Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Letto & biscotti

Di

Editore: Piemme Oro

3.2
(86)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 317 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8856604493 | Isbn-13: 9788856604498 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Denise Silvestri

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Letto & biscotti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quinn può ritenersi fortunata: a trent'anni ha una luminosa carriera da avvocato, un marito innamorato ed è incinta di ventisei settimane. Finchè, un giorno, la ginecologa non le comunica che la sua pancia è troppo "piccola" e che per evitare rischi dovrà stare immobile fino al momento del parto.totale riposo passando dal letto al divano. come fare per non impazzire?
Ordina per
  • 2

    Chiariamo subito un punto: Jane Austen, che secondo alcuni è ricordata da questo romanzo, c'entra solo perché menzionata più volte, per il resto non ci siamo proprio. In generale i pensieri sulla maternità sono belli, c'è qualche frase carina, ma il libro non decolla mai davvero.

    ha scritto il 

  • 3

    Una donna in carriera è costretta a letto da una gravidanza a rischio e avverte la pesante assenza del marito superimpegnato. All'inizio è uno stile molto simile a quello della kinsella, poi diventa un pò meno brillante.

    ha scritto il 

  • 2

    Classico chick-lit in cui la protagonista ha già tutto quello che di solito in un chick-lit è lo scopo di tutto: Queen ha già un bel lavoro, un bellissimo marito, uno splendido loft...
    Cosa resta quindi? Resta la lettura di quelli che sono gli ultimi mesi di una gravidanza difficile, con la ...continua

    Classico chick-lit in cui la protagonista ha già tutto quello che di solito in un chick-lit è lo scopo di tutto: Queen ha già un bel lavoro, un bellissimo marito, uno splendido loft...
    Cosa resta quindi? Resta la lettura di quelli che sono gli ultimi mesi di una gravidanza difficile, con la noia di Q e con tutto quello che mangia, con la vicenda dei vecchi condomini sfrattati e lei che si crede l'eroina della palazzina.

    Due stelle sono anche tante per il libro che è, le pagine passano e quello che resta è davvero poco

    ha scritto il 

  • 3

    Non mi aspettavo che fosse così carino, mi aspettavo qualcosa (molto di più) in stile Kinsella e invece mi sono trovata davanti ad una storia un po' più complessa e variegata di quelle che si trovano di solito nei romanzi di questo genere.
    Certo non è un capolavoro della letteratura, ma Q m ...continua

    Non mi aspettavo che fosse così carino, mi aspettavo qualcosa (molto di più) in stile Kinsella e invece mi sono trovata davanti ad una storia un po' più complessa e variegata di quelle che si trovano di solito nei romanzi di questo genere.
    Certo non è un capolavoro della letteratura, ma Q mi ha tenuto piacevolmente compagnia per qualche giorno.

    ha scritto il 

  • 3

    Libretto leggero che però secondo me soffre un po' per via dell'"impostazione": Q è infatti una donna incinta che per via di scarsità di liquido amniotico viene messa a riposo completo. L'impossibilità di muoversi e le derivanti paturnie della gestante sono comprensibili ma interessanti fin là. L ...continua

    Libretto leggero che però secondo me soffre un po' per via dell'"impostazione": Q è infatti una donna incinta che per via di scarsità di liquido amniotico viene messa a riposo completo. L'impossibilità di muoversi e le derivanti paturnie della gestante sono comprensibili ma interessanti fin là. Lieto fine molto aperto.

    ha scritto il