Le tour du monde en 80 jours

By ,

Editeur: Fernand Nathan

4.0
(5449)

Language: Français | Number of pages: 63 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Spanish , Chi traditional , Italian , German , Japanese , Korean , Swedish , Portuguese , Greek , Catalan , Norwegian , Dutch , Basque , Danish , Czech , Chi simplified , Romanian

Isbn-10: 2090318074 | Isbn-13: 9782090318074 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others , Audio CD , Hardcover , Mass Market Paperback , School & Library Binding , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Travel

Aimez-vous Le tour du monde en 80 jours ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    0

    M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-O.

    Questa recensione potrebbe finire qui.

    Da bambino mi ero innamorato dei cartoni animati ad esso ispirato (vi ricordate il “leone” Fog e il gatto Passpartout?) e oggi ho davvero divorato questo libro d ...continuer

    Questa recensione potrebbe finire qui.

    Da bambino mi ero innamorato dei cartoni animati ad esso ispirato (vi ricordate il “leone” Fog e il gatto Passpartout?) e oggi ho davvero divorato questo libro di Julius Verne (il primo che leggo, mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa): nonostante la storia sia strafamosa, sono rimasto con il fiato sospeso sino all’ultima pagina.

    Il libro è scritto molto bene e l’avventurosa trama tiene sempre incollati i lettori: le tante peripezie sono ben cadenzate, non sono mai banali così come le reazioni di Phlieas Fog e dei suoi compagni di viaggio (anche se a volte un po' esagerate)

    Chi si avvicina cercando un “diario di viaggio” in cui vengono raccontati paesi lontani e sconosciuti potrebbe rimanere un po’ deluso (forse solo il continente indiano è un po’ approfondito): il libro mi sembra più un inno all’uomo e alle conquiste del suo intelletto capaci di compiere, già nel 1800 un giro del mondo in circa 80 giorni grazie alla tecnologia e alla capacità di prevedere e affrontare gli imprevisti.

    dit le 

  • 3

    Come romanzo d’avventura ed evasione ha raggiunto il suo scopo. Il tema è intrigante: la scommessa di girare il mondo in 80 giorni, la descrizione dei mezzi di trasporto e dei luoghi attraversati, imp ...continuer

    Come romanzo d’avventura ed evasione ha raggiunto il suo scopo. Il tema è intrigante: la scommessa di girare il mondo in 80 giorni, la descrizione dei mezzi di trasporto e dei luoghi attraversati, imprevisti e malintesi... Mi è piaciuto anche il finale, oltre che ovviamente il personaggio di Passepartout (che purtroppo nella mia edizione si chiama Gambalesta...) che mi ha strappato più di un sorriso. Erano anni che volevo leggerlo e nel complesso ne sono soddisfatta. E’ stata una vera sorpresa non trovare nemmeno nominata la mongolfiera che da sempre associavo a questo libro...tutta colpa della trasposizione cinematografica che in questo caso ha davvero influenzato l’opera letteraria (vedi la copertina di alcune edizioni!).

    dit le 

  • 4

    Nonostante il semplice linguaggio, il libro risulta avvincente e raffinato. Le descrizioni sono abbastanza realistiche da poter avere un quadro generale in mente. La rottura della monotonia e l'intrec ...continuer

    Nonostante il semplice linguaggio, il libro risulta avvincente e raffinato. Le descrizioni sono abbastanza realistiche da poter avere un quadro generale in mente. La rottura della monotonia e l'intreccio tra avventura e amore rendono la storia attraente. Da leggere tutt'un fiato!

    dit le 

  • 5

    Appassionante, dalla prima all'ultima pagina. E quando finisce vorresti ricominciarlo da capo.
    Mr. Fogg è proprio un personaggio che resta nel cuore.

    dit le 

  • 2

    Carino

    Genere fantastico che mi ha fatto tornare un pochino bambina. Mi è piaciuto anche se ho preferito di gran lunga il film e questo non capita quasi mai.

    dit le 

  • 4

    Avevo letto diverse riduzioni e rivisitazioni per bambini di questo libro, che finalmente ho goduto in versione originale. Diverso dai primi libri di Verne che ho letto (quelli più avventurosi e scien ...continuer

    Avevo letto diverse riduzioni e rivisitazioni per bambini di questo libro, che finalmente ho goduto in versione originale. Diverso dai primi libri di Verne che ho letto (quelli più avventurosi e scientifici della trilogia del mare) mantiene comunque come tratto caratteristico il ritmo, la semplicità di lettura, la capacità di generare e mantenere sempre alto l'interesse. Molto teatrali i personaggi e certi loro dialoghi, più che in altre opere, e sicuramente affascinanti (specialmente Fogg). Il finale "a sorpresa", arcinoto, è stata comunque una piacevole riscoperta

    dit le 

Sorting by
Sorting by