Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Le ultime avventure dell'infallibile Sherlock Holmes

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Omnibus gialli)

4.5
(45)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 924 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804301864 | Isbn-13: 9788804301868 | Data di pubblicazione:  | Edizione 6

Traduttore: Maria Galloni ; Prefazione: Alberto Tedeschi

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Le ultime avventure dell'infallibile Sherlock Holmes?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Sherlock Holmes, un bozzetto di Nero Wolfe

    Ci sono qui tutti i racconti che Conan Doyle ha pubblicato su Sherlock Holmes. Le opere sono state pubblicate a partire dal 1894 a finire con il 1927. Si nota sia l'evoluzione dei personaggi che l'evoluzione del mondo circostante, le ultime avventure narrate sono dei primi anni del novecento e fa ...continua

    Ci sono qui tutti i racconti che Conan Doyle ha pubblicato su Sherlock Holmes. Le opere sono state pubblicate a partire dal 1894 a finire con il 1927. Si nota sia l'evoluzione dei personaggi che l'evoluzione del mondo circostante, le ultime avventure narrate sono dei primi anni del novecento e fanno la loro comparsa la luce elettrica, i telefoni, e le case in condominio.
    *
    Lo lessi anni fa quando ero ragazzino e rimasi affascinato da un personaggio così sorprendente e fantastico che riusciva comunque a rimanere incredibilmente "credibile". S.H. non è un supereroe e nonostante faccia delle cose ben poco credibili l'Autore non si permette mai né di prendere in giro il lettore né di infrangere il muro della sospensione dell'incredulità. Anzi.
    **
    Leggendolo oggi, dopo avere letto e riletto quasi tutto Stout, non ho potuto fare a meno di notare che Stout deve avere pensato non poco a Sherlock per tratteggiare Nero Wolfe: entrambi sono burberi e francamente maleducati in molte occasioni, in entrambi i casi il narratore è il socio/aiutante/scrivano. Sherlock è vero è un uomo di azione, ma in più di un'occasione dice di essere innanzitutto un cervello.
    Insomma: Stout ha in parte umanizzato con Nero alcuni tratti di Sherlock (la prigrizia, l'odio per il lavoro, la passione per la cucina e i fiori), e in parte ha esasperato alcune caratteristiche anche affievolendo le doti di deduzione.

    ha scritto il 

  • 0

    La mia edizione è la IV Omnibus dell'agosto 1977, copertina gialla. Contiene:
    Le memorie di Sherlock Holmes
    Il ritorno di Sherlock Holmes
    L'ultimo saluto di Sherlock Holmes
    Il taccuino di Sherlock Holmes

    ha scritto il 

  • 5

    L'ho letto a 10 anni, durante le vacanze estive. Ricordo ancora l'ardente emozione di scoprire un mondo nuovo, ricco di colpi di scena e incalzanti ragionamenti deduttivi.
    Il mondo dell'Inghilterra Vittoriana.
    E soprattutto il carisma di un protagonista reso più reale dalla sua vita fat ...continua

    L'ho letto a 10 anni, durante le vacanze estive. Ricordo ancora l'ardente emozione di scoprire un mondo nuovo, ricco di colpi di scena e incalzanti ragionamenti deduttivi.
    Il mondo dell'Inghilterra Vittoriana.
    E soprattutto il carisma di un protagonista reso più reale dalla sua vita fatta di luci ed ombre. Mi è rimasto nel cuore.

    ha scritto il