Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Libro del desasosiego

By Fernando Pessoa

(89)

| Paperback | 9788495359988

Like Libro del desasosiego ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

El libro del desasosiego, que presentamos traducido íntegramente por vez primera en lengua castellana, nació en 1913 y Pessoa trabajó en él durante toda su vida. Esta es una obra inacabada e inacabable: un universo entero en expansión cuya pluralidad Continue

El libro del desasosiego, que presentamos traducido íntegramente por vez primera en lengua castellana, nació en 1913 y Pessoa trabajó en él durante toda su vida. Esta es una obra inacabada e inacabable: un universo entero en expansión cuya pluralidad -literaria y vita- es infinita. Bernardo Soares, ayudante de tenedor de libros de contabilidad en la ciudad de Lisboa, autor ficticio de este libro, es, según Pessoa, un semi-heterónimo, porque, no siendo mía, sino una simple mutilación de ella.

491 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "arriverà il giorno, ma sarà tardi, come sempre."

    Un libro fantastico, che più che altro è una raccolta di pensieri, di quelli che vengono passeggiando o in fila per l'autobus; pensieri senza un filo logico preciso ma incredibilmente potenti: i pensieri di un sognatore. Da non leggere tutto d'un fia ...(continue)

    Un libro fantastico, che più che altro è una raccolta di pensieri, di quelli che vengono passeggiando o in fila per l'autobus; pensieri senza un filo logico preciso ma incredibilmente potenti: i pensieri di un sognatore. Da non leggere tutto d'un fiato, ma negli spazi di tempo tra una giornata e l'altra.

    Is this helpful?

    LelaCosini said on Jul 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Indescrivibile

    Un "libro" (non lo si può chiamare tale perche è qualcos'altro, tipo un'anima leggibile) di un valore incommensurabile e ineguagliabile...non si può commentarlo

    Is this helpful?

    Rustyjamesrumblefish08 said on Jul 8, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    "E' il desiderio di non voler pensare, è il desiderio di non essere mai stato nulla, è la disperazione consapevole d tutte le cellule del tessuto dell'anima. E' la sensazione improvvisa di essere imprigionato in una cella infinita. Dove si può pensar ...(continue)

    "E' il desiderio di non voler pensare, è il desiderio di non essere mai stato nulla, è la disperazione consapevole d tutte le cellule del tessuto dell'anima. E' la sensazione improvvisa di essere imprigionato in una cella infinita. Dove si può pensare di fuggire, se la sola cella è tutto?"

    Is this helpful?

    Beatrisa said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Non si è mai vissuto tanto come quando si è pensato molto."

    Mastodontico, monumentale "pippone" esistenziale ammantato di pura e immensa poesia!!!!

    Is this helpful?

    Mauro Torquati57 said on Jun 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Brevi notizie dalla fine della vita

    "All'improvviso oggi ho dentro una sensazione assurda e giusta. Ho capito, con un'illuminazione segreta, di non essere nessuno. Nessuno, assolutamente nessuno. Nel balenìo del lampo quella che avevo creduto essere una città era una radura deserta; e ...(continue)

    "All'improvviso oggi ho dentro una sensazione assurda e giusta. Ho capito, con un'illuminazione segreta, di non essere nessuno. Nessuno, assolutamente nessuno. Nel balenìo del lampo quella che avevo creduto essere una città era una radura deserta; e la luce sinistra che mi ha mostrato me stesso non ha rivelato nessun cielo sopra di essa. Sono stato derubato dal poter esistere prima che esistesse il mondo. Se sono stato costretto a reincarnarmi, mi sono reincarnato senza di me, senza essermi reincarnato. Io sono la periferia di una città inesistente, la chiosa prolissa di un libro non scritto".

    Lo scrittore Pessoa è un vagabondo, un viandante carico d'angoscia, un nomade esistenzialista che attraverso le digressioni produce uno sdoppiamento e una moltiplicazione dell'essere, in una metafisica della banalità nella quale si può differenziare solo grazie alla poesia. Nel leggere questo testo ci si deve preparare ad intensa saudade. Un filosofo dal pensiero allegro e triste si smarrisce nel labirinto della nostalgia, nel deserto del disinteresse e recupera un orientamento annoiato solo tramite i sogni e le ombre, che con le loro delicate e poetiche metafore combattono il male di vivere. Sentire è necessario per Bernardo Soares, mentre vivere non lo è. Un misticismo della specie più sublime.

    "Il sognatore è il vero uomo d'azione".

    Is this helpful?

    CosimoColbi said on May 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Chi vive nell'inquietudine, leggendo Pessoa, s'inquieterà di quanto ogni singolo pensiero contenuto in queste pagine sia spaventosamente simile agli inquietanti pensieri che l'attanagliano ogni giorno. Un libro forse adatto a chi l'inquietudine non l ...(continue)

    Chi vive nell'inquietudine, leggendo Pessoa, s'inquieterà di quanto ogni singolo pensiero contenuto in queste pagine sia spaventosamente simile agli inquietanti pensieri che l'attanagliano ogni giorno. Un libro forse adatto a chi l'inquietudine non la conosce.

    Is this helpful?

    opopomoz said on May 10, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book