Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Letters to a Young Contrarian

(Art of Mentoring)

By

Publisher: Basic Books

3.7
(185)

Language:English | Number of Pages: 141 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Spanish

Isbn-10: 0465030335 | Isbn-13: 9780465030330 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook

Category: Education & Teaching , Non-fiction , Social Science

Do you like Letters to a Young Contrarian ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A witty, wise, biting, and completely individual meditation on what it means to think, live, and be to the contrary.

In the book that he was born to write, provocateur and best-selling author Christopher Hitchens inspires future generations of radicals, gadflies, mavericks, rebels, angry young (wo)men, and dissidents. Who better to speak to that person who finds him or herself in a contrarian position than Hitchens, who has made a career of disagreeing in profound and entertaining ways.

This book explores the entire range of "contrary positions"-from noble dissident to gratuitous pain in the butt. In an age of overly polite debate bending over backward to reach a happy consensus within an increasingly centrist political dialogue, Hitchens pointedly pitches himself in contrast. He bemoans the loss of the skills of dialectical thinking evident in contemporary society. He understands the importance of disagreement-to personal integrity, to informed discussion, to true progress-heck, to democracy itself. Epigrammatic, spunky, witty, in your face, timeless and timely, this book is everything you would expect from a mentoring contrarian.

Sorting by
  • 4

    "Guardati dall'irrazionale, per quanto seduttivo. Diffida della compassione; preferisci la dignità per te e per gli altri. Non aver paura di essere considerato arrogante o egoista. Non essere mai spettatore dell'ingiustizia o della stupidità. Cerca la discussione e la disputa per il piacere che t ...continue

    "Guardati dall'irrazionale, per quanto seduttivo. Diffida della compassione; preferisci la dignità per te e per gli altri. Non aver paura di essere considerato arrogante o egoista. Non essere mai spettatore dell'ingiustizia o della stupidità. Cerca la discussione e la disputa per il piacere che ti danno; la tomba ti offrirà un sacco di tempo per tacere." Lo rileggerei all'infinito.

    said on 

  • 2

    consigli a non piegarsi. ma poiché il narcisismo dell'autore lo spinge a parlare quasi sempre soltanto della sua vita e di come sia riuscito lui a non piegarsi, scatta il dubbio che siano consigli per diventare christopher hitchens. più che altro.

    said on 

  • 5

    Ho poche parole per questo libro. Ti posso dire di leggerlo senza badare al tono, a chi lo scrive e al perchè, lascia da parte l'etichette e prendilo così per com'è. "Molto spesso la cosa più difficile da dire è quella che ci sta davanti al naso."

    said on 

  • 1

    Un titolo più appropriato sarebbe: "Consigli su come diventare un'insopportabile testa di cazzo sputasentenze destinata a essere evitata come la peste da tutte le persone che avranno la sventura di capitare alla portata dei suoi pipponi."
    Un po' lungo forse, ma i titoli lunghi sono più RIBELLI, n ...continue

    Un titolo più appropriato sarebbe: "Consigli su come diventare un'insopportabile testa di cazzo sputasentenze destinata a essere evitata come la peste da tutte le persone che avranno la sventura di capitare alla portata dei suoi pipponi." Un po' lungo forse, ma i titoli lunghi sono più RIBELLI, no?

    said on 

  • 4

    "Fa' ogni sforzo per combattere l'atrofia e la routine. Interrogare l'Ovvio e il Dato è un elemento essenziale della massima de omnibus dubitandum". (p. 42)

    said on 

  • 3

    Un veloce passatempo

    Raccoglie alcune lettere scritte ad un (immaginario?) giovane. Si citano argomenti sull'importanza di essere "contro" ed alcuni esempi notevoli. In generale, secondo me l'autore spesso va troppo sul personale e vuole un po' inculcare le proprie opinioni al lettore (che c'è di male, direte voi?). ...continue

    Raccoglie alcune lettere scritte ad un (immaginario?) giovane. Si citano argomenti sull'importanza di essere "contro" ed alcuni esempi notevoli. In generale, secondo me l'autore spesso va troppo sul personale e vuole un po' inculcare le proprie opinioni al lettore (che c'è di male, direte voi?). Non presenta comunque spunti o riflessioni notevoli quindi gli metto 3 stellette.

    said on 

  • 3

    Da inserire nei programmi ministeriali al posto dei Promessi Sposi.

    Cosa avrebbero scritto Mark Twain o Dante se fossero vissuti ai tempi di Madre Teresa di Calcutta, Clinton o Noam Chomsky? Che suggerimenti avrebbero dato a un eventuale figlio per corazzarlo alla vita, incoraggiarlo e sfidarlo? Secondo me qualcosa di molto vicino a questo.

    said on 

  • 4

    Da proporre come libro di testo

    Un libro non facile, come potrebbe sembrare a prima vista dal titolo e dalla copertina, intriso di note, citazioni, richiami ad autori e a libri, tutti legati all’esperienza diretta fatta da Hitchens nella vita.
    Un libro testamento, infatti leggendo un pochino la storia della sua vita, si compre ...continue

    Un libro non facile, come potrebbe sembrare a prima vista dal titolo e dalla copertina, intriso di note, citazioni, richiami ad autori e a libri, tutti legati all’esperienza diretta fatta da Hitchens nella vita. Un libro testamento, infatti leggendo un pochino la storia della sua vita, si comprendono le motivazioni che lo inducono a spronare alla ribellione un ipotetico alunno col quale nel libro tiene una corrispondenza. E’ una guida per chi vuole imparare a ragionare con la propria testa, un po’ estremista ma molto interessante, Hitchens incita a stravolgere totalmente l’approccio con il mondo, a dissociarsi dalle idee comuni, a mettere tutto in discussione, a rivoltare gli schemi, a non lasciarsi etichettare, qualsiasi sia il pensiero formulato e in qualsiasi ambito, in quanto tiene a sottolineare che non è tanto determinante “cosa” si pensa ma piuttosto “come” lo si fa. Un particolare accanimento è rivolto alla chiesa rea di tenere soggiogato il popolo nel modo più subdolo. Dovrebbe diventare un libro di testo in tutte le scuole… così per vedere l’effetto che fa…

    said on