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Tedesco , Chi tradizionale , Portoghese , Catalano

Isbn-10: 8879832131 | Isbn-13: 9788879832137 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Lucio Chiavarelli

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Cofanetto , Rilegato in pelle , Copertina morbida e spillati , eBook , Tascabile economico

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Le relazioni pericolose?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Intrigante racconto epistolare

    In assoluto il personaggio che ho amato è la Merteuil . Ho sempre preferito le streghe alle principesse. In generale ho trovato questo romanzo epistolare geniale nel suo modo di presentare la psicolog ...continua

    In assoluto il personaggio che ho amato è la Merteuil . Ho sempre preferito le streghe alle principesse. In generale ho trovato questo romanzo epistolare geniale nel suo modo di presentare la psicologia dei singoli personaggi sfidando e beffegiando la morale del tempo. Laclos è il precursore di O. Wilde e Valmont a tratti mi ha ricordato Dorian Gray

    ha scritto il 

  • 4

    Les Liaisons dangereuses

    Un sottotitolo potrebbe essere "la lotta ,senza esclusione di colpi , tra i piaceri del vizio e l'onore della virtù "
    Davvero ben tratteggiati i personaggi nella loro duplicità, una doppiezza che no ...continua

    Un sottotitolo potrebbe essere "la lotta ,senza esclusione di colpi , tra i piaceri del vizio e l'onore della virtù "
    Davvero ben tratteggiati i personaggi nella loro duplicità, una doppiezza che non risparmia nessuno(i virtuosi come i viziosi) che appartiene pure all'onesta ,devota e prudente Presidentessa de Tourvel, o all'inesperta e ingenua Cécile.
    Mi ha molto colpito la soave perfidia ,il cinismo ,l'ironia ,l'abilità dialettica e la grande astuzia della Marchesa de Merteuil: donna pericolosa e spericolata nella propria condotta libertina (è suo un messaggio ,efficace e lapidario, che risalta nel fittissimo carteggio- talvolta prolisso ,per eccesso di dettagli, quasi pedante -
    " Ebbene, guerra sia." )
    E che dire del fascino perverso del diabolico visconte de Valmont ?
    Personaggio ambiguo e seduttivo, nella sua spregiudicatezza, nella sua vanità,nella sua arguzia ,con il gusto di sedurre le donne ,con ogni mezzo , non tanto (o non solo) per una smodata bramosia di piacere fisico ,quanto per il desiderio di esercitare un potere assoluto (e sadico) sulle sue conquiste.

    Il romanzo epistolare di De Laclos è un raffinato e intrigante gioco di verità e finzioni ,corruzioni e inganni, molto ben congegnato e... assolutamente attuale !

    ps. http://m.youtube.com/watch?v=-FOu4gjfLkc#

    scena molto bella , che nel libro non è un dialogo, ma una lettera di sublime e deliziosa..perfidia :)
    "da un po' di tempo non ti sono più fedele,ma bisogna dire che la tua spietata tenerezza mi ci ha costretto! Non è colpa mia !"

    ha scritto il 

  • 4

    amicizie o relazioni pericolose?

    Trovo che sia molto più pertinente il titolo che c'è nella mia versione, vecchia come il cucco e trovata sulla solita bancarella del mercato, di "amicizie pericolose" più che di relazioni anche se gli ...continua

    Trovo che sia molto più pertinente il titolo che c'è nella mia versione, vecchia come il cucco e trovata sulla solita bancarella del mercato, di "amicizie pericolose" più che di relazioni anche se gli esiti della vicenda sono funesti per tutti e non risparmiano nessuno. Per quanto lo stile epistolare non sia tra i miei preferiti e per quanto ho impiegato una vita a finire il libro devo ammettere che questo signore sapeva il fatto suo. Nonostante non si accenni mai alle caratteristiche dei personaggi queste si vanno delineando attraverso le lettere che si scambiano tra loro mettendo in luce tutti gli aspetti della loro personalità, chi ingenuo, chi timido, chi diabolico, chi furbo e chi sadico. Nelle figure della marchese di Merteuil e del visconte di Valmont ho visto davvero tanta cattiveria da rasentare il sadismo. Spregiudicatezza, noncuranza degli effetti delle proprie azioni giocano con gli altri protagonisti del romanzo come un burattinaio con i burattini ma indubbiamente ne escono sconfitti come tutti i personaggi che hanno contribuito a beffare e questa è una cosa che mi è piaciuta molto. Non c'è pace per nessuno e credo che sia giusto così.

    ha scritto il 

  • 5

    Fantastico

    Non mi sarei mai aspettata da un testo di quell'epoca un libro così attuale e moderno. Un capolavoro senza tempo.

    Vieni a leggere la recensione completa:
    http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/06/ ...continua

    Non mi sarei mai aspettata da un testo di quell'epoca un libro così attuale e moderno. Un capolavoro senza tempo.

    Vieni a leggere la recensione completa:
    http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/06/recensione-le-realazioni-pericolose-di.html

    ha scritto il 

  • 4

    LA POTENZA DELLE PAROLE

    Libro originalissimo. In 175 lettere tutta una storia di sotterfugi dove s'intrecciano perfidia, ipocrisia, servilismo, insidie e vendette personali. L'Autore non descrive i personaggi, nè indugia su ...continua

    Libro originalissimo. In 175 lettere tutta una storia di sotterfugi dove s'intrecciano perfidia, ipocrisia, servilismo, insidie e vendette personali. L'Autore non descrive i personaggi, nè indugia su ambienti e panorami, ma tutto è affidato alle parole le quali, come diceva il grande Saramago, "sono tutto e sono niente" e in questo caso danno luogo a una sparatoria epistolare senza tregua per richiedere e soddisfare le proprie infamie...Mittenti e destinatari non ne usciranno illesi.

    ha scritto il 

  • 4

    La voluttà del potere

    La malizia può aver ragione dell'innocenza? Sì, se ha la determinazione di Valmont e della marchesa di Merteuil. Due personaggi assolutamente dediti al piacere, senza curarsi di chi viene a trovarsi s ...continua

    La malizia può aver ragione dell'innocenza? Sì, se ha la determinazione di Valmont e della marchesa di Merteuil. Due personaggi assolutamente dediti al piacere, senza curarsi di chi viene a trovarsi sulla loro strada, in un'intesa che pare inattaccabile. Eppure, anche questa viene a cadere quando entra in gioco il sentimento, seppur vilipeso e ostinatamente rifiutato.
    Ho riletto con piacere questo classico, gustando i differenti toni che identificano i personaggi e gli aneddoti che ricostruiscono l'atmosfera dissoluta e impegnata a godersi ogni agio della Francia aristocratica pre-rivoluzionaria.

    L'unica nota negativa riguarda l'edizione Barbera: ci sono decisamente troppi refusi.

    ha scritto il 

  • 4

    Ciò che Laclos ci mostra in questo romanzo è una serie di personaggi perfettamente caratterizzati e senza evoluzione: di conseguenza, non hanno nulla da invidiare ai personaggi e alle maschere della C ...continua

    Ciò che Laclos ci mostra in questo romanzo è una serie di personaggi perfettamente caratterizzati e senza evoluzione: di conseguenza, non hanno nulla da invidiare ai personaggi e alle maschere della Commedia dell’Arte.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per