Riproposto finalmente oggi, a trent'anni dalla sua prima pubblicazione nel 1979, questo romanzo è considerato uno dei migliori usciti dalla penna fabulista e visionaria di Bernard Malamud.È la storia di William Dubin, biografo di mezza età, che ...Continua
Ha scritto il 10/09/17
Bernard Malamud - Le vite di Dubin
E' considerato uno dei migliori romanzi di Malamud. Personalmente reputo Le vite di Dubin un gran bel libro, non il top di Malamud, per quanto mi riguarda, ma sicuramente un romanzo molto alto a livello qualitativo. Non raggiunge il voto pieno ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 01/09/17
Raramente abbandono i libri. La vivo come una colpa da parte mia. Un libro brutto, preferisco leggerlo fino alla fine e poi maledire l'autore e la sua discendenza nei secoli.Ci sono però casi in cui vengo miracolosamente risparmiato ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 25/08/16
La luna nel pozzo
William Dubin è un cordiale, spigoloso, disciplinatissimo (anche nella pancia, “sporgente ma non troppo”) uomo di mezza età. Di professione biografo, “improbabile” come tende a definirsi lui stesso ricordando il suo più celebre lavoro, ...Continua
  • 4 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 11/08/16
La mia personalissima opinione è che Malamud è stato uno scrittore di medio valore che ha scritto un buon romanzo (Il commesso) e due romanzi discreti (L'uomo di Kiev e Una nuova vita) e una serie di buoni racconti. Dal 1957 al 1969 Malamud ha ...Continua
Ha scritto il 04/08/16
SPOILER ALERT
LUUUNGO!
Si poteva tranquillamente ridurre, non dico alla metà, ma almeno a 1/3, nonostante ciò, questo libro mi è piaciuto. Un po' ripetitivo, spesso in contraddizione, ad es. il rapporto con Fanny: "La amo? Sì tanto!- No, mi fa quasi schifo""Kitty, ...Continua

Ha scritto il Jul 31, 2017, 12:02
One day their childhood, and your enjoyment of it, was over. They take off as strangers, not confessing who they presently are. You tried to stay close, in touch, but they were other selves in other places. You could never recover the clear sight of ...Continua
Ha scritto il Nov 30, 2015, 12:39
La primavera definì se stessa: il presente contro il probabile.
Ha scritto il Dec 27, 2013, 10:10
“Quello che mi resta dentro soprattutto è il fatto che la vita fugge continuamente, e che i nostri destini vengono manipolati fino a spezzarci il cuore da eventi che non possiamo prevedere né dominare, per cui siamo sempre penosamente ...Continua
Ha scritto il Jul 26, 2010, 14:02
"I mesi erano pochi nella vostra testa, non nella mia."
Pag. 181

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
  • 40
  • 81
  • 36
  • 9
  • 3
Aggiungi