Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Le sabotage amoureux

By Amélie Nothomb

(177)

| Paperback | 9782253139454

Like Le sabotage amoureux ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Saviez-vous qu’un pays communiste, c’est un pays où il y a des ventilateurs ? Que de 1972 à 1975, une guerre mondiale a fait rage dans la cité-ghetto de San Li Tun, à Pékin ? Qu’un vélo est en réalité un cheval ? Que passé la puberté, tout le reste n Continue

Saviez-vous qu’un pays communiste, c’est un pays où il y a des ventilateurs ? Que de 1972 à 1975, une guerre mondiale a fait rage dans la cité-ghetto de San Li Tun, à Pékin ? Qu’un vélo est en réalité un cheval ? Que passé la puberté, tout le reste n’est qu’un épilogue ?
Vous l’apprendrez et bien d’autres choses encore dans ce roman inclassable, épique et drôle, fantastique et tragique, qui nous conte aussi une histoire d’amour authentique, absolu, celui qui peut naître dans un cœur de sept ans. Un sabotage amoureux : sabotage, comme sous les sabots d’un cheval qui est un vélo…
Avec ce roman, son deuxième livre, Amélie Nothomb s’est imposée comme un des noms les plus prometteurs de la jeune génération littéraire.

223 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Parte bene ma poi si ripete un po'. Nel complesso una bella idea raccontare il mondo dal punto di vista di una bambina
    .

    Is this helpful?

    Ilaria said on Jul 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Narcisismo primario

    Come al solito, l'intero universo ruota intorno a Lei, anzi è stato creato a suo esclusivo uso e consumo.... Spiazzante e corrosiva più che mai, la Nothomb è un caso unico nel suo genere.
    Spassosissima la definizione dei "ridicoli"... effettivamente, ...(continue)

    Come al solito, l'intero universo ruota intorno a Lei, anzi è stato creato a suo esclusivo uso e consumo.... Spiazzante e corrosiva più che mai, la Nothomb è un caso unico nel suo genere.
    Spassosissima la definizione dei "ridicoli"... effettivamente, l'ho sempre pensato anch'io. Sarò perdutamente Nothombiana?

    Is this helpful?

    Acquamarina07 said on Jul 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    “Bisogna diffidare dei fiori. Soprattutto a Pechino.”

    L’amore ha un potere unico, immenso…è in grado di sconfiggere l’odio, di respingere l’invidia, di curare ogni sorta di male.
    Cosa saremmo in grado di fare per amore, cosa daremmo affinché l’oggetto dei nostri desideri si accorga di noi…a volte sarem ...(continue)

    L’amore ha un potere unico, immenso…è in grado di sconfiggere l’odio, di respingere l’invidia, di curare ogni sorta di male.
    Cosa saremmo in grado di fare per amore, cosa daremmo affinché l’oggetto dei nostri desideri si accorga di noi…a volte saremmo anche disposti, sbagliando, ad annullare noi stessi…
    Dopo aver vissuto per lungo tempo in Giappone, la protagonista del romanzo, una bambina che è facile identificare con la stessa Nothomb e la sua famiglia, causa trasferimento del padre ambasciatore si ritrova a vivere a Pechino(in verità la vita della bambina si svolge quasi interamente all'interno del ghetto di San Li Tun, dove vengono confinati gli stranieri).
    Passatempo principale dei bambini all’interno del ghetto è quello di farsi la guerra, da una parte i francesi e i loro alleati(belgi, italiani, camerunensi e altre nazionalità), dall’altra i tedeschi dell’est.
    La bambina è una delle più anime più ferventi della guerra fino al giorno in cui non arriva Elena, una bambina italiana dotata di un fascino ammaliante e di una bellezza quasi fuori dal comune e della quale s’innamora perdutamente.
    Purtroppo per lei l’innamoramento non è reciproco, non è corrisposto, ma questo non le importa…al centro del suo mondo, al posto della guerra, ora ci sono soltanto Elena e la sua fredda indifferenza…
    Più la leggo più questa scrittrice mi stupisce sempre di più…possiede un’intelligenza fuori dal comune e una profondità di sentimenti straordinaria, capace di risvegliare nel lettore i più svariati sentimenti, dal disprezzo per quella società che davanti al mito della bellezza(il personaggio di Elena che ricorda non poco la bella spartana causa della fine di Troia) farebbe di tutto, anche annullare sé stesso(come non rivedere ciò che accade anche ai giorni nostri, nella nostra attuale società), anche limitarsi solo all’apparenza senza scavare un po’ più in profondità, alla ricerca dell’intelligenza e della bellezza dell’animo, le uniche due cose che sono davvero fondamentali nell’essere umano.
    Questo romanzo ha un qualcosa di geniale, a dispetto di un titolo che, di primo impatto, risulta soltanto fastidioso. Protagonista di questo romanzo è lei, l’adorabile scrittrice belga che questa volta descrive i suoi primi anni di vita vissuti nel degrado della Cina comunista degli anni’70.
    E’ una bambina viziata, amata, idolatrata, che ha imparato ben presto che l’esistenza ha un senso solo se la vivi appieno, assaporandone le sue bellezze e le sue gioie giorno dopo giorno.
    Con la sua sagacia riesce subito a conquistare i suoi amici di ghetto, divenendone quasi leader, fino a che un giorno non arriva lei, Elena, una creatura nata per essere amata, per essere adorata.
    Ma Elena è spietata, come tutte coloro che sono dotate di una significativa bellezza, non si concede, ritiene la sua pretendente non alla sua altezza, la deride, la umilia, ma Amelie l’ama talmente tanto da non cedere, da essere sempre pronta a qualsiasi cosa pur di compiacerla…farebbe qualsiasi cosa pur di essere amata da lei, qualsiasi, persino mentire a sé stessa, ai propri sentimenti, disposta persino ad avere seri problemi di salute pur di soddisfare alle sue stupide richieste…sensazioni queste che può provare solo chi ama disperatamente…io ne so ben qualcosa…
    Un romanzo tipicamente “nothombiano”, un romanzo dall’abnorme sensibilità, dall’immensa poetica, dall’enorme sagacia e arguzia…Amelie Nothomb si conferma ancora una volta una delle scrittrici contemporanee più interessanti, un libro intriso di pessimismo, pungente, ironico, una visione dissacratoria dell’amore, ma che in fondo non lo è, perché quando si ama disperatamente senza essere ricambiati, si è pronti a fare qualsiasi cosa, qualsiasi, pur di ricevere anche il più misero interessamento da parte della persona amata.
    Geniale la Nothomb, geniale e autentica, due qualità rare da trovare ai giorni nostri…

    Is this helpful?

    Banshee said on Apr 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Presuntuoso e un po' svogliato

    Autobiografico, il che già secondo me è imbrogliare, quando si scrive un romanzo.
    Ancor peggio, però: con velleità artistiche ma noioso, sempre, e ripugnante a tratti. Ho trovato repellenti certe immagini, certi pensieri (sulla guerra, e l'amore).
    La ...(continue)

    Autobiografico, il che già secondo me è imbrogliare, quando si scrive un romanzo.
    Ancor peggio, però: con velleità artistiche ma noioso, sempre, e ripugnante a tratti. Ho trovato repellenti certe immagini, certi pensieri (sulla guerra, e l'amore).
    La Nothomb mi pare si trovi molto più interessante di quanto la trovi io. Di certo la sua parentesi cinese mi è parsa piuttosto fiacca.

    Is this helpful?

    Ficie (also on Goodreads) said on Apr 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una bambina, in cui non è difficile riconoscere l'autrice, si trasferisce dal Giappone alla Cina a causa del lavoro del padre. Scoprirà sulla sua pelle le differenze educative tra i due paesi, immergendosi in una guerra infantile con gli altri bambin ...(continue)

    Una bambina, in cui non è difficile riconoscere l'autrice, si trasferisce dal Giappone alla Cina a causa del lavoro del padre. Scoprirà sulla sua pelle le differenze educative tra i due paesi, immergendosi in una guerra infantile con gli altri bambini del ghetto di Pechino.

    Is this helpful?

    Stek Ka said on Jan 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Amélie folle e saggia. Adorabile. Il mondo esiste solo per le bambine, come darle torto?

    Is this helpful?

    Pollapollina said on Sep 19, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection