Les vacances d'Hercule Poirot

By

Editeur: Librairie des Champs-Elysées

3.9
(1685)

Language: Français | Number of pages: 219 | Format: Mass Market Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Chi traditional , Chi simplified , Italian , German , Czech , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 2702425364 | Isbn-13: 9782702425367 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Paperback

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Aimez-vous Les vacances d'Hercule Poirot ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    Non si può non leggere almeno un romanzo di Agatha Christie. Questo giallo è stato scritto nel 1941 ed è il ventesimo in cui vediamo protagonista il celebre investigatore Poirot. Eccezionalmente la vi ...continuer

    Non si può non leggere almeno un romanzo di Agatha Christie. Questo giallo è stato scritto nel 1941 ed è il ventesimo in cui vediamo protagonista il celebre investigatore Poirot. Eccezionalmente la vicenda si svolge in un luogo di vacanza, nei pressi di un incantevole albergo situato su un'isoletta, dove anche Poirot avrebbe intenzione di godersi il riposo. E invece, tra una serie di personaggi quasi da caricatura arriva il momento di scoprire chi tra di loro è un assassino. La capacità di rendere piacevole un giallo, spogliandolo da tensioni o inquietudiine, e lasciando solo che gli argomenti principali non siano il morto e il luogo del delitto, ma il puzzle da ricomporre, la capacità di analisi dell'investigatore, l'acutezza dell'assassino nel procurarsi un alibi. Se avete ancora dei dubbi, non abbiateli più. Se già adorate Sherlock Holmes abbiatene ancora meno. Un romanzo della Christie nella vita bisogna leggerlo. Non importa quale, ma leggetelo :)

    dit le 

  • 4

    Poirot al mare e... ci scappa il morto

    Il detective è in vacanza ed ecco la scoperta del cadavere di una cliente dell'hotel... Romanzo scritto benissimo e la storia mi ha attratto parecchio. Adoro lo stile semplice della Christie ma è sem ...continuer

    Il detective è in vacanza ed ecco la scoperta del cadavere di una cliente dell'hotel... Romanzo scritto benissimo e la storia mi ha attratto parecchio. Adoro lo stile semplice della Christie ma è sempre difficile trovare la soluzione dei suoi casi. Questo credo che sia impossibile da capire per qualsiasi lettore e solo alla spiegazione finale dell'amico Poirot si arriva a sorprendersi per la soluzione.
    Purtroppo il finale l'ho trovato non all'altezza, un po' macchinoso e mi ha lasciato un po' perplessa, per questo non do il massimo dei voti.

    dit le 

  • 3

    Mentre Poirot è in vacanza al mare, fa la conoscenza degli altri ospiti dell'hotel in cui risiede: una coppia di americani, un paio di signorine, una giovane coppia, un colonnello e l'attrice Arlena M ...continuer

    Mentre Poirot è in vacanza al mare, fa la conoscenza degli altri ospiti dell'hotel in cui risiede: una coppia di americani, un paio di signorine, una giovane coppia, un colonnello e l'attrice Arlena Marshall, col marito e la figliastra. Arlena è una donna frivola e civettuola, e ben presto viene ritrovata morta. Chi è l'assassino? Qualcuno di scontato? Ovviamente Poirot risolverà il delitto...

    Trama intricata, motivazione inarrivabile ma che lascia un po' il senso di essere stati ingannati, perché è impossibile scoprirla da soli.

    dit le 

  • 4

    La visione reiterata del film toglie ogni suspence ad un romanzo comunque scritto benissimo. fa sempre piacere leggere un classico della regina del giallo.

    dit le 

  • 4

    Poirot in vacanza? Ma che, scherziamo? Rifiliamogli subito un bel delitto e vediamo se se la cava anche stavolta! Naturalmente, il nostro belga preferito risulta, come sempre, all'altezza, stupendo tu ...continuer

    Poirot in vacanza? Ma che, scherziamo? Rifiliamogli subito un bel delitto e vediamo se se la cava anche stavolta! Naturalmente, il nostro belga preferito risulta, come sempre, all'altezza, stupendo tutti con la soluzione. E' sempre piacevole e rilassante leggere i gialli della Christie; Poirot è sempre il solito simpatico ometto, capace di far nascere un sorriso al lettore che lo segue.

    dit le 

  • 4

    Visto che sono allettata ho finito questo. Un giallo vero, con la vittima designata, tanti sospettati e nessuna certezza. Un'isola di villeggiatura isolata in cui i destini e le storie di diverse per ...continuer

    Visto che sono allettata ho finito questo. Un giallo vero, con la vittima designata, tanti sospettati e nessuna certezza. Un'isola di villeggiatura isolata in cui i destini e le storie di diverse persone si intrecciano e si dipanano solo con la grande maestria di Poirot, e quindi della Christie.
    180 pagine che scorrono senza interruzioni, con eventi e vicende sempre interessanti, anche se subito non ne vediamo il collegamento. 8 il mio voto.

    dit le 

  • 2

    Finale inaspettato ma non all'altezza degli altri capolavori della grande Christie!! Ho trovato il finale sorprendente ma mi ha lasciata perplessa .

    dit le 

  • 3

    Geniale ma anche un po' inverosimile

    La spiegazione finale del delitto è geniale, però ho trovato la trama molto intricata e soprattutto il finale un po' inverosimile. Un bel libro che però non mi ha preso come gli altri gialli di Agatha ...continuer

    La spiegazione finale del delitto è geniale, però ho trovato la trama molto intricata e soprattutto il finale un po' inverosimile. Un bel libro che però non mi ha preso come gli altri gialli di Agatha Christie.

    dit le 

  • 3

    In una giornata di fine agosto, un gruppo di persone s'incontra casualmente sull'isola del Contrabbandiere per trascorrere una vacanza presso l'esclusivo Jolly Roger Hotel. Tra di loro vi sono gli anz ...continuer

    In una giornata di fine agosto, un gruppo di persone s'incontra casualmente sull'isola del Contrabbandiere per trascorrere una vacanza presso l'esclusivo Jolly Roger Hotel. Tra di loro vi sono gli anziani coniugi americani Gardener, il giovane e prestante Patrick Redfern con la quieta moglie Christine, la famosa sarta Rosamund Darnley, e soprattutto l'infallibile investigatore belga Poirot, deciso a lasciarsi alle spalle i consueti delitti, e a concedersi un po'di meritato relax. L'idilliaca pace dei turisti, però, è destinata a cessare quando, assieme al marito Kenneth Marshall e alla figliastra Linda, fa la sua comparsa la bellissima e conturbante Arlena Stuart, ex attrice e irriducibile femme fatale che in men che non si dica porta scompiglio sull'isola, suscitando malumori e gelosie, fino a quando...

    Breve romanzo nel classico stile della signora del giallo, sebbene, probabilmente non tra i più avvincenti.
    Ho iniziato Corpi al sole incuriosita dalla recente visione del film ad esso ispirato "Delitto sotto il sole" con Peter Ustinov nei panni del mitico Poirot, e una perfetta Jane Birkin nel ruolo della mite e sofferente Christine Redfern. Il fatto di conoscere già la vicenda, e soprattutto il colpevole, mi ha sicuramente privata di una considerevole parte di divertimento, ma devo dire che, inaspettatamente, mi sono accorta che molti dei particolari della trama, oltre che alcuni tra gli stessi personaggi, sono stati ampiamente modificati nella trasposizione cinematografica, pertanto la lettura si è rivelata comunque piacevole e, a tratti, sorprendente.
    Gradevolissimo lo stile fresco e lieve, e molto efficace, nonché tipicamente british, la caratterizzazione dei protagonisti, specialmente dei coniugi Gardener: lei "capo" e portavoce del marito, lui rassegnato a proferire le immancabili due parole: "Sì, cara".
    Mi è piaciuta l'idea dei corpi stesi al sole che perdono la loro identità, ma nel contempo ho trovato qualche aspetto della trama decisamente un po'troppo forzato e improbabile.
    Resta una lettura carina e interessante, in cui, oltre all'intreccio giallo, non manca l'occasione di dedicare spazio alle difficoltà dei rapporti familiari, e con ironia, anche ad una love story conclusiva.

    dit le