Lettera a un bambino mai nato

Voto medio di 8727
| 959 contributi totali di cui 790 recensioni , 167 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Il libro è il tragico monologo di una donna che aspetta un figlio guardando alla maternità non come a un dovere ma come a una scelta personale e responsabile. Una donna di cui non si conosce né il nome né il volto né l'età né l'indirizzo: l'unico rif ...Continua
Lilium
Ha scritto il 15/08/18
Un bambino mai nato
Lettera breve ma intensa, un' oscillare esagitato della psiche di una donna ,scaturito da una maternità non desiderata. Una responsabilità in bilico tra coscienza propria e giudizio altrui. Due mondi opposti: maschile e femminile divergenti per na...Continua
Sonia
Ha scritto il 09/02/18
La donna descritta dalla Fallaci, di cui non si sa né nome né età, nella prima pagina del romanzo sente di essere incinta anche se è troppo presto per una conferma medica. Da questo momento la donna inizia un lungo e intimo monologo, un dialogo se vo...Continua
lasegnalibri
Ha scritto il 05/01/18
Lettera ad una persona..bambino o bambina non importa..
La mia Oriana..che è "l'apoteosi del dubbio", qui deve dirlo subito, nel titolo: "mai nato". Lei è una donna schietta, sincera...mancina..una Penelope sempre in guerra (non quelle sante, per carità!) con le sue opere..vera e dura come l'acciaio, (con...Continua
ShadowShine...
Ha scritto il 29/12/17
Penso che avrei apprezzato di più questo libro se l'avessi letto da adolescente. Una buona metà è infatti costituita da riflessioni che suonano trite e ridondanti a chi è un po' vissuto. L'altra metà trasmette solo angoscia pervasiva. Ho letto questo...Continua
fra'
Ha scritto il 02/10/17
Ti senti svuotata quando arrivi a leggere le ultime parole di questo libro....qualcosa sale agli occhi, dopo un lavorio costante di viscere e sensi. Sei rimasta coinvolta e turbata  sin dall'inizio,  hai partecipato con trepidazione agli eventi, sei...Continua

Nigerginny
Ha scritto il Jul 15, 2018, 15:07
... la durezza di una pena sopportata si avverte soltanto quando ce ne siamo liberati e, stupefatti, si esclama : come ho fatto a tollerare un simile inferno?
Pag. 97
lasegnalibri
Ha scritto il Jan 05, 2018, 11:06
"Dormiamo insieme, abbracciati. Io e te, io e te... Nel nostro letto non entrerà mai nessun altro”.
Daniela
Ha scritto il Oct 06, 2017, 10:42
La vita è straordinaria. Rimargina le ferite a una velocità folle. Se non restassero le cicatrici, non ci ricorderemmo nemmeno che di lì sgorgò il sangue. Del resto perfino le cicatrici svaniscono. Impallidiscono e infine svaniscono. Succederà anche...Continua
Ha scritto il Jul 02, 2017, 10:07
Se tutti riconoscessimo che l'essere amato non ci appartiene, sia egli figlio o compagno, la razza umana sarebbe più libera. E più intelligente.
Angebet
Ha scritto il Mar 06, 2017, 11:00
"Ci si ribella più facilmente quando si è soli, ci si rassegna più facilmente quando si vive con altri."

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Sep 15, 2016, 10:58
853.91 FAL 3169 Letteratura Italiana
Biblioteche...
Ha scritto il Aug 09, 2016, 14:08
853.914 FAL 15208 Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi