Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Legend

Book One of the Drenai Saga

By

Publisher: Del Rey Books

4.0
(29)

Language:English | Number of Pages: 368 | Format: Paperback

Isbn-10: 0345379063 | Isbn-13: 9780345379061 | Publish date:  | Edition Reprint

Also available as: Hardcover , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like Legend ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Druss, Captain of the Axe, was the stuff of legends. But even as the stories grew in the telling, Druss himself grew older. He turned his back on his own legend and retreated to a mountain lair to await his old enemy, death. Meanwhile, barbarian hordes were on the march. Nothing could stand in their way. Druss reluctantly agreed to come out of retirement. But could even Druss live up to his own legends?
Sorting by
  • 4

    Fall of the heroes

    Una lettura basic per il fantasy (sottogenere epic o heroic, importa poco la classificazione), un assedio alla poltrona del lettore fatto di corde, scale, torri, asce, frecce e urla di guerra. Il siege (l'assedio) accorcia un po' la catena dell'immaginazione a banda larga a cui ci a ...continue

    Una lettura basic per il fantasy (sottogenere epic o heroic, importa poco la classificazione), un assedio alla poltrona del lettore fatto di corde, scale, torri, asce, frecce e urla di guerra. Il siege (l'assedio) accorcia un po' la catena dell'immaginazione a banda larga a cui ci abituano i fantasy che esplorano terre di tenebra e meraviglie, costringe ad una lettura serrata con poche divagazioni; Gemmell è un autore che ama la Storia antica - quella vera - come dimostra in altre sue celebri saghe, e attinge alla mitologia nordica (in cui si identificano i guerrieri drenai e i loro berserkr, feroci combattenti in stato di trance) come a quelle greca, latina e asiatica (l'orda Nadir è lo specchio di quella mongola).
    Un' epopea con gli echi della Storia, dove divinità pseudo-vichinghe e sciamanesimo tribale escono ovviamente dai contorni della mera superstizione; non è corretto parlare di low magic per questo libro di Gemmell (ne accadono, di cose "inspiegabili"...), anche se non assistiamo agli show pirotecnici dei vari Gandalf & Saruman, Rand'al Thor o Strega Bianca.
    Spicca, sulle alte mura di Dros Delnoch assediata dall'immensa orda Nadir, la figura tipica dell'eroe gemmelliano; Druss dei Drenai, vecchio con l'artrite, muscolo coriaceo sotto una pelle ormai avvizzita, barba bianca e tempra d'acciaio. Eroe parodiato dal geniale Pratchett ne "La luce fantastica" (un Conan sdentato che mangia le minestrine), il vecchio guerriero è in realtà un grande esempio di determinazione e coraggio, l'indomito che non cede senza combattere all' inesorabile autunno del ciclo vitale. Druss e la sua possente ascia Snaga, circondato da grappoli di nemici spazzati come foglie secche; Druss cercato da quella che noi chiamiamo madama Morte (in inglese è maschile, uno shock letterario per noi italiani), il mito dell'invincibilità che si sgretola e getta una secchiata d'acqua gelida sul tronfio machismo che spesso ha contraddistinto questo genere di letteratura.
    Un cult book che va riscoperto preferibilmente in lingua originale; niente potrà render meglio l'idea della spada che esce dal fodero del meravigliosamente onomatopeico hiss, nessun "cozzare" potrà mai sostituire il metallico clang. Un inglese pulito ma soprattutto altamente accessibile.

    said on 

  • 2

    Trama e personaggi scolpiti a colpi di ascia bipenne. Frasi grandiloquenti ed EROI come gli Dei comandano... A volte imbarazzante come una canzone dei Rapsody...
    L'ho letto in due giorni al mare sulla sdraio. Solo per fanatici.

    said on 

  • 3

    3 *** 1/2

    Ci sono alcune ingenuità e alcuni dialoghi sono un po' forzati, il finale poi è un po' troppo inverosimile, però è stato il primo libro di David Gemmell quindi è perdonabile. I personaggi comunque ti rimangono dentro!

    said on