Le vittorie imperfette

Voto medio di 47
| 30 contributi totali di cui 12 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 1 video
Sasa Belov e Kevin Joyce. Due ragazzi all'inseguimento di un sogno: vincere la medaglia d'oro del basket alle Olimpiadi di Monaco del 1972. Uno si è allenato all'ombra della colossale statua della Grande Madre Russia a Stalingrado, l'altro sui campet ...Continua
La donna mancina
Ha scritto il 03/04/18
Con scrittura fluida, appagante, ironica, Poddi parla di basket, dei cestisti e delle loro vite dopo Monaco '72, ma anche di Hopper, di scacchi, del narratore. Affabulatorio, appassionato. Ma anche tifoso, e filoamericano: la narrazione dei celebri "...Continua
Ciccioenri
Ha scritto il 01/12/17
Che se non fai il bravo chiamo TKATCHENKO
iNASPETTATO. E bravo Poddi. Ha saputo trarre un romanzo da un fatto sportivo ma non si è limitato alla cronaca: ha saputo analizzare l'aspetto atletico guardandolo da opposte prospettive ed innestandoci situazioni private che non hanno assolutamente...Continua
Solomon G
Ha scritto il 30/06/17
Come le vittorie, pure il libro è imperfetto, tanto da meritarne forse 3 di stelline. Troppo lungo, troppo costruito a tavolino (ci butto là un po' di Hopper, un po' di Bobby Fisher, un po' di autobiografia, oltre al tema centrale ovviamente). Però a...Continua
Layura
Ha scritto il 29/11/16
Ci sono storie che contengono storie che rimandano ad altre storie ma fanno parte di un’unica storia... Questa storia che Poddi racconta in modo coinvolgente va oltre una singola partita di basket, oltre il senso già alto di un'Olimpiade ma diventa...Continua
gio' (con...
Ha scritto il 09/08/16
Incroci...sportivi
Emiliano Poddi ci sa fare molto bene, con l'intreccio delle storie e con lo stile della sua scrittura; l'ho notato in tutti i libri che ha scritto (tre) e che ho letto, tutti. Però... c'è un però, che mi ritrovo adesso e che avevo "sentito" anche per...Continua

ilgrandepier
Ha scritto il Dec 26, 2016, 11:04
Only God can do it, only God. (A Monaco, pos. 8064)
ilgrandepier
Ha scritto il Dec 26, 2016, 11:04
"Quante vite abbiamo?" "Quelle che servono, ragazzo. La mia e la tua. Sei pronto?" (A Monaco, pos. 6326)
ilgrandepier
Ha scritto il Dec 26, 2016, 11:02
Una tragedia, d'accordo, ma quantificabile, e perciò non così diversa nella sostanza dal resto delle Olimpiadi. Al pari degli ordini di arrivo ufficiali, delle misure raggiunte dagli atleti e dei tempi omologati dei giudici, quei morti erano una stat...Continua
ilgrandepier
Ha scritto il Dec 26, 2016, 11:01
... ridurla ai suoi elementi essenziali: corse, salti, scivolamenti, controllo del corpo in velocità, balistica di precisione, movimenti con e senza palla. Era una specie di atletica giocata, una sequenza variabile di gesti privi di implicazioni al d...Continua
ilgrandepier
Ha scritto il Dec 26, 2016, 10:58
È un meccanismo di difesa messo in atto dal cervello, una specie di trucchetto neuronale. Fingiamo con noi stessi di non avere mai alimentato desideri grandiosi, cerchiamo di dimenticarli, oppure, se ce ne ricordiamo, ti trattiamo con sufficienza, vo...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Bunky
Ha scritto il Aug 12, 2017, 14:19
Old basketball player and his girlfriend.
Pag. 239

Timoria...
Ha scritto il Jul 24, 2016, 10:54
What becomes of the broken hearted
Autore: Jimmy Ruffin

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi