Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Les Femmes savantes

By ,

Editeur: LGF

4.1
(33)

Language:Français | Number of pages: 190 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Italian , English

Isbn-10: 2253038741 | Isbn-13: 9782253038740 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Mass Market Paperback , Others

Category: Fiction & Literature

Aimez-vous Les Femmes savantes ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 5

    Bisognerebbe, ogni tanto, riprendere in mano cose lette 20 anni prima.
    L’ho fatto con questa deliziosa commedia, per la quale, come per tutte le grandi opere, il tempo che passa è una questione che riguarda altri.

    L’ambiente, i personaggi, le situazioni, sono quelli classici della Co ...continuer

    Bisognerebbe, ogni tanto, riprendere in mano cose lette 20 anni prima.
    L’ho fatto con questa deliziosa commedia, per la quale, come per tutte le grandi opere, il tempo che passa è una questione che riguarda altri.

    L’ambiente, i personaggi, le situazioni, sono quelli classici della Comédie Humaine: due sorelle, un bravo ragazzo, un amore contrastato, un capofamiglia molto poco capo, una moglie capricciosa, una serva, gli uomini dotti. Sullo sfondo la disputa culturale sull’emancipazione femminile dalla famiglia e dagli uomini, la possibilità di studiare.
    Difficile schierarsi con l’uno o l’altro dei personaggi, perché Molière riesce a far loro pronunciare frasi assolutamente condivisibili (oggi) e un attimo dopo ottuse banalità.
    Nella moglie convivono volontà di emancipazione, lei desidera un letterato come genero, e stupidità nel vivere quotidiano; l’apparente buon senso del marito, che ritiene spropositato il licenziamento di una serva colpevole di parlare in modo sgrammaticato, nasconde il rifiuto all’indipendenza femminile.
    I letterati lusingano le donne con sdolcinati madrigali e un attimo dopo si insultano con veemenza, desiderano donare il loro cuore alla bella fanciulla, ma solo finché non scoprono che la famiglia è in rovina.
    Les Femmes savantes contiene tutto e il contrario di tutto. C’è molto di più della banalizzazione dell’erudito messo in ridicolo dal buon senso comune; c’è una specie di scossa elettrica in ogni parola, che spinge alla sospensione del giudizio.

    Quando lo lessi al liceo, mi divertirono la situazione e i personaggi, gli equivoci, i colpi di scena e la critica ai costumi e alle meschinità umane, onnipresente.
    Ma la cosa più sorprendente è stata la riscoperta della musicalità di questa commedia. Molière era stato fortemente criticato perché nelle sue opere precedenti si era espresso in prosa. Ai tempi, i “dotti” mal sopportavano la prosa a teatro. Così Molière confezionò un’opera in versi alessandrini.
    Ma, non meno della prosa brillante del Malade imaginaire, la forma in versi rende ancor più vivaci i dialoghi e le repliche, grazie al ritmo della metrica e a quella specie di eco che accompagna al verso successivo.

    dit le