Le solite sospette

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 395
| 82 contributi totali di cui 79 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando Susan - a causa dei vizi nascosti del marito - si ritrova vedova e con la casa pignorata, insieme ad alcune amiche decide di compiere una rapina. Contro ogni probabilità, il colpo va a buon fine, e alle «cattive ragazze» non resta che raggiung ...Continua
Matilde D.
Ha scritto il 28/08/18
Uno spasso

Lettura perfetta per l'estate, ti trovi improvvisamente catapultata in una fuga rocambolesca assieme alle esilaranti protagoniste. Consigliato!

Baronero
Ha scritto il 07/08/18
Un Niven di buon livello
Non è il John Niven di A Volte Ritorno ma sarebbe impossibile per chiunque avere un'altra idea geniale come quella e risolverla nel modo anche quello parecchio intelligente del suo romanzo d'esordio. Ma anche qui l'improbabilità fa capolino nella sto...Continua
UtopicAle
Ha scritto il 31/07/18

Ke dire. Ci si affeziona subito alle "solite sospette" ... divertente, piacevole. Il solito NIVEN. Direi, un piacevole libro da ombrellone.

Elisa Grigoli
Ha scritto il 26/07/18
una boccata d'aria fresca
Avevo voglia di un libro leggero, di leggere una storia che mi facesse anche un po' divertire. Attratta dalla copertina ho preso questo, non me ne sono pentita, queste signore hanno superato le mie aspettative. Nel libro c'è un po' tutto l'insegnamen...Continua
Elisa Grigoli
Ha scritto il 26/07/18
Una boccata d'aria fresca
Avevo voglia di un libro leggero, di leggere una storia che mi facesse anche un po' divertire. Attratta dalla copertina ho preso questo, non me ne sono pentita, queste signore hanno superato le mie aspettative. Nel libro c'è un po' tutto l'insegnamen...Continua

Giu
Ha scritto il Dec 05, 2017, 15:19
Era quasi commovente perché, a dispetto di ogni prova contraria, il sergente non perdeva mai la fiducia nell'idea che gridare a ripetizione la stessa frase in inglese, a un volume sempre piú alto e con una gestualità sempre piú esasperata, avrebbe po...Continua
Pag. 194
Giu
Ha scritto il Dec 05, 2017, 15:18
Ah, ecco che la porta si apriva… Spuntò un tizio, che li squadrò. Era bello, in quel modo inutile tipico dei francesi: alto e magro, con un bel vestito stirato, in netto contrasto con i detective stropicciati e gualciti che aveva davanti.
Pag. 166
Layura
Ha scritto il Sep 19, 2016, 21:21
Le amicizie di lunga data hanno percorsi strani e spesso diventano l’unità di misura di noi stessi
Pag. 20

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi