Average vote of 718
| 13 total contributions of which 7 reviews , 6 quotes , 0 images , 0 notes , 0 video
Helga Schneider was four when her mother suddenly abandoned her family in Berlin in 1941. This extraordinary memoir, praised across Europe, tells of a daughter's final encounter with her mother, who had left her family to become an SS guard at ... Continua
Ha scritto il 15/05/16
Lasciala andare, madre. Lasciami andare, padre.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 21/08/13
"E' mia madre, nonostante tutto è mia madre".Poche ore di dialogo tra la madre e la figlia Helga; ma quanto sconvolgenti, laceranti e angoscianti anche per me che leggo incredula il susseguirsi degli avvenimenti. Che tristezza,dolorosa e indicibile ...Continua
  • 3 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 13/08/13
Ho visto un'intervista dell'autrice durante il giorno della memoria e mi sono ripromessa di leggere il suo libro.Cosa dire: sconcertante.Non ci sono parole per descrivere la sua infanzia terribile a causa della madre. Una figura materna quasi ...Continua
Ha scritto il 07/08/13
Meglio orfani
Questo libro credo che vada visto soprattutto come testimonianza, per cui la voce piacevolezza chiaramente non è adatta a valutare un simile testo. Di piacevole in quello che la povera Helga scrive non c'è assolutamente nulla se non il sollievo di ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 04/08/13
"Devo vergognarmi se qualche volta l'istinto, il mio istinto di figlia, prevale sulle ragioni della morale, della storia, della giustizia e dell'umanità?"Per tutta la visita Helga combatte contro il suo istinto di figlia, e un demone la spinge a ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Jun 23, 2008, 15:03
Cerco un gesto affettuoso, le stringo goffamente una spalla, fosre le faccio male, ma lei sorride contenta. Insanabile senzazione di irrealtà. Ancora una volta mi chiedo chi ho di fronte. Sei stata davvero un'irriducibile nazista, madre, o hai ...Continua
Pag. 129
Ha scritto il Jun 23, 2008, 15:01
E' come se si lacerasse un velo. Ora la nostra storia è tutta qui. La storia mancata di una madre e di una figlia. Una non storia.
Lasciami andare, madre.
Pag. 128
  • 1 mi piace
Ha scritto il Jun 23, 2008, 14:59
E' stata davvero sincera, o ha detto quello che pensava io volessi sentirmi dire - qualcosa che mi aiutasse a odiarla definitivamente, a liberarmi di lei una volta per sempre?[...]Mi rendo conto che se fino a ieri avvertivo la sua assenza come ...Continua
Pag. 126
  • 1 mi piace
Ha scritto il Jun 23, 2008, 14:52
Guardo mia madre: così lontana, così sconosciuta, così incomprensibile, così irritante. Così disarmante, a tratti.[...]Perchè mi sono precipitata Vienna? Forse perchè malgrado tutto non riesco a odiarla, questa non madre? Fatti odiare, madre! ...Continua
Pag. 108
Ha scritto il Jun 23, 2008, 14:51
Il mio pensiero corre ancora una volta alle vittime, alle tante storie che conosco, che ho letto o che mi sono state raccontate. Penso anche, madre, che solo odiandoti sarei finalmente capace di strapparmi dalle tue radici. Ma non posso. Non ci ...Continua
Pag. 73

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi