Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Lettera a un bambino mai nato

By Oriana Fallaci

(703)

| Hardcover | 9788817028370

Like Lettera a un bambino mai nato ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

764 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un colpo al cuore.

    È il primo libro che leggo della Fallaci, ma sicuramente uno dei più significativi della sua bibliografia. La storia La conoscono tutti, eppure si è rivelata un'opera che davvero si discosta da quelle che erano le mie aspettative. La morte del bambin ...(continue)

    È il primo libro che leggo della Fallaci, ma sicuramente uno dei più significativi della sua bibliografia. La storia La conoscono tutti, eppure si è rivelata un'opera che davvero si discosta da quelle che erano le mie aspettative. La morte del bambino, non è il tema centrale del racconto, è marginale. La vera protagonista è la vita, analizzata, denigrare, glorificata da una donna, una persona come tante, che parla al suo bambino del mondo e di tutto quello che c'è fuori. Ho trovato questo libro profondo eppure semplice, chiaro. Ho ammirato il pensiero dell'autrice, che si rispecchia in quello della protagonista. Protagonista che non ho potuto guardare con occhi d'amore/odio nei suoi vari cambiamenti d'umore. Che dire. Libro splendido, meraviglioso. Quattro stelle e non cinque solo per il finale che ho trovato un po' incoerente.

    Ps. Capolavoro di retorica sono i discorsi del processo in sogno.

    Is this helpful?

    Eu said on Sep 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    questo libro mi è stato regalato quando ero molto giovane e mi ha introdotto al favoloso mondo della lettura . Per me ha un significato particolare .... toccante ... coinvolgente ...

    Is this helpful?

    Superstefy said on Sep 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    È davvero difficile essere obiettivi e scindere il giudizio sull'opera da quello che, ormai da tempo, si è formulato sulla persona.
    Provo sentimenti contrastanti per Oriana Fallaci. L'ho sempre ammirata moltissimo per la lucidità, lo stile affettato ...(continue)

    È davvero difficile essere obiettivi e scindere il giudizio sull'opera da quello che, ormai da tempo, si è formulato sulla persona.
    Provo sentimenti contrastanti per Oriana Fallaci. L'ho sempre ammirata moltissimo per la lucidità, lo stile affettato, il coraggio, il femminismo mai banale, la dedizione e la passione, i modi diretti che non lasciano mai niente di intentato, la difesa estenuante del concetto di libertà, in ogni sua declinazione. Eppure, al tempo stesso, mi hanno costantemente indisposta il suo distacco, l'arroganza, l'estremismo che non accettava repliche, il manicheismo delle sue visioni, l'integralismo delle ultime battaglie.
    In questo piccolo libro, ho ritrovato tutti i pregi e i difetti dell'Oriana Fallaci donna, prima ancora che scrittrice.
    Tutto è ambivalente. Lo stile, struggente e caustico. La prosa, appassionata e distaccata.
    Malgrado ciò, sono parole che meritano tuttavia di essere lette, non fosse altro che per la complessità e la profonda attualità del tema trattato.
    Perché racconta l'esperienza di una donna che sta per diventare madre. I dubbi, l'inadeguatezza, il miracolo della vita, i giudizi, le scelte.
    Perché è un libro che rappresenta lo specchio impietoso di tutti quei quesiti esistenziali, a cui non abbiamo ancora imparato a dare risposta.

    Is this helpful?

    Lola said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Un piccolo capolavoro. E' stato il mio primo "incontro" con la Fallaci e sono rimasta completamente conquistata dalla sua personalità letteraria. Vorrei riportare qualche citazione ma finirei per ricopiare tutto il libro. Ogni parola è al posto giust ...(continue)

    Un piccolo capolavoro. E' stato il mio primo "incontro" con la Fallaci e sono rimasta completamente conquistata dalla sua personalità letteraria. Vorrei riportare qualche citazione ma finirei per ricopiare tutto il libro. Ogni parola è al posto giusto, ogni frase ti colpisce come una secchiata di acqua fredda e ti conduce in una dimensione di cruda e reale riflessione.
    La struggente lettera della protagonista alla creatura che porta in grembo conferisce delicatezza e umanità alla trattazione di temi controversi legati alla maternità sia nella sua dimensione sociale che personale e all'eterno conflitto tra i diritti di donna e le responsabilità di madre che porta con sè.
    La Fallaci dedica questo libro a tutte le donne, io lo consiglio a tutti purchè "non temano il dubbio e si chiedano i perchè senza mai stancarsi..."

    Is this helpful?

    Elisa Iacono said on Aug 18, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Trovato per caso e riletto. A quasi 20 dalla sua prima lettura.
    Stesse domande sulla vita, la morte, la maternità, la paternità, dio, il lavoro, il fine dell'esistenza.
    O forse domande più puntuali o più ampie. Forse le stesse risposte. O forse diver ...(continue)

    Trovato per caso e riletto. A quasi 20 dalla sua prima lettura.
    Stesse domande sulla vita, la morte, la maternità, la paternità, dio, il lavoro, il fine dell'esistenza.
    O forse domande più puntuali o più ampie. Forse le stesse risposte. O forse diverse. Il tutto in un centinaio di pagine. O in quasi 20 anni?
    Da leggere e rileggere

    Is this helpful?

    ciglieggia said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro che tutte le donne dovrebbero leggere.
    Sia quelle che sono madri, quelle che vogliono e quelle che non vogliono esserlo.
    Tantissimi spunti di riflessione scritti con elegante semplicità, cruda realtà, ma anche una forte analisi della stessa ...(continue)

    Un libro che tutte le donne dovrebbero leggere.
    Sia quelle che sono madri, quelle che vogliono e quelle che non vogliono esserlo.
    Tantissimi spunti di riflessione scritti con elegante semplicità, cruda realtà, ma anche una forte analisi della stessa autrice sul suo cinismo e forte sensibilità.

    Is this helpful?

    Federica Tabori said on Jul 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book