Le storie di Arturo Bandini

Aspetta primavera, Bandini - La strada per Los Angeles - Chiedi alla polvere - Sogni di Bunker Hill

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 324
| 67 contributi totali di cui 61 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Immigrato, attaccabrighe, ribelle, megalomane, sprezzante e perennemente in lite con tutti. E Arturo Gabriel Bandini, alter ego di John Fante, antieroe per eccellenza che cattura il lettore fin dalle prime pagine di "Aspetta primavera, Bandini" dove ... Continua
Ha scritto il 28/06/17
Aspetta primavera, Bandini (3 stelle)
La strada per Los Angeles (2 stelle).
  • Rispondi
Ha scritto il 21/01/17
Un bel periodo.
Quando penserò a questo volume ricorderò proprio il periodo in cui l'ho letto, diversi mesi in cui per alcune strane coincidenza della vita, mi capitava spesso di identificarmi in Arturo Bandini, nelle sue ansie ed i suoi colpi di matto, ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 13/12/16
Arturo Bandini, in molte pagine mi hai ricordato lui, Henry Chinaski. John Fante, tu Dio di Bukowski, è per lui che ho iniziato a leggerti. Eppure, non so perché mi sarei aspettata di più dal suo maestro.Certo, sei un grande, con le tue metafore ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 17/03/16
Aspetta primavera, Bandini ****Primo capitolo della saga, un pò più corale rispetto agli altri ma nel quale già si evincono i tratti nichilistici dell'antieroe ArturoLa strada per Los Angeles ***Bandini qui vorresti prenderlo a ceffoni tanto ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 14/07/15
Aspetta primavera, Bandini 7/7/2015-14/7/2015 ****E' solo il primo capitolo della saga di Bandini ma mi ha già conquistata.La strada per Los Angeles 14/7/2015-26/7/2015 ***In questa fase della sua vita Bandini risulta quasi antipatico, uno ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Jul 19, 2017, 07:27
- Andiamo, - disse. Ci allontanammo rapidamente. Il cappotto aveva il calore del suo corpo. Era una parte integrante della mia vita, come una sediavecchia, o una forchetta consumata, o lo scialle di mia madre, le cose della mia vita, le preziose ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 21, 2008, 00:52
Camilla Lopez se n'è andata, il deserto l'ha inghiottita. Può essere che qualcuno l'abbia tirata su e l'abbia portata in Messico. Può darsi che sia tornata a Los Angeles e sia morta in una stanza polverosa. Quello che so io è che è sparita, che ... Continua...
Pag. 717
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 21, 2008, 00:52
Così l'ho intitolato Chiedi alla polvere, perché in quelle strade c'è la polvere dell'Est e del Middle West, ed è una polvere da cui non cresce nulla, una cultura senza radici, una frenetica ricerca di un riparo, la furia cieca di un popolo ... Continua...
Pag. 703
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 19, 2008, 23:37
Una sera me ne stavo a sedere sul letto della mia stanza d'albergo, a Bunker Hill, nel cuore di Los Angeles. Era un momento importante della mia vita; dovevo prendere una decisione nei confronti dell'albergo. O pagavo o me ne andavo: così diceva il ... Continua...
Pag. 489
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 19, 2008, 23:25
...e la biblioteca con i grossi nomi degli scaffali, il vecchio Dreiser, il vecchio Mencken, tutta la banda riunita che andavo a riverire. Salve Dreiser, ehi Mencken, ciao a tutti, c'è un posto anche per me nel settore della B, B come Bandini, ... Continua...
Pag. 492
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Aug 16, 2017, 18:36
Direi che non è il momento per Fante, adesso. Riproverò più in là.
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi