L'infinito nel palmo della mano

Voto medio di 269
| 55 contributi totali di cui 48 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 22/06/17
Libro fresco, puro, innocente. L'Uomo, la Donna. La fame, la sete, la gioia, il dolore, l'esplorazione del proprio corpo e della natura che li circonda. Quando tutto ha inizio, senza alcuna esperienza, neppure per cose per noi fin troppo normali ...Continua
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 18/06/17
Lettura iniziata durante l'estate, poi un po' trascinata, nonostante la bellezza del libro. La narrazione ha un che di esoterico, Adamo ed Eva sono raccontati con un occhio laico e partecipe e la presenza di Eloim-Serpente accompagna le scoperte dei ...Continua
Ha scritto il 06/03/15
Devo dire che questo libro e questa autrice, che non conoscevo, dono stati una bella scoperta. In poco meno di duecento pagine viene riassunta la vicenda del primo uomo e della prima donna, Adamo ed Eva, così come la riporta non solo il ...Continua
Ha scritto il 01/10/14
Omeopatica sciacquatura della storia di Adamo ed Eva.Cara Gioconda, che dire della tua fatica? Ho provato vergogna a leggere il tuo romanzo, niente di più lontano dai miei gusti.L'ho comunque portato a termine e posso dire che pochi libri mi hanno ...Continua
Ha scritto il 14/09/14
La storia umanissima dei primi due uomini, Adamo ed Eva, della loro cacciata dal Paradiso, delle scoperte, delle difficoltà, delle gioie, delle speranze, dei loro figli. Dolce, commovente e ben scritto.

Ha scritto il Jul 03, 2012, 06:03
Galleggiavano nell'acqua abbandonandosi alla sensazione di fluttuare nella corrente cristallina. Capirono subito l'allegria dei pesci, dei quali tante volte avevano ammirato i colori. Adamo dischuse le labbra e sorbí lentamente il liquido fresco. ...Continua
Pag. 65
Ha scritto il Jul 03, 2012, 05:54
[Eva al Serpente] "Perché credi che Elohim ci abbia separato?"[Serpente] "Pensava che potessimo esistere come un solo corpo, ma non ha funzionato. Ti ha messo troppo dentro e tu non potevi né vedere né sentire. Per questo ha deciso di separarci, ...Continua
Pag. 64
Ha scritto il Mar 15, 2009, 12:33
Sei triste, disse Adamo. La tristezza è come il fumo, offusca la vista.
Pag. 163
Ha scritto il Mar 15, 2009, 12:33
La conoscenza, pensò Eva, non era una luce che illumina la mente all'improvviso, come aveva creduto in principio, ma una lenta rivelazione, un sussegursi di sogni e intuizioni che si accumulano in uno spazio che precede le parole; era la quieta ...Continua
Pag. 80
Ha scritto il Feb 28, 2009, 17:00
Questo libro è dedicato alle vittime senza nome della guerra in Iraq.
In qualche luogo di queste terre, tra il Tigri e l'Eufrate, una volta c'era il Paradiso.
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi