Lettere

Sulla fisica, sul cielo e sulla felicità - Frammenti dell'epistolario

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

3.9
(67)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 200 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817169455 | Isbn-13: 9788817169455 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: N. Russello

Genere: Filosofia

Ti piace Lettere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Mi riaggancio al commento di Moreno precisando che:
    "La posizione di Epicuro, nei termini entro cui egli fonda una fisica, una meteorologia, e dà una precisa valenza alla filosofia e alla morale, ha s ...continua

    Mi riaggancio al commento di Moreno precisando che:
    "La posizione di Epicuro, nei termini entro cui egli fonda una fisica, una meteorologia, e dà una precisa valenza alla filosofia e alla morale, ha significato se viene compresa nell'ambiente culturale-scientifico del tempo, indipendentemente da tagli netti, da contrapposizioni inutili e da astratte periodizzazioni. Necessario è capire come Epicuro s'inserisca in una problematica culturale, e come egli risponda, entro quell'atmosfera, nell'ambito di un tipo di 'ricerca'. Necessario è, soprattutto, cercare di 'pensare storicamente' (non 'storicisticamente'), con il 'prima' e non con il 'dopo', autori ed epoche (poi il 'dopo', per capire come e perché il dopo ha potuto interpretare poi il suo 'prima', in un modo o in un altro, storicamente). [...] L' epistola, la lettera, è un genere che assume uno specifico significato: non è il trattato; non è, come nel caso di Platone, il 'dialogo'; non è un'esposizione scientifica, complessa e difficile se non per chi è addottrinato, non è la 'formula' aritmetica, che Platone ( Epistola VII , 341 c-d) dice 'non retoricizzabile' (ossia discorsiva). Da sempre la lettera ha avuto altra funzione e il suo 'linguaggio' ha particolarità proprie. La lettera ha, soprattutto dal III secolo a. C., il valore che può avere oggi l'articolo, la lettera aperta, immediata divulgazione, per i più, di problematiche, di tesi scientifiche o politiche, che, comprese, possono far pensare in altro modo, istituire un costume (mos) piuttosto che un altro, un modo di pensare critico piuttosto che un altro, basandosi su nuovi modi scientifici di interpretare la realtà. [...] La premessa può sembrare eccessiva, ma è stata necessaria. È un richiamo a leggere Epicuro attraverso le 'lettere', per andare oltre le Lettere. [...] Perciò non si può ridurre Epicuro alle Lettere." Prefazione di F. Adorno.

    ha scritto il 

  • 4

    Dalla quarta di copertina:
    "Dalla costituzione fisica dell' universo come aggregazione di atomi sempre in movimento, all'astronomia, all'etica, Epicuro è interessato a ogni campo del sapere perchè sol ...continua

    Dalla quarta di copertina:
    "Dalla costituzione fisica dell' universo come aggregazione di atomi sempre in movimento, all'astronomia, all'etica, Epicuro è interessato a ogni campo del sapere perchè solo la conoscenza della verità in tutti i suoi aspetti può aiutare l'uomo a vivere privo di paure infondate e di desideri ingannevoli e tormentosi."

    ha scritto il 

  • 4

    ...un po' noiosetta la lettera a Pitocle, se si può dare un giudizio su un'opera antica, cosa che secondo me bisogna sempre fare con i piedi di piombo...per il resto, Epicuro è sempre Epicuro, e il ve ...continua

    ...un po' noiosetta la lettera a Pitocle, se si può dare un giudizio su un'opera antica, cosa che secondo me bisogna sempre fare con i piedi di piombo...per il resto, Epicuro è sempre Epicuro, e il vero spirito della sua filosofia si comprende benissimo nella lettera a Erodoto, la più bella delle tre, secondo me.

    ha scritto il 

Ordina per