Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Link

La scienza delle reti

Di

Editore: Einaudi

4.2
(304)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 254 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8806169149 | Isbn-13: 9788806169145 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: B. Antonielli d'Oulx

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Paperback , Tascabile economico

Genere: Computer & Technology , Science & Nature , Social Science

Ti piace Link?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
All'inizio del ventunesimo secolo, un gruppo di scienziati sostiene che tutte le reti hanno in comune un ordine e che si comportano secondo alcune regole.Lo scienziato che per primo è riuscito a "mappare" la struttura complessiva del World Wide Web, racconta la storia dei sistemi connessi, cominciata nel Settecento con Eulero e giunta oggi a sviluppare nuove cure contro il cancro.L'autore illustra il lavoro di mappatura delle reti in un vasto ambito di discipline, nella convinzione che la rete sociale, le compagnie d'affari e le cellule sono molto più simili di quanto si pensi. Descrive le applicazioni concrete della nuova scienza, spiega come "Google" sia diventato il motore di ricerca più popolare e come la rete abbia condizionato l'economia americana.
Ordina per
  • 0

    Originale e ben scritta divulgazione sul tema delle reti, studiato in numerosi campi, dalla sociologia, all'economia, alla biologia alla struttura di internet. Ho trovato molto giusto il livello di approfondimento matematico che è sempre la sfida di ogni opera di divulgazione. Il libro è del 2001 ...continua

    Originale e ben scritta divulgazione sul tema delle reti, studiato in numerosi campi, dalla sociologia, all'economia, alla biologia alla struttura di internet. Ho trovato molto giusto il livello di approfondimento matematico che è sempre la sfida di ogni opera di divulgazione. Il libro è del 2001 ed è divertente vedere come le parti in cui parla di Internet siano ormai terribilmente datate, ma questo non toglie nulla al valore e alla godibilità dell'opera.

    ha scritto il 

  • 4

    interessantissimo saggio breve (e scorrevole come un romanzo) sulle reti che formano il nostro mondo. Quando un libro mi costringe e fermarmi a riflettere, per me ha raggiunto il suo scopo.

    ha scritto il 

  • 0

    link

    non una recensione ma un plauso meditato. Saggi di questo tipo si leggono per comprendere meglio il mondo che ci circonda e questo testo al di là del problema di internet e della sua rete è illuminante in riferimento a tutta la struttura della societài n cui viviamo.

    ha scritto il 

  • 5

    Fantastico!

    Un libro quasi obbligatorio per tutti quelli che voglio avvicinarsi alla teoria delle reti.
    Lo scrittore dimostra come tutto, al giorno d'oggi, si può ricondurre alla famosa teoria dei grafi.
    Quale momento storico migliore, se non l'era dei social, per confermare la validità della teo ...continua

    Un libro quasi obbligatorio per tutti quelli che voglio avvicinarsi alla teoria delle reti.
    Lo scrittore dimostra come tutto, al giorno d'oggi, si può ricondurre alla famosa teoria dei grafi.
    Quale momento storico migliore, se non l'era dei social, per confermare la validità della teoria dei sei (oggi anche 4 o 3) gradi di separazione?
    Imperdibile!
    "Simpatico" anche il film "Sei gradi di separazione", con Will Smith

    ha scritto il 

  • 5

    illuminante

    Non appena finisci di leggerlo, ti rendi conto di quanto sei stato coglione.
    Le risposte a un sacco di fenomeni erano lì, a due passi da te, eppure non le vedevi.

    La semplicità è difficile da spiegare

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, grande intuizione quella dell'autore e ben raccontato il libro. La storia dei "sei gradi di separazione" poi è fantastica, ogni tanto me la rileggo. Un ottimo esempio di come raccontare la scienza

    ha scritto il