Lei dunque capirà

di | Editore: Garzanti
Voto medio di 207
| 51 contributi totali di cui 34 recensioni , 17 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Lei dunque capirà è il racconto di un amore totale e fallito, di un'unione struggente e rifiutata; la donna che parla da un'oscurità misteriosa mostra una forza tenera e spietata nello svelare la grandezza e le meschinità della vita e ...
Francesco Platini
Ha scritto il 14/05/18
Con te, diceva, vicino a te so chi sono e non sono niente male. *** È bello essere amata da un nevrotico, dà sicurezza. *** Cosa importa di chi è quel canto se parla per te, per noi, cosa importa da dove viene l’acqua che ti disseta e diventa tua nel...Continua
Gabbiano
Ha scritto il 31/08/17
“Con te, diceva, vicino a te so chi sono e non sono niente male.”, sarà per la forza dell’amore che lei gli dedica a far sì che quell’uomo trovi il coraggio di vivere? Lei che ora non è più con lui e che rivolge la parola ad un misterioso Presidente,...Continua
Fabio Rava
Ha scritto il 08/08/17
Monologo di una moderna Euridice che racconta il suo viaggio attraverso l'Ade alle spalle del suo Orfeo, riprendendosi il protagonismo della storia e della vicenda. L'idea mi è piaciuta ma il troppo lirismo di queste parole rende la storia lunga e no...Continua
Gemmea
Ha scritto il 09/04/17
SPOILER ALERT
Il soffio estremo
Il mito è proteiforme. Lui (Orfeo) è il poeta amabile e amato, lei (Euridice) sapiente e potente assistente, un incidente la avvia verso un destino che precocemente la mette nella condizione triste, ma stabile del dopo. Lui, sempre un po' vanesio, vo...Continua
Dedi
Ha scritto il 24/03/16
Un bel punto interrogativo...
... è tutto quello che posso esprimere come recensione. È una storia d'amore? È un monologo di una donna dal forte ego che parla del proprio amante, facendolo apparire un uomo mediocre? È una storia che vuole solo suggerire un mistero? L'unica cosa c...Continua

Pierino
Ha scritto il Feb 21, 2016, 09:27
...sapeva che - rumorosa la vita, adulta ostile minacciava la nostra giovinezza - no, non sono tuoi quei versi...(Versi della poesia di Umberto Saba "Caro luogo")
Pag. 31
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 02, 2011, 12:39
... e io svanivo felice al suo sguardo, perchè già lo vedevo ritornare straziato ma forte alla vita, ignaro del nulla, ancora capace di serenità, forse anche di felicità.
Pag. 55
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 02, 2011, 12:36
Cantare il segreto della vita e della morte, diceva, chi siamo donde veniamo dove andiamo, ma duro è il confine, la penna si spezza contro le porte di bronzo che nascondono il destino, e così si resta fuori ad almanaccare inutilmente sul trascorrere...Continua
Pag. 47
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 02, 2011, 12:32
Però anche parlare, talvolta, è fare all’amore...
Pag. 45
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 02, 2011, 12:29
... non importa dove arriva la freccia, sul fianco o sul cuore, sul mio o sul tuo, quando due sono uno.
Pag. 39

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi