Leggere Lolita a Teheran

Voto medio di 2677
| 620 contributi totali di cui 518 recensioni , 102 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Nei due decenni successivi alla rivoluzione di Khomeini, mentre le strade e icampus di Teheran erano teatro di violenze barbare, Azar Nafisi ha dovutocimentarsi nell'impresa di spiegare a ragazzi e ragazze, esposti in misuracrescente alla catechesi ... Continua
Ha scritto il 07/08/17
Un successo internazionale, non semplicissimo da leggere a causa delle numerose digressioni letterarie e delle molteplici citazioni. Tuttavia, un libro da leggere.
  • Rispondi
Ha scritto il 01/08/17
La voglia di scoprire nuove storia, nuove eroine, nuove donne della letteratura in un contesto in cui tutto é negato.

  • Rispondi
Ha scritto il 30/07/17
un des plus beaux livres que j'ai jamais lu.
très intense soit pour le témoignage de vie d'une femme intellectuelle en iran que pour ses intéressantes réflexions littéraires
  • Rispondi
Ha scritto il 30/07/17
un des plus beaux livres que j'ai jamais lu.
très intense soit pour le témoignage de vie d'une femme intellectuelle en iran que pour ses intéressantes réflexions littéraires
  • Rispondi
Ha scritto il 30/07/17
un des plus beaux livres que j'ai jamais lu.
très intense soit pour le témoignage de vie d'une femme intellectuelle en iran que pour ses intéressantes réflexions littéraires
  • Rispondi

Ha scritto il Jun 01, 2017, 10:04
"La vera democrazia non può esistere senza la libertà di immaginazione e il diritto di usufruire liberamente delle opere di fantasia. Per vivere una vita vera, completa, bisogna avere la possibilità di dar forma ed espressione ai mondi privati, ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 16, 2015, 14:34
Incapaci di decifrare o di capire tutto ciò che fosse complicato o fuori dagli schemi, infuriati con quelli che consideravano serpi in seno, gli integralisti furono costretti a imporre le loro formule rudimentali anche alla narrativa. E così come ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 16, 2015, 14:30
L'insensibilità è tipica anche dei personaggi negativi di Jane Austen: Lady Catherine, Mrs Norris, Mr Collins o i Crawford. Il tema ricorre inoltre nell'opera di Henry James e negli eroi-mostro di Nabokov, Humbert, Kinbote, Van e Ada Veen. In ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 30, 2015, 13:46
Dei ricordi, come della vergogna, non ci si libera partendo.
Pag. 364
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 30, 2013, 23:59
Se mi rivolsi ai libri fu perché erano l'unico rifugio che conoscevo, ciò di cui avevo bisogno per sopravvivere, per proteggere una parte di me stessa che sentivo sempre più in pericolo.
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi