Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Les Naufragés de l'autocar

By John Steinbeck

(1)

| Paperback

Like Les Naufragés de l'autocar ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

39 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Citazione

    E tu non puoi lasciare una cosa così: è come un insieme, ha un'architettura sua e non la puoi lasciare senza strapparti un pezzo di te stesso. Perciò se vuoi serbartiintero, tu rimani, per quanto ti possa piacere poco.

    Is this helpful?

    Miss Kamala said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    densa leggerezza

    Non è facile giudicare questo libro. E’ una carrellata di personaggi, che si ritrovano insieme per un viaggio in autobus in un posto sperduto della California e insieme, con le loro umanità, sensibilità e brutalità formano una “corriera stravagante”. ...(continue)

    Non è facile giudicare questo libro. E’ una carrellata di personaggi, che si ritrovano insieme per un viaggio in autobus in un posto sperduto della California e insieme, con le loro umanità, sensibilità e brutalità formano una “corriera stravagante”. E’ molto descrittivo, tutti i personaggi vengono raccontati ampiamente e a più riprese, la trama che è praticamente inesistente. La lettura è scorrevole e molto piacevole, è un gran libro, denso di emozioni umane complesse che si celano dietro la semplicità della storia. Stravagante, leggero e torbido.

    Is this helpful?

    lore said on May 14, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    on the road

    un po' boule de suif, un po' ombre rosse, senza drammi: gente costretta dal viaggio ad una contiguità indesiderata. I pensieri segreti di ognuno; fantastica la immediata epica traduzione in lettere alle amiche di ogni sgradevole contrattempo da parte ...(continue)

    un po' boule de suif, un po' ombre rosse, senza drammi: gente costretta dal viaggio ad una contiguità indesiderata. I pensieri segreti di ognuno; fantastica la immediata epica traduzione in lettere alle amiche di ogni sgradevole contrattempo da parte della signora bene. Ogni personaggio è fatto di carne e sangue.
    Pubblicato nel 1947 e traduzione italiana del 1948, vorrei sapere chi oggi chiama "Fìgnolo" o "gavocciolo" un brufolo - ho consultato lo zingarelli-, senza parlare di birra alla chiavetta o di "ombreggiatura per gli occhi"

    Is this helpful?

    lunatica said on Feb 13, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Steinbeck non mi delude veramente mai.
    Questo suo romanzo è un pò più leggero rispetto agli altri, se così si può dire; però anche qui vengono fuori le bassezze e le debolezze umane pur in un'atmosfera più ironica e meno cupa. La descrizione psicolog ...(continue)

    Steinbeck non mi delude veramente mai.
    Questo suo romanzo è un pò più leggero rispetto agli altri, se così si può dire; però anche qui vengono fuori le bassezze e le debolezze umane pur in un'atmosfera più ironica e meno cupa. La descrizione psicologica e il tratteggio dei vari personaggi, una combriccola eterogenea e a dir poco strampalata, è curata nei minimi dettagli e ben si sposa con il paesaggio circostante e l'infuriare degli elementi atmosferici.

    Is this helpful?

    Gandalf said on Dec 13, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Uno Steinbeck è sempre stravagante

    Dovendo votare uno Steinbeck mi chiedo come idee così apparentemente povere possano tramutarsi in romanzi e, soprattutto, come riescano essi a farmi rimanere incollato alle pagine per arrivare ad una fine che, ben so, non ci sarà mai.
    Me lo sono chie ...(continue)

    Dovendo votare uno Steinbeck mi chiedo come idee così apparentemente povere possano tramutarsi in romanzi e, soprattutto, come riescano essi a farmi rimanere incollato alle pagine per arrivare ad una fine che, ben so, non ci sarà mai.
    Me lo sono chiesto ad ogni Steinbeck e la risposta è sempre stata la stessa: "E' uno Steinbeck. Si legge da solo."
    Continuerò a leggerne altri, fino all'ultimo, ma potrei recensirli anche ora.

    Is this helpful?

    The King said on Oct 20, 2013 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book