Un affascinante romanzo vero, ma allo stesso tempo una mirabile opera di finzione. La finzione, però, non è frutto della fantasia dell’autore: è il protagonista stesso, Enric Marco. Ma chi è Enric Marco? Novant’anni, barcellonese, presidente dell’ass ...Continua
Ciccioenri
Ha scritto il 10/02/17
Lasciami almeno qualcosa... (cit.)
Non conoscevo Cercas e la quarta di copertina mi ha subito attirato. L'autore cita due autori che si sono cimentati in una simile tipologia di libro (Capote e Carrère). Non conosco Capote, ma dopo aver visto il film A SANGUE FREDDO ho avuto paura del...Continua
Libricciola e...
Ha scritto il 02/02/17

La vicenda è interessante e pone interrogativi e quesiti che possono accendere il dibattito. Ma Cercas è un profluvio di parole, metà delle quali inutili: è ripetitivo, autocelebrativo, petulante e fastidiosissimo.

Gabriele L.
Ha scritto il 13/12/16
Mah!
Un personaggio straordinario, una vicenda quasi surreale.. un libro superlativo, se l'avesse scritto Emanuele Carrere. Invece, purtroppo, l'ha scritto Cercas, impasticciandosi in mille nomi, luoghi, circostanze, dubbi: lo scrivo / non lo scrivo, è bu...Continua
ElenaEffe
Ha scritto il 08/12/16
Ogni buona menzogna contiene un po' di verità
Quattrocento pagine dove si mescolano un po' di autofiction compiaciuta à la Carrère, un po' di teoria del romanzo, un po' di riflessione sulla memoria storica e sul suo aspetto deteriore (la cosiddetta "industria della memoria"), un po' di autocompi...Continua
Sem973
Ha scritto il 04/10/16
Cercas è davvero tanta roba. L'impostore è un romanzo senza finzione, come lui ama definirlo. un romanzo che del resto non voleva nemmeno scrivere. E non lo voleva scrivere perchè temeva di immedesimarsi troppo con il protagonista, o di assomigliargl...Continua

Ubiqua...
Ha scritto il Nov 21, 2015, 16:22
Il kitsch è lo stile naturale del narcisista, lo strumento di cui si serve naturalmente per il suo assiduo esercizio di occultamento della realtà, per non conoscerla o riconoscerla, per non conoscere sé stesso, o per non riconoscersi.
Pag. 179
Ubiqua...
Ha scritto il Nov 21, 2015, 16:19
Così come l'ormai vecchia industria dell'intrattenimento ha bisogno di alimentarsi del kitsch estetico, che regala a chi lo consuma l'illusione di star godendo dell'arte autentica senza chiedergli in cambio nessuno degli sforzi che quel godimento ric...Continua
Pag. 179
Ubiqua...
Ha scritto il Nov 21, 2015, 16:12
Cos'è il kitsch? Prima di tutto, è un'idea dell'arte che implica una falsificazione dell'arte autentica, o come minimo la sua svalutazione sensazionalistica; ma è anche la negazione di tutto ciò che nell'esistenza umana risulta inaccettabile, nascost...Continua
Pag. 178
Roberto Novaresio
Ha scritto il Oct 20, 2015, 15:01
Non aveva più paura di raccontare nulla, perché credeva che qualunque cosa raccontasse, tutti l'avrebbero accettata senza fiatare, e non ascoltava più nessuno intorno a lui, perché credeva che nessuno intorno a lui fosse alla sua altezza. La superbia...Continua
Pag. 282

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi