Le scarpe son desideri

Di

Editore: Emma Books

3.5
(26)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 75 | Formato: eBook

Isbn-10: 8897669476 | Isbn-13: 9788897669470 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Rosa

Ti piace Le scarpe son desideri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un negozio di scarpe in cui scorrono sogni proibiti e aspirazioni segrete. Una festa esclusiva e due sorellastre crudeli. Un fratello combinaguai e una portinaia adorabile come fata madrina. Se Cenerentola vivesse ai giorni nostri, probabilmente dovrebbe scegliere fra il principe dei suoi sogni conosciuto via mail e un vicino molto sexy ma molto meno romantico. E di sicuro non si accontenterebbe di una scarpetta che non abbia almeno un tacco quindici. Una commedia romantica per sorridere, emozionarsi e sognare. Perché andare alla ricerca dell’anima gemella e andare alla ricerca della scarpa giusta non è poi tanto diverso. E con un paio di scarpe da sogno ai tuoi piedi, nessun desiderio è impossibile
Ordina per
  • 4

    Questo libro è carinissimo! La storia ripercorre quella di Cenerentola, e anche se non ho mai amato particolarmente questa favola, Le scarpe son desideri mi ha coinvolta tantissimo.
    Mi è piaciuta fin ...continua

    Questo libro è carinissimo! La storia ripercorre quella di Cenerentola, e anche se non ho mai amato particolarmente questa favola, Le scarpe son desideri mi ha coinvolta tantissimo.
    Mi è piaciuta fin da subito Cecilia, una protagonista timida, succube e buona che, però, a un certo punto decide di prendere in mano le redini della sua vita. Mi sono piaciuti i capitoli in prima persona che spezzavano la storia e che avevano un qualcosa di dolce amaro. Mi sono piaciute le analogie tra persone e scarpe e mi è piaciuto Stefano, il personaggio maschile della storia.
    Unica pecca secondo me è che il libro è troppo corto, quindi di Stefano si parla poco e anche di Cecilia. Mi sarebbe piaciuto leggere molto di più di loro.

    ha scritto il 

  • 4

    Le scarpe son desideri

    La cenerentola dei nostri giorni! Ebook carinissimo! Letto tutto d'un fiato! E' una lettura leggera e di poche pretese! Molto scorrevole, ben scritto, mai noioso, peccato sia così breve! Lettura consi ...continua

    La cenerentola dei nostri giorni! Ebook carinissimo! Letto tutto d'un fiato! E' una lettura leggera e di poche pretese! Molto scorrevole, ben scritto, mai noioso, peccato sia così breve! Lettura consigliatissima per le amanti delle scarpe e non solo!!! Voto: 3 stelline e mezzo!

    ha scritto il 

  • 4

    RECENSIONE A CURA DI ANITA BLAKE
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=66975892

    "Comincerei da quelle più usate, ne osserverei le abrasioni sul tallone, i graffi che rigano la ...continua

    RECENSIONE A CURA DI ANITA BLAKE
    4 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=66975892

    "Comincerei da quelle più usate, ne osserverei le abrasioni sul tallone, i graffi che rigano la pelle, un cedimento della tomaia che corrisponde al tuo ondeggiare sui tacchi, o la consunzione irregolare della suola disegnata passo dopo passo, in una andatura che è solo tua. Ogni scarpa è una storia che mi parla di te. Ogni scarpa, il tuo segreto."
    Inachis Io

    Ogni capitolo de "Le scarpe son desideri" ci regala una citazione, ogni citazione è una piccola massima, una perla di saggezza che accompagna lettrici e protagonista attraverso la storia.
    La storia narrata è quella di Cecilia, una giovane milanese che lavora come commessa in un importante negozio di scarpe nella capitale italiana della moda. Cecilia ha molte amiche, un fratello combina guai e moltissime paia di scarpe, tuttavia non ha l’amore. Un contatto e-mail, un vicino affascinante ed una festa, la trasformano da piccola Cenerentola a scintillante principessa della fiaba più bella che possa mai essere raccontata: la sua vita. “Le scarpe son desideri”, con la sua apparente leggerezza, è un romanzo molto tenero che usa le scarpe come mezzo per analizzare la psicologia e gli stati d’animo di Cecilia. Nonostante fisicamente i due protagonisti non siano realmente delineati, o forse proprio grazie a ciò, il viaggio psicologico permette a tutte le lettrici di immedesimarsi facilmente nella protagonista. Perché tutte sogniamo la scarpa perfetta per ognuna di noi. Una fiaba moderna, insomma, con una protagonista intelligente ma solitaria, una giovane donna che investe in se stessa e nelle sue svariate scarpe per crescere e vivere la vita al meglio. Cecilia non è decisa, non è frizzante né distratta, è lontana dallo stereotipo delle combina guai spesso care al genere rosa. La nostra protagonista ha la testa sulle spalle senza essere noiosa, è paziente e dolce. Cerca l’amore, ma non è disperata per la sua solitudine. Ha la consapevolezza che, prima o poi, arriverà. Solo quando l’ennesimo dubbio e suo fratello intervengono insieme a scuoterla, prende in mano le redini della sua vita ed agisce. La fortuna, e le scarpe della madre, sono dalla sua parte. Stefano invece è un uomo discreto ma deciso, il suo sorriso perennemente ironico mette a dura prova la pazienza di Cecilia. È un uomo bellissimo e particolare, che odia il rumore dei tacchi ma che si lascia ammaliare da quello della donna amata. Stefano si diverte a mettere Cecilia in imbarazzo ma lo fa con dolcezza e spensieratezza. Poco altro si scopre di questo personaggio fino alla fine. Si può quasi dire che lo si assapora rigo dopo rigo. Gli incontri tra i due poi, sono a limite dell’assurdo, fino a che lui non si decide a baciarla. Allora qualcosa cambia e la dolce ironia diventa dolce sentimento. Lo stile allegro e fluido della Roberti regalano un libro delicato e affascinante che si legge in poche ore e lascia il buonumore addosso. Nulla di meglio per un pomeriggio autunnale seduti sul divano con la voglia di passare alcune ore piacevoli in compagnia di un buon libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Una commedia graziosa e dolcissima. Mi è piaciuta l'attualizzazione in chiave romance della favola di Cenerentola: sai già quel che accadrà, ma tutto succede con estrema spontaneità e verosimiglianza. ...continua

    Una commedia graziosa e dolcissima. Mi è piaciuta l'attualizzazione in chiave romance della favola di Cenerentola: sai già quel che accadrà, ma tutto succede con estrema spontaneità e verosimiglianza. Alcuni passaggi come lo scambio di mail tra Ragazza Confusa e Uomo Tranquillo sono davvero divertenti. I personaggi e i dialoghi, per quel che permette l'ampiezza del racconto lungo, sono curati: ho apprezzato la vena "realistica" (dentro la rivisitazione di una favola!) dell'insieme, perché l'autrice opta per un approccio naturale, senza prediligere atmosfere alla chick-lit, cupe o di suspance. Postilla finale: adesso mi cade l'occhio sulle scarpe della gente che incontro...

    ha scritto il 

  • 3

    Di questo libro, posso dirvi che senza ombra di dubbio racconta una storia carina, una sorta di fiaba per adulti.
    La trama non dimostra grandi colpi di scena, anzi, per certi versi risulta anche tropp ...continua

    Di questo libro, posso dirvi che senza ombra di dubbio racconta una storia carina, una sorta di fiaba per adulti.
    La trama non dimostra grandi colpi di scena, anzi, per certi versi risulta anche troppo prevedibile, e la storia scorre veloce, forse un po' troppo.
    Ho apprezzato sicuramente la protagonista, che vive un'avventura romantica che un po' tutte noi donne vorremmo sperimentare, e dall'altra parte c'è il principe di turno, che pur essendo più consistente come personaggio dei principi azzurri delle favole, è un po' troppo "di passaggio", nel senso che non è un personaggio che lascia il segno.
    Per quanto riguarda gli altri personaggi della storia, le sorelle Giannini si limitano ad essere le sorellastre che a tutti i costi mettono i bastoni tra le ruote a Cecilia e solo per il puro gusto di farle un dispetto, mentre le poche amiche che la ragazza si ritrova sono egoiste e poco attente a Cecilia. Molto carina è invece Marina, la portinaia nonché fata madrina della situazione, e Gas, il fratello di Cecilia che non fa altro che combinare guai ma che è davvero tanto simpatico.

    Continua su: http://latanadiunabooklover.blogspot.it/2013/11/recensione-di-le-scarpe-son-desideri.html

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Mi è piaciuto tantissimo.
    Cecilia mi è piaciuta perchè nonostante avesse momenti in cui era giù trovava la forza di reagire e tirarsi su. Mi è spiaciuto per ciò che ha passato per via dei genitori.
    St ...continua

    Mi è piaciuto tantissimo.
    Cecilia mi è piaciuta perchè nonostante avesse momenti in cui era giù trovava la forza di reagire e tirarsi su. Mi è spiaciuto per ciò che ha passato per via dei genitori.
    Stefano mi è piaciuto anche se all'inizio era un po' antipatico. Che lui fosse Steve Sanz e "Uomo tranquillo" si era capito benissimo fin dall'inizio.
    Le proprietarie del negozio in cui lavora Cecilia sono antipaticissime e meritano proprio di non avere l'esclusiva per vendere le scarpe di Sanz.
    Gas, il fratello di Cecilia, all'inizio mi sembrava un po' viziato ma dopo che ha comprato un vestito alla sorella per riparare a quello che aveva rovinato si è rivalutato tantissimo.
    Questa storia mi è piaciuta anche perchè è una rivisitazione in chiave moderna della fiaba di Cenerentola.
    In conclusione mi è piaciuto tantissimo, forse avrei preferito che il finale fosse un po' più lungo ma anche così è stupendo.
    Sono ansiosa di leggere altro di questa bravissima scrittrice.

    ha scritto il