Lezioni di letteratura

Berkeley, 1980

Voto medio di 29
| 13 contributi totali di cui 8 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Berkeley, Università della California, autunno del 1980. Al culmine della sua carriera di scrittore e dopo essersi negato per anni, Julio Cortázar accetta finalmente di tenere un corso universitario di due mesi negli Stati Uniti. Il gruppo di student ...Continua
CosimoColbi
Ha scritto il 25/04/18
Stato di distrazione
“E ogni giorno che passa mi sembra sempre più logico e necessario che andiamo alla letteratura – autori e lettori – come si va agli appuntamenti importanti dell'esistenza, come si va all'amore e a volte alla morte: sapendo che sono una parte indissol...Continua
ghigo
Ha scritto il 22/02/16
TUTTI A SCUOLA Giustamente Ernesto Franco, nella breve introduzione all'edizione italiana di questo volume, afferma che lo si potrebbe leggere "ascoltandolo". Si tratta infatti di otto lezioni-conversazioni tenute da Julio Cortazar a Berkeley, Calif...Continua
Elisa
Ha scritto il 14/12/15
Il gigante buono.
Il professore che mi ha ripagato con meraviglia, stupore e incredulità del tempo speso ad ascoltare la mediocrità di molti insegnati incrociati per sbaglio, o per qualche punizione divina, nel mio percorso scolastico. Cortazar...la montagna impossibi...Continua
rayuela
Ha scritto il 29/12/14
Ottimo

Nel titolo la votazione, visto che non riesco a salvare le stelline. Qualcuno mi può insegnare come si fa?
Appena salvo lo stato di lettura le stelline si cancellano ...

Enrico Meriggi
Ha scritto il 10/09/14
Che meraviglia queste lezioni! E' davvero coinvolgente rileggere le opere di Cortàzar con l'occhio dell'autore che le analizza e le spiega in modo efficace e affascinante. Si possono cosi capire meglio i meccanismi del racconto realista e del fantast...Continua

Kobayashi
Ha scritto il Jun 15, 2014, 20:12
[Luogo chiamato Kindberg] Di colpo, quella ragazzina che non ha detto nulla, che non gli ha mosso la minima critica, lo ha denudato esistenzialmente, lo ha posto di fronte allo specchio in cui si vede come un personaggio importantissimo e allo stess...Continua
Pag. 97
Kobayashi
Ha scritto il Jun 15, 2014, 18:45
["Con legittimo orgoglio” in memoriam K.] Non mi va di commentare questo racconto perché penso che i commenti siano ovvi. Semplicemente, mi capita spesso di ricordarmi di Kafka quando per esempio passeggio per le strade di Parigi – città in cui vivo...Continua
Pag. 88
Kobayashi
Ha scritto il Jun 15, 2014, 12:24
Ma l'uomo nuovo, che vuole farla finita con tutto ciò che gli appare banale, stupido e artificiale, che abbandona tutto – il lavoro, i soldi, le persone che conosce – e si imbarca per andare a vivere come un primitivo su quell'isoletta che è diventat...Continua
Pag. 35
Kobayashi
Ha scritto il Jun 14, 2014, 18:41
Horacio Oliveira non si accontenta di stare in un mondo che gli viene dato prefabbricato e già arredato; mette tutto in discussione, non accetta le risposte che vengono date di solito, le risposte della società x o della società z, dell'ideologia a o...Continua
Pag. 9
Kobayashi
Ha scritto il Jun 14, 2014, 18:39
Ho sempre scritto senza sapere bene perché lo faccio, mosso un po' dal caso, da una serie di casualità: le idee mi arrivano come un uccello che entra dalla finestra.
Pag. 6

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi