Lezioni in paradiso

Di

Editore: e/o (Dal mondo)

3.1
(79)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 144 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8866325201 | Isbn-13: 9788866325208 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Religione & Spiritualità , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Lezioni in paradiso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Dopo anni di ricerca infruttuosa, quando ormai aveva perso le speranze, Costanza trova finalmente un lavoro. Lo trova in paradiso, dove viene assunta come angelo custode. Anche se si è sempre sentita priva del talento per emergere e ha condotto un’esistenza molto semplice, quasi anonima, scoprirà che lassù hanno un disperato bisogno di lei. Uno strano angelo in un “paradiso” che assomiglia troppo alla nostra povera terra. Lassù ci sono intrighi, inefficienze e complotti, proprio come quaggiù da noi. Se è vero che gli angeli (chiamati più semplicemente custodi) devono curarsi dei loro “diletti” ed evitare loro incidenti prima della “scadenza naturale” (cioè la morte), essi si sentono anche impotenti, non è concesso loro d’intervenire più che con qualche spintone quando il loro “diletto” rischia veramente tanto, e osservano frustrati i raccomandati che passano avanti. Ma Costanza ci crede ugualmente e farà di tutto per salvare il suo diletto, che a prima vista sembra un poco di buono. Lezioni in paradiso è un romanzo che esplora in profondità, e con umorismo, il lato divino delle qualità umane.
Ordina per
  • 3

    Ingredienti: un lavoro da angelo custode per una sognatrice disoccupata, un “custodito” arrogante, destrorso, puttaniere e moralista, i tentativi di farsi carico dei problemi altrui per alleggerirli u ...continua

    Ingredienti: un lavoro da angelo custode per una sognatrice disoccupata, un “custodito” arrogante, destrorso, puttaniere e moralista, i tentativi di farsi carico dei problemi altrui per alleggerirli un po’, una delicata e profonda allegoria sul mondo del lavoro, della chiesa e della società in genere.
    Consigliato: a chi ha bisogno di un’iniezione di leggerezza e felicità contro lo stress quotidiano, a chi vuole una nuova e originale incarnazione di Amelie Poulain.

    ha scritto il 

  • 2

    Mentre ho davvero apprezzato i primi tre romanzi di Bartolomei (Giulia 1300 in particolare), questo mi ha lasciato piuttosto tiepido. E' fiacco, pare non decollare mai. L'idea di base è curiosa, ma l' ...continua

    Mentre ho davvero apprezzato i primi tre romanzi di Bartolomei (Giulia 1300 in particolare), questo mi ha lasciato piuttosto tiepido. E' fiacco, pare non decollare mai. L'idea di base è curiosa, ma l'autore fatica nel darle forma e il risultato è al di sotto delle aspettative.

    ha scritto il 

  • 3

    Gradevole

    Bel romanzo, scritto bene (come al solito), ottimi spunti, ma rispetto agli altri libri dell'autore manca qualcosa. Alcuni aspetti non sono stati abbastanza approfonditi e il finale è frettoloso. Pecc ...continua

    Bel romanzo, scritto bene (come al solito), ottimi spunti, ma rispetto agli altri libri dell'autore manca qualcosa. Alcuni aspetti non sono stati abbastanza approfonditi e il finale è frettoloso. Peccato.

    Se fosse stato possibile avrei comunque dato 3 stelle e 1/2

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Gradevolissimo

    Anche questo ultimo romanzo di Fabio Bartolomei è gradevolissimo da leggere, fresco e leggero, ma al tempo stesso riflessivo e a tratti umoristico. Una ragazza si ritrova improvvisamente assunta come ...continua

    Anche questo ultimo romanzo di Fabio Bartolomei è gradevolissimo da leggere, fresco e leggero, ma al tempo stesso riflessivo e a tratti umoristico. Una ragazza si ritrova improvvisamente assunta come angelo custode e si rende conto di come anche in paradiso vigano le regole e le storture del mondo del lavoro terreno. Si impegnerà al massimo per fare un ottimo lavoro e cambiare le cose. Da leggere...anche in un solo pomeriggio!

    ha scritto il 

  • 4

    Chi ci ha insegnato che per essere felici si debba essere sempre ricchi o di successo? Come può essere essere l'angelo custode di qualcuno? È un lavoro a tempo pieno ma non per tutti.
    Un sorriso e un ...continua

    Chi ci ha insegnato che per essere felici si debba essere sempre ricchi o di successo? Come può essere essere l'angelo custode di qualcuno? È un lavoro a tempo pieno ma non per tutti.
    Un sorriso e un peso in meno sulla stomaco.

    ha scritto il 

  • 2

    Angeli -senza ali

    Il fatto è che io preferisco credere negli Angeli in carne e ossa. Nelle persone che fanno parte della vita di tutti i giorni, o che si incrociano per caso, che ti migliorano la giornata.
    Preferisco c ...continua

    Il fatto è che io preferisco credere negli Angeli in carne e ossa. Nelle persone che fanno parte della vita di tutti i giorni, o che si incrociano per caso, che ti migliorano la giornata.
    Preferisco credere negli Angeli -senza le ali.
    http://www.youtube.com/watch?v=BDDqb3tju-A

    ha scritto il 

  • 2

    occasione sprecata

    la tematica affrontata era molto originale (gli angeli custodi), ma la realizzazione pecca negli esiti. l'insieme risulta debole nella narrazione. giulia 1300 e dintorni aveva un'atmosfera particolare ...continua

    la tematica affrontata era molto originale (gli angeli custodi), ma la realizzazione pecca negli esiti. l'insieme risulta debole nella narrazione. giulia 1300 e dintorni aveva un'atmosfera particolare: c'era voglia di rivalsa tra i personaggi, una rivalsa di gruppo. qui è solo la protagonista, e da sola sembra non bastare. non mancano spunti interessanti o simpatici tentativi 'eziologici' per spiegare certi apsetti quotidiani che invece sono tipici degli angeli custodi.
    Si legge in un botto, ma alla fine non ti rimane granché

    ha scritto il 

  • 2

    Ridatemi, per favore, il Bartolomei di Giulia 1300 e della banda degli invisibili !
    Cos'è questa favoletta che dipinge il regno dei cieli come un sistema fatto di lobby e corruzione per spartire fra p ...continua

    Ridatemi, per favore, il Bartolomei di Giulia 1300 e della banda degli invisibili !
    Cos'è questa favoletta che dipinge il regno dei cieli come un sistema fatto di lobby e corruzione per spartire fra pochi conoscenza e beautitudine ? Un'allegoria ?
    Ma se manca una struttura solida su cui costruire la satira e l'ironia appare facile al punto che non fa nè ridere nè riflettere ??!!
    Secondo me non va oltre lo stadio di abbozzo, di romanzo che poteva essere e non è stato.

    ha scritto il 

Ordina per