Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'eterno marito

By Fedor M. Dostoevskij

(317)

| Paperback | 9788806189389

Like L'eterno marito ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Questo romanzo racconta la crisi dei quarant'anni di Vel'caninov, unfacoltoso, ozioso e mondano proprietario terriero. Soffre d'insonnia, èangosciato da una vago senso di colpa, ha perfino delle allucinazioni o perlo meno crede di averle. Un uomo con Continue

Questo romanzo racconta la crisi dei quarant'anni di Vel'caninov, unfacoltoso, ozioso e mondano proprietario terriero. Soffre d'insonnia, èangosciato da una vago senso di colpa, ha perfino delle allucinazioni o perlo meno crede di averle. Un uomo con un nastro nero di lutto sul cappellolo segue e lo sorveglia. Si tratta di Pavel Pavlovic, un funzionario stataledi provincia, la cui moglie, anni addietro era l'amante di Vel'caninov. Unrapido esame convince Vel'caninov che Pavlovic, l'eterno marito, non puòsapere che la moglie l'ha tradito con lui. Ma allora perché tanta ambiguità?Così comincia un rapporto bizzarro simile ad un duello portato avanti da dueschermitori abili e accaniti...

59 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful


    Bel romanzo di Dostoevskij, giocato sul rapporto tra due uomini che hanno amato la stessa donna. Il marito (l’eterno marito), e l’amante di lei. In un susseguirsi di azioni e colpi di scena, la dipendenza l’uno dall’altro dei due uomini, diventa qu ...(continue)


    Bel romanzo di Dostoevskij, giocato sul rapporto tra due uomini che hanno amato la stessa donna. Il marito (l’eterno marito), e l’amante di lei. In un susseguirsi di azioni e colpi di scena, la dipendenza l’uno dall’altro dei due uomini, diventa quasi patologica. Aleksej Ivanovic Velcaninov non riesce a ignorare Pavel Pavlovic Trusozkij, sebbene egli sia una tipo piuttosto bizzarro e irritante. Le sue intenzioni rimangono misteriose a Velcaninov, quando Trusoskij irrompe nella sua vita. Non riesce a inquadrare il suo visitatore. Poi a poco a poco, tutto diviene chiaro, l’equilibrio instabile di Pavel Pavlovic e l’estrema disponibilità e bontà d’animo di Velcaninov, attraverso diverse vicissitudini, porteranno all’epilogo, forte e vincente per Trusozkij, che nel momento dell’addio, trattenendo le lacrime, fa parlare bene il suo orgoglio.

    Is this helpful?

    The Grand Wazoo said on Jun 30, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Dostoevskij è Dostoevskij e anche se questo romanzo breve può essere considerato un'opera minore del grande russo,in realtà contiene tutti gli elementi che hanno reso immortale questo scrittore,vale a dire la descrizione meticolosa degli ambienti e d ...(continue)

    Dostoevskij è Dostoevskij e anche se questo romanzo breve può essere considerato un'opera minore del grande russo,in realtà contiene tutti gli elementi che hanno reso immortale questo scrittore,vale a dire la descrizione meticolosa degli ambienti e dei personaggi,lo svelare la loro psicologia più profonda,l'analisi della società russa,i dialoghi mai banali,uno stile unico ed inconfondibile,il lasciare sempre nel lettore quella sensazione di "pienezza",di averti ragalato in ogni caso una buona lettura dalla quale trarre riflessioni e pensieri,che è tipico della grande letteratura.

    Is this helpful?

    Monellaccio08 said on May 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    è un libricino acuto e divertente, ma non il migliore di Dostoevskij.
    Piacevolmente misterioso accompagna il lettore svelando, nel senso di s-velare, togliendo il velo del mistero, scoprendo ciò che è accaduto davvero.
    Purtroppo nella prefazione c'è ...(continue)

    è un libricino acuto e divertente, ma non il migliore di Dostoevskij.
    Piacevolmente misterioso accompagna il lettore svelando, nel senso di s-velare, togliendo il velo del mistero, scoprendo ciò che è accaduto davvero.
    Purtroppo nella prefazione c'è lo spoiler, questo è il terzo libro di fila su cui mi capita. Giuro che mi metto a fare l'elenco dei libri einaudi con lo spoiler all'inizio.
    Ma spostare la prefazione a fine libro e chiamarla Postfazione? EH?

    Is this helpful?

    Alessandra said on Apr 7, 2014 | 2 feedbacks

  • 3 people find this helpful

    Il libro si legge che è una meraviglia, breve ma molto intenso: lo stile narrativo di Dostoevsky è a dir poco superbo.
    Il racconto si sviluppa intorno al tema del dualismo fra i due protagonisti, uno strano rapporto di amore/odio che assume le tonali ...(continue)

    Il libro si legge che è una meraviglia, breve ma molto intenso: lo stile narrativo di Dostoevsky è a dir poco superbo.
    Il racconto si sviluppa intorno al tema del dualismo fra i due protagonisti, uno strano rapporto di amore/odio che assume le tonalità dell'ambiguo e del misterioso, passando per quelle più vivaci della più totale assurdità.

    La nota negativa - e fortunatamente "a parte" - della mia edizione è l'introduzione a cura di Alberto Moravia.
    Sono dell'idea che se si sceglie di fare un'analisi del romanzo, la quale comporta di dover rivelare (e rovinare) al lettore la maggior parte dei punti chiave di quest'ultimo, tanto vale non farla proprio.
    O rimandare il tutto in una più adeguata postfazione, tante volte voi "introduttori" ne aveste voglia.

    Is this helpful?

    il Lore said on Jan 30, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    La storia si svolge a San Pietroburgo. Il protagonista è Vel’caninov, ordinario uomo ai margini dell'alta società russa che svolge affari legali ed è ipocondriaco. Un giorno, dopo qualche tempo che aveva l'impressione di essere seguito, viene visitat ...(continue)

    La storia si svolge a San Pietroburgo. Il protagonista è Vel’caninov, ordinario uomo ai margini dell'alta società russa che svolge affari legali ed è ipocondriaco. Un giorno, dopo qualche tempo che aveva l'impressione di essere seguito, viene visitato da Pavel Pavlovic. Egli è un suo antico conoscente: infatti diversi anni prima nella città di T., Vel'caninov fu l'amante di sua moglie Natalia. Pavlovic si presenta subito come un personaggio bizzarro, spesso in preda all'ubriachezza. Egli recita la parte dell'"eterno marito", sempre bisognoso di una donna al suo fianco.

    Non mi ha fatto impazzire: la trama non mi ha coinvolto e in molti punti mi sono annoiata, probabilmente a causa dello stile che non ho apprezzato. Forse non era il momento giusto ....

    Is this helpful?

    Alisea said on Jan 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book