L'età dell'innocenza

Voto medio di 1.812
| 231 contributi totali di cui 170 recensioni , 60 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ha scritto il 08/08/17
Sono un po’ confusa su questo libro. A tratti le ipocrisie, le belle e false apparenze, il finto buonismo della alta società newyorkese mi hanno annoiata e irritata, trovo veramente assurdo che si possa vivere prigionieri di tanta finzione. In ..." Continua...
Ha scritto il 26/07/17
Un romanzo che stimola mille e più riflessioni: come la società sia cambiata e con essa i metri di giudizio di cosa sia moralmente accettabile, di cosa sia scandaloso e di tutta l'ipocrisia che ci gira irrimediabilmente intorno. Un'innocenza che ..." Continua...
Ha scritto il 28/03/17
Affresco dell'ipocrita mondo Newyorkese fine '800. Il protagonista maschile fa rabbia per la sua codardia mentre è facile simpatizzare con Madame Olenska vittima dei pregiudizi comuni. Belle introspezioni psicologiche e bellissima la fine molto amara
Ha scritto il 14/03/17
Lo stile è stato l'unica nota dolente di questo romanzo di inizio '900. Ho ammirato la forza di Ellen Olenska, la quale mantiene la sua integrità dall'inizio alla fine del romanzo, senza mai ostentarla, anzi lasciando che le menti chiusi della ..." Continua...
Ha scritto il 31/08/16
Sembra quasi vi siano due libri in uno. Il primo è un grande affresco sociale dell'upper class americana di fine '800, con utto il suo soffocante conformismo, il suo non dire, la voglia (repressa) di libertà, la ricerca di salvezza (amore, soldi, ..." Continua...
  • 3 mi piace

Ha scritto il Jul 12, 2017, 14:41
[…] aveva la facile sicurezza di sé che viene dal guardare al destino non come a un padrone ma come a un eguale. “È proprio questo: si sentono all'altezza di tutto, sanno sempre come farsi strada nella vita,” rifletté, pensando al figlio ... Continua...
Pag. 405
Ha scritto il Jul 12, 2017, 14:30
È vero, dimenticavo: voi non vi chiedevate mai niente, eh? E non vi dicevate mai niente. Stavate seduti uno davanti l'altro, spiandovi e cercando di indovinare quello che stava succedendo dentro di voi. La vostra società avrebbe potuto benissimo ... Continua...
Pag. 403
Ha scritto il Jul 12, 2017, 14:24
A che serve far misteri? Solo a far venire voglia alla gente di ficcarci il naso dentro.
Pag. 402
Ha scritto il Jul 12, 2017, 12:28
[…] e a me il coraggio è sempre piaciuto sopra ogni altra cosa.
Pag. 346
Ha scritto il Jul 12, 2017, 12:15
Era stanco di vivere in una perenne, tiepida luna di miele, che non aveva più la temperatura della passione ma ne conservava le pretese.
Pag. 337

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 20, 2016, 08:52
813.5
WHA 5358
Letteratura Americana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi